Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

Un ricco cartellone caratterizza le scelte artistiche del pių celebre teatro di Bologna

Teatro Duse la stagione 2019/2020

redatto da Edoardo Farina

Pubblicato il 09 Settembre 2019

190909_Bo_00_TeatroDuse_WalterMramorBOLOGNA - La conferenza stampa del 5 settembre riguardante la presentazione della nuova Stagione invernale 2019/2020 del Teatro Duse di Bologna alla presenza tra gli altri del direttore organizzativo Gabriele Scrima e Rossella Fino proveniente dal dipartimento Cultura e Promozione della città del Comune di Bologna, ha voluto prevalentemente porre in evidenza ancora una volta una caratteristica molto particolare: il Teatro cresce.
Cresce nel numero degli spettacoli, cresce nella varietà di un’offerta che va dalla prosa classica alla danza contemporanea; dalla commedia musicale al teatro di parola dalla rinnovata centralità con tanti classici e incursioni nel contemporaneo, alla quale si affiancano proposte dal forte impegno civico e nuove letture. Il tutto per un’offerta di grande livello che guarda allo stesso tempo l’affezionato pubblico di via Cartoleria e a spettatori che magari si avvicinano per la prima volta alla magia di questo spazio teatrale. 
Un viaggio profondo ed emozionante attraverso i temi che da sempre interrogano artisti e intellettuali come il divino, la fragilità umana, l’amore, la libertà, l’identità, la scienza.
Le opere che hanno fatto la storia del pensiero e della cultura, dai Vangeli a Stanley Kubrick; la voce imprescindibile delle donne; la migliore danza nazionale e internazionale, i grandi concerti, dalla classica alla musica d’autore, fino agli intrattenimenti del genere brillante.
Sono i tasselli che compongono il nuovo cartellone con il patrocinio e il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia-Romagna, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, solo per citarne alcuni. Firmato dalla Direzione Artistica formata da Livia Amabilino (La Contrada - Teatro Stabile di Trieste), Berto Gavioli (Teatro Michelangelo di Modena) e Stefano Degli Esposti (Dems Teatro), conta complessivamente più di 60 spettacoli per oltre 120 repliche e include il progetto speciale Stasera gioco in casaUna vita di canzoni che, dal primo novembre, vedrà Gianni Morandi mattatore in esclusiva sul palco con 16 concerti in forma acustica (presente a sorpresa in sede di conferenza, ha allietato il pubblico giornalistico con un breve e divertente show insieme alla voce e chitarra di Mario Lavezzi) tra cui il gran galà di Capodanno del 31 dicembre.

“Nel salutare la nona Stagione dalla riapertura, mi piace ricordare come l’identità del Teatro Duse sia rimasta in questi anni immutata, – sottolinea il presidente del cda Walter Mramor (associazione ArtistiAssociati di Gorizia) - lo testimonia la scelta di una programmazione varia e composita, non ricercando il clamore, ma accompagna giorno per giorno la vita della sua comunità attraverso progetti formativi, collaborazioni con le altre strutture culturali cittadine, iniziative divulgative: una visione ampia, rivolta al territorio e con una spiccata valenza sociale”. “Il Duse – prosegue Mramor – è, inoltre, al centro di una rete di rapporti e relazioni che lega pubblico, artisti, istituzioni; grazie a loro è cresciuto in questi anni e, sono certo, continuerà a farlo in quelli a venire, confermandosi quale vitale e irrinunciabile luogo di cultura della città”.

