Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

Napoletana di Roma č stata insignita del prestigioso Premio Frescobaldi 2018

Cinzia Forte ieri oggi domani

intervista di Athos Tromboni

Pubblicato il 18 Aprile 2018

180418_00_CinziaForte_MiniaturaFERRARA - Abbiamo incontrato il soprano Cinzia Forte durante la preparazione di un Elisir d'amore di Gaetano Donizetti dove erano impegnati alcuni suoi allievi e allieve del Conservatorio "Girolamo Frescobaldi" dove lei è docente. Si trattava di una recita preparata per le scuole di Ferrara e provincia. La Forte è napoletana di nascita e romana di adozione; ha iniziato gli studi musicali all'età di cinque anni sotto la guida del padre. Ha proseguito gli studi al Conservatorio e, contemporaneamente agli studi classici, si è diplomata in Pianoforte e Canto Lirico. All'avvio di carriera ha vinto numerosi concorsi internazionali tra cui il "Giacomo Lauri Volpi" di Latina e il "Belli" di Spoleto.
Dopo il debutto, avvenuto al Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, la sua carriera è decollata al punto che anno dopo anno si vede invitata dai più prestigiosi teatri e istituzioni concertistiche internazionali.
La sua vocalità è quella del soprano lirico di agilità, applaudita nelle opere di belcanto e particolarmente apprezzata per le sue interpretazioni di Violetta in La traviata e Gilda nel Rigoletto di Giuseppe Verdi; ha poi aggiunto nuovi ruoli al suo repertorio quali la Contessa d'Almaviva in Le Nozze di Figaro di Mozart, Desdemona in Otello di Verdi e Anna Bolena nell'omonima opera di Donizetti. Il suo repertorio conta circa 90 ruoli debuttati, e comprende tutto il repertorio oggi eseguito di autori quali, oltre quelli citati, Vincenzo Bellini, Gioachino Rossini, Charles Gounod e Jules Massenet. Collabora da anni con direttori d’orchestra di fama internazionale.
Nella sua carriera ha ricevuto tanti riconoscimenti da Circoli e Associazioni musicali italiane e straniere, ultimo dei quali il prestigioso "Premio Frescobaldi 2018" che le sarà conferito il 29 aprile dal Circolo Culturale Amici della Musica "Girolamo Frescobaldi" di Ferrara.
Ecco adesso l'intervista:

180418_01_CinziaForte_Na_LeNozzeDiFigaro180418_02_CinziaForte_Liegi_LaTraviata
180418_03_CinziaForte_Tv_IlTurcoInItalia

Cinzia Forte, lei sta lavorando molto, come docente, con tanti giovani cantanti. Non le pesa rinunciare a qualche scrittura allettante per dedicarsi all'insegnamento?
Fino ad oggi sono riuscita a far conciliare le due attività senza che l’una soffrisse dell’esistenza dell’altra.
Amo molto lavorare con i giovani perché provo altrettante soddisfazioni nel prepararli e avviarli alla carriera.
E’ un modo per continuare a cantare attraverso le loro voci, attraverso una gamma espressiva amplificata dalla varietà dei registri e dei timbri. Ho sempre avuto attitudine all’insegnamento: mi sono diplomata in pianoforte e molto presto ho cominciato a insegnare per preparare i ragazzi fino al diploma.
Successivamente mi mantenevo agli studi di canto impartendo lezioni ai cantanti dei numerosi cori romani.

180418_04_CinziaForteCesareCatani_Mo_LaTraviata 180418_05_CinziaForteGiuseppeFilianoti_To_Medea 180418_06_CinziaForteLorenzoRegazzo_Ps_LaGazzetta
180418_07_CinziaForteVincenzoTaorminaElenaBorin_Vr_LElisirDAmore