DUSEoltre
Confermando, dunque, la struttura di una Stagione multidisciplinare, articolata lungo diversi percorsi e rispettive formule di abbonamento, accanto al cartellone del DUSEprosa svelato a maggio, per il filone DUSEoltre, il 18 novembre salirà sul palco Moni Ovadia con il suo nuovo spettacolo Dio Ride - Nish Koshe, viaggio di ricerca nella storia ebraica, tra musica, parole, ironia e spiritualità, affidato a cinque musicanti erranti e a un narratore.
Si prosegue il 3 dicembre con l’attesissimo ritorno dell’istrionico Filippo Timi in scena con il suo spiazzante Skianto. Un Timi intimo e anticonvenzionale è autore e interprete di una favola amara che mescola rabbia e dolore a un’esilarante ironia-pop, affrontando i temi della disabilità e dell’isolamento.
Un altro ritorno, quello del giornalista e scrittore Corrado Augias che il 16 gennaio presenterà il nuovo monologo intitolato Il grande romanzo dei Vangel’. Augias sale sul palco con un approccio squisitamente letterario alla storia di Gesù e alla folla di personaggi che animano la tragica e breve avventura del predicatore che osò sfidare il potere.
Tratto dal romanzo autobiografico omonimo, scritto insieme alla moglie Daniela Spada, Cesare Bocci, accanto a Tiziana Foschi, (4 febbraio) porta in scena Pesce d’aprile, storia vera della malattia della moglie, colpita da un ictus pochi giorni dopo il parto. Uno spettacolo lucido, ironico e commovente che parla di fragilità umana, amore e vita con la forza di una testimonianza.
Dal classico shakespeariano rivisitato e ambientato nei giorni nostri, il 24 febbraio debutta Hamlet, con Giorgio Pasotti e Mariangela D’Abbraccio. Qui Amleto è un eroe moderno, incapace di scegliere, imprigionato in una condizione di isolamento, in lotta con sé stesso e in bilico tra follia e desiderio di rivalsa.
Tra musica e scienza, dopo il successo di Planetario (2012) e Botanica (2016), i Deproducers (Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Max Casacci e Riccardo Sinigallia) tornano insieme con DNA, nuovo capitolo del loro progetto Musica per Conferenze scientifiche. Per lo show un frontman d’eccezione: il filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani. Lo spettacolo, in scena l’11 marzo, è un’esperienza immersiva che stupisce il pubblico e permette alla Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro di raccontare, in modo innovativo ed emozionante, il valore culturale della ricerca oncologica.
Il 23 marzo, Lino Guanciale, accompagnato dalle musiche di Davide Cavuti che firma anche la regia, sarà sul palco con Itaca…il viaggio. Lo spettacolo è un racconto che parte dalla figura dell’Odisseo di Omero, per spaziare fino all’Ulisse di Joyce, passando per Dante, Pascoli e D’Annunzio. Un viaggio che abbraccia il teatro, il cinema e la letteratura, con un unico denominatore comune ad altissimo grado semantico e simbolico: il mare.
Si resta in tema di mitiche imprese ed esplorazioni, il 3 aprile con il grande affabulatore Federico Buffa che, dopo il sold out della scorsa stagione, torna al Duse con il nuovo spettacolo dedicato a 2001: Odissea nello spazio, indiscusso capolavoro di Stanley Kubrick. Accompagnato dal Nidi Ensemble, tra musica classica e robotica, passato e futuro, ne L’odissea di Kubrick, Buffa racconta il complesso e meticoloso lavoro di ideazione e realizzazione del film cult uscito in sala nel 1968. La produzione impegnò 35 artisti e progettisti, più di 20 esperti di effetti speciali, un copioso staff di consulenti scientifici tra cui i massimi studiosi di intelligenza artificiale.
Si intitola Velodimaya ed è una sorta di mappa del pensiero contemporaneo, lo spettacolo di e con Natalino Balasso in cartellone il 16 aprile. Attraverso un tempo indefinito, nel vortice degli uomini e delle nazioni, Balasso conduce un’indagine sui drammi, gli affari e gli affanni dei giorni nostri, con il registro di quella comicità raffinata e fuori dagli schemi che lo contraddistingue da sempre.
Il filone che va oltre la prosa, si conclude il 29 e 30 aprile con Alessandro Baricco che legge il suo celeberrimo monologo Novecento, pubblicato nel 1994 da Feltrinelli e approdato nel 1998 al cinema con La leggenda del pianista sull’oceano per la regia di Giuseppe Tornatore. Alessandro Baricco legge Novecento è uno spettacolo ”elegante, leggero, essenziale ed emozionante” come lo definisce lo stesso autore.

DUSEdanza
Particolarmente variegato il programma di danza che si apre il 18 dicembre con Il lago dei cign’ del Russian Classical Ballet diretto da Evgeniya Bespalova. Dopo il successo delle passate stagioni, la compagnia, fondata nel 2005 a Mosca con l’intento di conservare integralmente la tradizione del balletto classico russo, sarà protagonista anche il 30 dicembre con un altro dei classici più amati: Lo schiaccianoci (DUSEextra).
Tra i corpi di ballo ormai di casa al Duse anche il Balletto di Roma che il 23 gennaio porterà in scena Io, Don Chisciotte, con la regia e coreografie di Fabrizio Monteverde. Lo spettacolo, che dà il via ai festeggiamenti per i 60 anni di carriera e di successi della compagnia, ruota attorno alla rivincita del senso individuale contro il dominio dell’astratta universalità delle leggi umane: una lotta contro i mulini a vento che diventa metafora della ricerca di un’identità.
Il 12 febbraio, spazio alla passione argentina e al tango trasformista della Tango Rouge Company con lo spettacolo Noches de Buenos Aires, un tango che prima di indossare i lustrini del palcoscenico ha attraversato la polvere delle strade e che irrompe nei giochi dei bambini, prima di stravolgere le dinamiche di seduzione degli adulti. In scena 8 ballerini tra cui Yanina Quiñones e Neri Piliù, che firmano anche le coreografie e l’Orchestra Tango Spleen.
00 Tra favola e sogno, il 4 marzo si alza il sipario su Alice in Wonderland - E le geometrie del sogno, basato sul racconto di Lewis Carroll. Lo show del Circus-Theatre Elysium è un progetto artistico sofisticato e stupefacente, che intreccia ginnastica acrobatica, recitazione, danza e arte circense. Alice, il Cappellaio Matto, il Coniglio, il Gatto del Cheshire e la Regina Nera appariranno nei loro incredibili costumi, sullo sfondo di suggestive scene 3D.
Il rapporto uomo-natura è, invece, tema al centro della nuova sfida coreutica e concettuale di Indaco - E gli illusionisti della danza, in cartellone il 25 marzo. L’innovativo allestimento della RBR Dance Company Illusionistheatre si avvale di speciali effetti video, illusioni ottiche, mutazioni sceniche, giochi di luci e soluzioni registiche che proiettano il pubblico in un meraviglioso viaggio sensoriale alla ricerca delle origini dell’umanità...

190909_Bo_01_TeatroDuse_AndreaGriminelli190909_Bo_02_TeatroDuse_AliceInWonderland190909_Bo_03_TeatroDuse_GianniMorandi190909_Bo_04_TeatroDuse_OrchestraSenzaSpine190909_Bo_05_TeatroDuse_LeAllegreComari

190909_Bo_06_TeatroDuse_LoSchiaccianoci190909_Bo_07_TeatroDuse_MassimoLopezTullioSolenghi190909_Bo_08_TeatroDuse_OmaggioAEnnioMorricone190909_Bo_09_TeatroDuse_OmaggioAFabrizioDeAndre190909_Bo_10_TeatroDuse_UtoUghi

Tra favola e sogno, il 4 marzo si alza il sipario su Alice in Wonderland - E le geometrie del sogno, basato sul racconto di Lewis Carroll. Lo show del Circus-Theatre Elysium è un progetto artistico sofisticato e stupefacente, che intreccia ginnastica acrobatica, recitazione, danza e arte circense. Alice, il Cappellaio Matto, il Coniglio, il Gatto del Cheshire e la Regina Nera appariranno nei loro incredibili costumi, sullo sfondo di suggestive scene 3D.
Il rapporto uomo-natura è, invece, tema al centro della nuova sfida coreutica e concettuale di Indaco - E gli illusionisti della danza, in cartellone il 25 marzo. L’innovativo allestimento della RBR Dance Company Illusionistheatre si avvale di speciali effetti video, illusioni ottiche, mutazioni sceniche, giochi di luci e soluzioni registiche che proiettano il pubblico in un meraviglioso viaggio sensoriale alla ricerca delle origini dell’umanità.