Ci descriva l'emozione che provava quando giovanissima ha debuttato a Spoleto
Svolgo l’attività di cantante da quasi trent’anni ma il debutto in teatro è avvenuto appunto a Spoleto nel 1991.
Sono stati due anni bellissimi e densi di incontri artistici importanti, di soddisfazioni e ovviamente anche di sacrifici. Il mio rapporto con la musica è iniziato molto tempo prima con il pianoforte ma quando sono salita per la prima volta sul palcoscenico e ho sentito il calore del pubblico, ho capito che quella sarebbe stata la mia strada.
Adesso ci dica qual è l'emozione che prova quando va in scena oggi, che è in splendida carriera. È diversa o è sempre la stessa?
Salire sul palcoscenico è sempre una grande emozione, guai se non fosse così. Ovviamente i primi applausi e i primi debutti rimangono impressi anche perchè aiutano a credere nelle proprie qualità e a dare l’avvio alla carriera. Ma l’emozione prima di entrare in scena  è sempre la stessa, anche perché ogni serata è diversa dall’altra e il pubblico cambia sera dopo sera. Ogni giorno dobbiamo rimetterci in gioco. Questa è la magia del teatro.
A lei viene riconosciuta una notevole cura nell'uso della tecnica nel canto lirico: in percentuale, quanto conta secondo lei la tecnica e quanto la spontaneità interpretativa nell'affrontare un ruolo?
La tecnica e l’interpretazione sono le facce di una stessa medaglia e nel canto non possono essere separate. L’una esiste in funzione dell’altra. La spontaneità interpretativa, senza una tecnica che la sostenga, è destinata ad esaurirsi in poco tempo. Apprendere la tecnica, invece, significa diventare padroni dello strumento per poter rendere appieno le emozioni della musica e del personaggio.
Inoltre la  tecnica fa sì che la riuscita di una performance non sia casuale. Questo significa essere artisti professionisti.
Quali sono i personaggi che le hanno dato maggiore soddisfazione?
Ho interpretato oltre un centinaio di ruoli e ognuno di essi mi ha lasciato qualcosa. Anche quello che all’inizio mi sembrava distante. Amo di più quei ruoli che sono più adatti alla mia voce e che, per questo motivo, ho cantato più spesso: alcuni tra questi sono il personaggio di Violetta de La Traviata, quello di Lucia di Lammermoor, di  Susanna delle Nozze di Figaro. Ultimamente ho aggiunto al repertorio  ruoli più lirici come quello della Contessa altro personaggio fondamentale delle Nozze di Figaro; poi quello di Anna Bolena, di Desdemona dell’Otello e di Alice del Falstaff di Verdi, di Cio cio San della Madama Butterfly di Puccini.
Il ruolo di Corinna, la poetessa del Viaggio a Reims di Rossini, invece, mi è particolarmente caro perché nel 2001, grazie al successo di critica e di pubblico ottenuto, mi aprì le porte dei teatri spagnoli dove ho cantato molto negli anni successivi.

180418_08_CinziaForte_Fe_IlTurcoInItalia 180418_09_CinziaForte_Vr_LElisirDAmore 180418_10_CinziaForte_Na_LeNozzeDiFigaro
180418_11_CinziaForte_Ts_OrfeoEdEuridice 180418_12_CinziaForteSimoneAlberghini_Pesaro2003 180418_13_CinziaForte_Ca_Otello

Qual è un personaggio che non ha mai interpretato e che le piacerebbe affrontare?
Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea e Nedda dei Pagliacci di Ruggiero Leoncavallo.
Si sente più portata per un ruolo d'opera buffa, per esempio Elisir o Turco in Italia, o per i ruoli tipici del melodramma romantico?
Ho iniziato con i ruoli di carattere brillante assecondando la giovane età e la natura vocale, agile ed estesa verso l’acuto. Come dicevo, accanto a quei ruoli ne ho aggiunti altri più lirici, particolarmente adatti oggi alla voce e alla personalità più matura.
Qual è il teatro internazionale che l'ha chiamata e lei non se l'aspettava?
Il Teatro Liceu di Barcellona. Mi chiamò a interpretare il ruolo di Lisetta nella Gazzetta di Rossini: imparai la parte in poche settimane di prove e fu un’esperienza indimenticabile non solo per il successo ricevuto ma anche per l’amicizia con i colleghi e con il grande Dario Fo, che ne curava la regia. Dopo qualche mese fummo chiamati a ripetere l’esperienza al Rossini Opera Festival di Pesaro, dove avevo già cantato.
Qual è il teatro internazionale dove ancora non ha cantato e se la chiamassero accetterebbe felice?
Il teatro Metropolitan. Nonostante abbia girato il mondo in lungo e in largo, non sono mai stata a New York.
Veniamo ai giovani che lei sta preparando: cosa cerca di trasmettere loro, al di là della tecnica di canto?
Oltre alla disciplina, all’amore per lo studio e alla capacità di sacrificarsi per raggiungere gli obiettivi è molto importante non perdere quell’umiltà che ci consente di crescere sempre. E’ facile sentirsi arrivati quando si è giovani. Con loro lavoro anche per far emergere quella sana individualità ed esuberanza che rende protagonisti assoluti sulla scena mentre cerco di prevenire le manifestazioni divistiche, oggi del tutto anacronistiche. Bisogna saper stare in palcoscenico e rispettare il lavoro di tutti.
Quando uno dei suoi allievi è chiamato a un debutto importante, lei partecipa emotivamente (oltre che, quando possibile, personalmente) o mantiene l'aplomb dell'insegnante che non deve mostrare le proprie emozioni?
Quando i ragazzi ricevono un premio o una scrittura, gioisco con loro ma allo stesso tempo desidero che considerino queste soddisfazioni  un punto di partenza e non di arrivo. Cerco di incitarli a fare sempre meglio, motivandoli ma rimanendo con i piedi per terra. L’insegnante di canto per certi versi è paragonabile all’allenatore sportivo perché nel canto c’è una grossa componente atletica.
Ci racconti adesso di una delusione che l'ha turbata durante la sua attività
Non mi viene in mente una delusione professionale che mi abbia particolarmente segnato, forse perché tendo a guardare avanti e a buttare alle spalle le negatività. Sarei più fragile se le delusioni avvenissero sul piano dei rapporti umani...
Ci parli del babbo, che sembra avere avuto un'importanza fondamentale nella sua formazione artistica e nel carattere personale di Cinzia Forte
Mio padre  è stato determinante soprattutto all’inizio del percorso che mi ha portato alla musica, prima avviandomi allo studio del pianoforte e successivamente alla lirica, essendo lui stesso un appassionato che ha studiato musica e canto. Non si è dedicato alla carriera, avendone già in corso un’altra, ma il canto è stato il  leitmotiv della sua vita. Lo è ancora se si pensa che oggi, a 85 anni, non rinuncia, quando si presenta l’occasione, a cantare presso i circoli lirici di Roma. Fino a qualche anno fa mi ha seguito nei miei viaggi e mi ha sempre sostenuto elargendo consigli.
Come considera oggi la critica musicale? Serve o non serve?
Quando il giudizio dell’esperto è costruttivo e aiuta a migliorare l’artista, credo che sia molto utile e importante. Il critico ha una grande responsabilità verso il pubblico che legge e verso l’artista che giudica. Per questo sono importanti la professionalità e l’esperienza, al pari di quella che si richiede all’artista che viene giudicato.
Come considera le cosiddette "regie moderne"? Favorevole o contraria?
Sono d’accordo quando si rispetta la musica e quando l’opera si svolge mantenendo una logica narrativa. Per apportare elementi innovativi nell’opera bisognerebbe prima di tutto conoscerla e amarla. Mi sono spesso imbattuta in registi estranei al mondo operistico e insensibili alla musica, che tenevano conto soltanto del libretto. L’opera è altra cosa rispetto alla prosa. La musica segna una traccia ben precisa dalla quale ci si può allontanare solo se la si conosce, nel rispetto del compositore e del libretto stesso.
Se le proponessero una parte per un'opera contemporanea, dove la musica è più afferente la matematica che non la melodia, e il successo di pubblico non è garantito, cosa risponderebbe?
Non mi sono mai posta nei confronti della musica con dei preconcetti riguardo al periodo storico. Esiste musica buona e cattiva. Ho preso parte a concerti e produzioni di musica contemporanea. Per evitare sorprese cerco sempre di ascoltare altri lavori del compositore prima di accettare, altrimenti, quando si entra nel campo della sperimentazione si rischia di dover piegare la voce a scritture ineseguibili, che sono dei veri e propri attentati alla salute vocale e… alla pazienza degli  ascoltatori. Tra le cose più interessanti che ho eseguito in questo repertorio, senza dubbio  metterei al primo posto la Phedra di Henze, ma parliamo di un compositore che è già entrato a pieno titolo nella storia della musica.