DUSEracconti - Storie di donne
Per il ciclo DUSEracconti – storie di donne, sono 5 i titoli in cartellone. La rassegna si apre l’11 dicembre con Un autunno di fuoco commedia dolce e graffiante sui delicati e spesso esplosivi rapporti tra madri e figli, scritta da Eric Colbe e diretta da Marcello Cotugno. Nel ruolo della protagonista, un’anziana artista decisa a difendere la sua casa e la sua libertà, la grande Milena Vukotic; accanto a lei Maximilian Nisi, nei panni del figlio e ‘intruso’, che la madre non vede da vent’anni.
Il 22 gennaio un classico della drammaturgia contemporanea: Coppia aperta...quasi spalancata, interpretato da Chiara Francini e Alessandro Federico, diretti da Alessandro Tedeschi, già straordinario interprete di Carrozzeria Orfeo. Al centro del celebre testo scritto da Dario Fo e Franca Rame, l’incontro e scontro tra psicologia maschile e femminile, ma anche l’evoluzione del matrimonio borghese, alla luce della grande contestazione e delle riforme legislative degli anni Settanta.
Il 25 febbraio sarà la volta della commedia di Shakespeare Le allegre comari di Windsor, nel riadattamento di Edoardo Erba e Serena Sinigaglia, che introduce alcuni brani dal vivo da Falstaff di Verdi. In scena Mila Boeri, Annagaia Marchioro, Chiara Stoppa, Virginia Zini.
Dopo il successo di Dove sono le donne? della scorsa stagione, torna la scrittrice Michela Murgia (18 marzo) con Istruzioni per diventare fascisti, tratto dal suo libro omonimo, pubblicato da Einaudi (2018). Sfruttando l’ironia, il paradosso e la provocazione, Murgia riflette insieme al pubblico sulla fatica della democrazia e la tentazione di imboccare la ben più comoda scorciatoia rappresentata dal Fascismo. Ad accompagnare il monologo, la drammaturgia sonora eseguita dal vivo da Francesco Medda Arrogalla.
Il percorso si chiude l’1 aprile con Happy Hour di Cristian Ceresoli, secondo frammento del medesimo dipinto, iniziato con il pluripremiato La merda. Il testo è una partitura letteraria per due corpi. La prova d’attore oltre i limiti è affidata ancora all’intenso talento di Silvia Gallerano che incarna una ragazzina affamata d’amore. Accanto a lei, nel ruolo del fratello, Stefano Cenci, interprete unico e potente. Entrambi vittime di un allegro totalitarismo contemporaneo.

190909_Bo_11_TeatroDuse_IlLagoDeiCigni_facebook

DUSElive – I concerti
Spazio alla grande musica, con i concerti del DUSElive. Oltre a Gianni Morandi e ai già annunciati appuntamenti con Vinicio Capossela (19-20 novembre) e con l’Harlem Gospel Choir (17 dicembre), il 22 novembre salirà sul palco Dodi Battaglia per la tappa bolognese del suo Perle Il tour 2019-2020. Il live propone i brani appartenenti al repertorio più ricercato ed intenso dei Pooh, alcuni inediti e liriche intimistiche, ideali per l’esecuzione a teatro.
Imperdibile serata di musica classica, il 27 novembre, con il grande violinista Uto Ughi che sarà in concerto, insieme al flautista Andrea Griminelli e I Solisti Veneti, per l’esecuzione di  Vivaldi – Le Quattro Stagioni &
I concerti per flauto dell’opera 10
. Il 2 dicembre torna la Glenn Miller Orchestra con Jukebox Saturday Night grande classico registrato da Miller nel 1942, che dà il titolo anche al nuovo album dell’ensemble jazz e swing più famoso al mondo. Il 24 gennaio sarà in concerto Mario Lavezzi con il suo tour teatrale intitolato E la vita bussò che celebra 50 anni di musica d’autore. Un anniversario importante per un raffinato ‘music maker’ come Lavezzi, tra gli artisti più stimati del panorama musicale nazionale, autore di una serie impressionante di hit e brani di enorme successo.
Celebrano vent’anni dal loro debutto sulla scena musicale con How Strange, Innocence, anche gli Explosions in the Sky, formatisi nel 1999 ad Austin, in Texas. Il gruppo sarà al Duse il 5 febbraio per la tappa in città del loro Explosions in the Sky - 20th Anniversary Tour.
Il 31 marzo, il Banco del Mutuo Soccorso torna dal vivo con il Transiberiana Live Tour, concerto dedicato all’ultimo album, Transiberiana, accolto dall’entusiasmo del pubblico e riflesso di tutta la carriera della band.
Si prosegue con un tris di concerti-tributo: il 6 aprile Omaggio a Morricone - Musiche da Oscar con l’Orchestra Ensemble Le Muse, il M° Andrea Albertini alla direzione e al pianoforte e la voce solista di Angelica Depaoli. Il 6 maggio l’Omaggio a Fabrizio De André di Hotel Supramonte, intensa formazione musicale riconosciuta dalla Fondazione de André che farà rivivere l’opera del grande poeta genovese. Infine, il 15 maggio, tornano i The Dark Machine con il loro A taste & flavour Pink Floyd Tribute, tra sperimentalismo e gusto per la classicità, reduci dal successo della passata stagione.

DUSEextra
Per il DUSEextra, oltre al già citato Lo schiaccianoci del Russian Classical Ballet, il 7 maggio torna a grande richiesta Luca Argentero con È questa la vita che sognavo da bambino?, one man show andato sold out nella passata stagione. L’8 maggio si ride sul rapporto tra i due sessi con la coppia Katia Follesa & Angelo Pisani nel loro esilarante spettacolo intitolato Finché social non ci separi. Dopo i sold out delle scorse stagioni, torna al Duse anche il talento comico di Maurizio Battista che il 16 maggio ripercorre trent’anni di carriera e di costume nazionale nel nuovo imperdibile show 30 anni e non li dimostra….

Orchestra Senzaspine al DUSE
Cresce e si rinnova l’appuntamento con l’Orchestra Senzaspine, diretta dai giovani maestri Matteo Parmeggiani e Tommaso Ussardi. Si parte con il debutto della nuova produzione lirica, Le nozze di figaro di Mozart (dal 4 al 6 ottobre) per la regia di Giovanni Dispenza, quindi il tradizionale concerto di fine anno Bollicine (27 e 28 dicembre in doppia replica), Filmusic (dal 17 al 19 febbraio) concerto-spettacolo dedicato alla musica per il grande cinema e, infine, Les ballets (18 e 19 aprile) appuntamento dedicato alle più belle pagine composte per la danza ed il balletto, da Debussy a Bizet, con le coreografie di Alessandro Bigonzetti e Marika Mazzetti. La sesta stagione dei Senzaspine si completa con due appuntamenti al Teatro Auditorium Manzoni: il 15 novembre con Titanico! e il 22 marzo con Shostakovich!.
Confermate anche le collaborazioni con la compagnia Fantateatro diretta da Sandra Bertuzzi che, oltre alla rassegna Un’estate mitica in agenda fino al 12 settembre, debutterà con il nuovo spettacolo La regina delle nevi, in scena per l’Epifania, il 5 e 6 gennaio, come da tradizione a sostegno della Casa dei Risvegli – Luca de Nigris; con la Bernstein School of Musical Theater per l’ottavo A Summer Musical Festival, con l’allestimento e debutto delle nuove produzioni City of Angels (22 e 23 maggio) e Oklahoma! (19 e 20 giugno); e con il Bologna Jazz Festival che porterà al Duse il concerto di Dianne Reeves (31 ottobre).
Giunge alla sua terza edizione la rassegna Bimbi al Duse con Conad, partita il 4 settembre e che, fino al 23 ottobre, alle 18 nel ridotto DUSEpiccolo vedrà in scena il Fantateatro con 7 spettacoli ispirati alla mitologia classica e alle favole più amate di sempre.

DUSEscuola
Continua, infine, il percorso DUSEscuola, progetto formativo condiviso con la Regione Emilia-Romagna, che prevede attività propedeutiche nelle classi, un’offerta degli spettacoli in cartellone divisi nei percorsi classico e contemporaneo, e i nuovi incontri A lezione di teatro dedicati alle correnti della storia del teatro, dall’antica Grecia alle Avanguardie storiche del Novecento.

Crediti fotografici: Ufficio stampa Teatro Duse di Bologna
Nella miniatura in alto: il dirigente Walter Mramor
Al centro una sequenza di spettacoli e artisti in stagione al Duse: Andrea Grimineli; Alice in Wonderland; Gianni Morandi; Orchestra Senza Spine; Le allegre comari di Windsor; Lo schiaccianoci; Massimo Lopez & Tullio Solenghi; Omaggio a Ennio Morricone; Omaggio a Fabrizio De André; Uto Ughi
Sotto: uno dei balletti classici più attesi, Il lago dei cigni






< Torna indietro

Personaggi Approfondimenti Eventi Echi dal Territorio Pagina Aperta


Parliamone
Ecco la Carmen venuta da Ravenna
intervento di Athos Tromboni FREE

200208_Fe_00_Carmen_MartinaBelli_phZaniCasadioFERRARA - Un successo annunciato, quello della Carmen di Georges Bizet proveniente dal Teatro Alighieri di Ravenna dove era andata in scena quale ultimo spettacolo della “Trilogia d’Autunno” nel novembre scorso. Si sapeva che il regista Luca Micheletti era un giovane baritono interprete anche del ruolo di Escamillo (peraltro non in scena a Ferrara nel Teatro Abbado dove ha lasciato il posto al collega Andrea Zaupa, limitandosi a fare la regia già proposta a Ravenna); si sapeva che il pubblico romagnolo aveva accolto quella regia con lunghi applausi e ovazioni, replicate qui dal pubblico ferrarese; si sapeva che nel ruolo eponimo aveva brillato una giovane promessa (promessa già mantenuta, diciamo oggi) che risponde al nome di Martina Belli.
Tutto questo si sapeva. E concordiamo con quanto scrisse
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Jazz Pop Rock Etno
Jekill & Hyde miti contemporanei
servizio di Athos Tromboni FREE

200711_Fe_00_Jekill&Hyde_AndreaMeli_phGiuliaMarangoniFERRARA – Quando Robert Luis Stevenson pubblicava, nel 1886, il suo romanzo Lo strano caso del dottor Jekill e Mr. Hyde non poteva certo immaginare che la trama e soprattutto la “morale” del suo racconto potesse annunciare e precorrere quelle cosiddette questioni etiche che sono più che mai attuali nel terzo millennio, con la permanente dicotomia fra
...prosegui la lettura

Eventi
Livorno lancia il Festival Mascagni
redatto da Athos Tromboni FREE

200710_Li_00_FestivalMascagni_LucaSalvettiLIVORNO - È stato presentato giovedì 9 luglio 2020, in diretta streaming dal Teatro Goldoni di Livorno, il Festival Internazionale Pietro Mascagni che si terrà dal 9 al 19 settembre alla Terrazza Mascagni sul lungomare della città, luogo suggestivo dedicato proprio al compositore labronico. Ma l'anteprima è prevista per domenica 2 agosto 2020,
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Mirael fa Sentire l'Amore
FREE

200709_Fe_00_SentireLAmore_Mirael(MariaPiaPisciotta)FERRARA - Pieno il successo di pubblico per il concerto della cantautrice Mirael, mercoledì 8 luglio 2020, alla Palazzina di Marfisa d'Este, nell'ambito della rassegna "Tempo d'Estate" promossa e patrocinata dal Teatro Comunale "Claudio Abbado" e dall'Amministrazione comunale di Ferrara (Assessorato alla cultura).
I posti a
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Si va in Tutte le direzioni d'estate
redatto da Athos Tromboni FREE

200707_Fe_00_TutteLeDirezioniInSummertime2020_ToninoGuerraVIGARANO MAINARDA (FE) - Tutte le direzioni in Summertime 2020, la rassegna jazz e non solo organizzata dal Gruppo dei 10 di Ferrara, prenderà il via venerdì 10 luglio, proseguendo per tutta l’estate fino all’11 settembre. Apertura ore 20 con aperitivo e a seguire cena (massimo 70 posti, prenotazione consigliata). La location scelta è ancora una
...prosegui la lettura

Classica
Muti e le Dogan che messaggio!
servizio di Attilia Tartagni FREE

200705_Ra_00_LeVieDellAmicizia_RiccardoMuti_phSilviaLelliRAVENNA - Minacciato da una pioggia leggera fattasi rapidamente più insistente, il 3 luglio 2020 si è consumato alla Rocca Brancaleone l’evento cardine del Ravenna Festival, dopo una sosta proclamata dal  M° Riccardo Muti. Il concerto  “sulle vie dell’Amicizia”, l’appuntamento più atteso,  è stato dedicato quest’anno alla Siria, paese in sofferenza
...prosegui la lettura

Personaggi
La Ribezzi senza segreti
intervista a cura di Ramón Jacques / Jordi Pujal FREE

200704_Personaggi_00_IlariaRibezziBRINDISI - Con una carriera in pieno sviluppo il talentuoso mezzosoprano pugliese, nativa di Mesagne, Ilaria Ribezzi ci racconta i suoi inizi nel canto, i pilastri del suo repertorio, la sua personale passione che la lega alla musica e le prospettive future. In questo contesto abbiamo avuto il piacere di intervistarla.
...prosegui la lettura

Classica
Fischer e la Prohaska che meraviglia
servizio di Attilia Tratagni FREE

200704_Ra_00_BudapestFestivalOrchestra_IvanFischer_phMarcoBorggreveRAVENNA - Quanto è bello assistere di nuovo a un concerto live, con i musicisti della Budapest Festival Orchestra schierati sul palco e il loro direttore d’orchestra Ivàn Fischer di cui si può seguire ogni gesto, e ciò anche se la Rocca Brancaleone è un’arena limitata rimpicciolita ulteriormente dai distanziamenti previsti dalle norme anticovid!
...prosegui la lettura

Vocale
La Resurrezione come spettacolo e simbolo
servizio di Athos Tromboni FREE

200702_Fe_00_LaResurrezione_AlessandroQuarta_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Dopo Leonardo da Vinci, ecco Händel. Ci riferiamo al Teatro Comunale "Claudio Abbado" che aveva inaugurato la fase post-confinamento con una serata dedicata al genio toscano, il 15 giugno scorso, animata da Vittorio Sgarbi, con musiche dal vivo di e con Valentino Corvino. E poi il 1° luglio sulle tavole del massimo teatro
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Schicchi č morto di Covid-19
servizio di Nicola Barsanti FREE

200701_TorreDelLago_00_GianniSchicchi_JhonAxelrod _phLorenzoMontanelliVIAREGGIO – Nella cornice della Cittadella del carnevale di Viareggio, il 66° Festival Puccini di Torre Del Lago è iniziato ufficialmente con Gianni Schicchi, l’ultima parte del Trittico pucciniano.  Significativo il fatto che l’opera in questione sia stata composta durante la terribile influenza spagnola che fece milioni di vittime (fra cui la sorella del
...prosegui la lettura

Classica
Musica antica con Dantone e Rossi Lürig
servizio di Attilia Tartagni FREE

200701_Ra_00_MusicaAntica_OttavioDantone_phGiuliaPapettiRAVENNA - Difficile ipotizzare un’interpretazione migliore di quella dell’Accademia Bizantina il 24 giugno 2020 alla Rocca Brancaleone dI Il trionfo del tempo e del disinganno, l’oratorio che Georg Friedrich Händel  compose nel 1707 a ventidue anni e sul quale lavorò mezzo secolo approntandone diverse versioni tra il 1737 e il 1757; nel
...prosegui la lettura

Eventi
Tempo d'Estate a Ferrara
servizio di Athos Tromboni FREE

200629_Fe_00_TempoDEstate2020_MarcoGulinelliFERRARA - È stato presentata oggi alla stampa la rassega «Tempo d'estate a Ferrara», ricchissimo cartellone di iniziative predisposto tra giugno e settembre dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara e dalla Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, una manifestazione polivalente (nel senso che propone tutti i generi di spettacoli musicali,
...prosegui la lettura

Concorsi e Premi
Premio Storchio a Angelo Manzotti
FREE

200624_Mn_00_PremioStorchioAManzottiMANTOVA - Vivissimo successo domenica 21 giugno 2020 alla Rocca Palatina di Gazoldo degli Ippoliti del concerto "Omaggio alla carriera del sopranista Angelo Manzotti", nel quadro delle attività culturali della Associazione Postumia. Elegantemente accompagnato al pianoforte da Laura Gatti, il cantante mantovano ha interpretato magistralmente
...prosegui la lettura

Libri in Redazione
Giulio Neri il dimenticato indimenticabile
recensione di Paolo Padoan FREE

200618_Libri_00_GiulioNeriIlBassoDellOperaGiovanni Marchisio
GIULIO NERI il Basso dell'Opera
Editrice Rugginenti Milano 2020, pp. 300 Euro 21,90
Gli amanti del melodramma, ma ancor più i critici, gli storici, i cultori dovrebbero sentire il dovere morale di ricordare coloro, fra cantanti o direttori d’orchestra,
...prosegui la lettura

Eventi
Ravenna Festival alla Rocca Brancaleone
redatto da Attilia Tartagni FREE

200618_Ra_00_RavennaFestival_RiccardoMutiRAVENNA - Dopo lo stop impresso dal COVID-19 all’economia e alla vita sociale, spettacoli compresi, il Ravenna Festival è fra i primi a ripartire con un viaggio interdisciplinare di oltre 40 eventi dal 21 giugno al 30 luglio 2020. Certamente i protocolli di sicurezza hanno inciso sulla programmazione, riducendo il programma originale ma
...prosegui la lettura

Eventi
Ferrara riparte dal Rinascimento
servizio di Athos Tromboni FREE

200615_Fe_00_TeatroComunaleFerrara_RescaMarioFERRARA - Il Teatro Comunale "Claudio Abbado" è fra i primi (se non il primo in assoluto) a riaprire al pubblico con uno spettacolo dal vivo, proprio il primo giorno utile della fase 2 post-Coronavirus: il tardo pomeriggio di oggi 15 giugno 2020, infatti, vede alle ore 18 l'inaugurazione della mostra di locandine e manifesti storici «La pelle del teatro
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
In chordis et plectro
recensione di Edoardo Farina FREE

200601_Dischi_00_GiulioTampalini_CopertinaCDL’ultimo lavoro discografico dell’Orchestra a plettro “Gino Neri” di Ferrara, In chordis et plectro - Viaggio nella musica per chitarra e orchestra a plettro - distribuito dall’etichetta “Movimento Classical”, intende offrire un’esperienza di ascolto originale relativa a un ampio ventaglio di composizioni appartenenti a stili e periodi diversi, accomunati dal fatto di
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
Il doublebass di Valentina
recensione di Simone Tomei FREE

200607_00_Dischi_ValentinaCiardelliCopertina1CD audio “Music from the Sphinx”
Valentina Ciardelli contrabbasso, Alessandro Viale pianoforte
musiche di Ciardelli, Granados, Puccini, Schubert, Serra, R.Strauss, Tabakov, Viale, Zappa
Da Vinci Classics

Concettualmente la Sfinge
...prosegui la lettura

Eventi
Anna Maria Chiuri canta per Piacenza
intervista di Simone Tomei FREE

200423_Pc_00_Pc_AnnaMariaChiuri_ritrattoPIACENZA - Aprile 2020. Nel corso di un pomeriggio domenicale, mentre cerco di godere di qualche timido raggio di sole in questi giorni di “quarantena”, scambio alcuni messaggi con il mezzosoprano Anna Maria Chiuri. Visto che la conversazione si protrae e diventa ben più corposa di un semplice scambio di saluti e amenità,
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
La Benedizione di San Francesco
servizio di Athos Tromboni FREE

200411_00_PreghieraASanFrancesco_FeliciaBongiovanniBOLOGNA - In tempo di Covid-19 gli artisti sono fermi a casa. Come tanti di noi. Questo limita ma non impedisce la loro creatività, né il loro contributo, con i mezzi possibili, alla socializzazione della loro arte. È il caso del soprano Felicia Bongiovanni; durante una conversazione telefonica la Bongiovanni ci ha spiegato quello che ha fatto nel periodo pasquale di
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310