180418_14_CinziaForteAnneCatherineGilletMarioCassiWiardWitholt_Liegi_LeNozzeDiFigaro

Quali sono gli impegni futuri?
Oltre ai ruoli già cantati ho in programma alcuni debutti, tra cui Amelia in Un ballo in maschera di Verdi, Mimi ne La Boheme e Liù in Turandot di Puccini. Mi sto dedicando molto alla concertistica. Ho appena eseguito le Sette Romanze di Shostakovich al Teatro di San Carlo di Napoli e prossimamente sarò impegnata in una serie di concerti dedicati a Gioachino Rossini, precisamente ai Péchés de vieillesse insieme al famoso musicologo e critico musicale Sandro Cappelletto, che curerà degli intermezzi in prosa, scritti e recitati da lui stesso.

180418_15_CinziaForteCesareCatani_facebook

Ringraziamo Cinzia Forte della disponibilità e le auguriamo, a nome anche di tutta la redazione, un prosieguo di successi e soddisfazioni. Meritati.

Crediti fotografici: Roberto Ricci (Parma), Foto Piccinni (Treviso), Ramella & Giannese (Torino), Amati Bacciardi (Pesaro), Maurizio Brenzoni (Verona), Marco Caselli Nirmal (Ferrara), Fabio Parenzan (Trieste), Priamo Tolu (Cagliari), Photo Croisier (Liegi)
Nella miniatura in alto: un'intensa espressione di Cinzia Forte
Sotto in sequenza: in Le Nozze di Figaro (ruolo della Contessa) a Napoli; in La Traviata a Liegi; in Il turco in Italia a Treviso; con Cesare Catani in La Traviata a Parma; con Giuseppe Filianoti in Medea (ruolo di Glauce) a Torino; con Lorenzo Regazzo in La Gazzetta a Pesaro; con Vincenzo Taormina ed Elena Borin in L'elisir d'amore a Verona
Al centro in sequenza: ancora in Il turco in Italia a Ferrara e in L'elisir d'amore a Verona; in Le nozze di Figaro (ruolo di Susanna) a Napoli; in Orfeo ed Euridice a Trieste; con Simone Alberghini in Adelina a Pesaro; in Otello di Verdi a Cagliari
Sotto: con Anne Catherine Gillet, Mario Cassi e Wiard Witholt in Le nozze di Figaro a Liegi
In fondo: ancora nel ruolo di Violetta Valery in La Traviata a Parma (con Cesare Catani)






< Torna indietro

Personaggi Approfondimenti Eventi Echi dal Territorio Pagina Aperta


Parliamone
La Euyo se fosse la chiave di volta?
intervento di Athos Tromboni FREE

180923_Parliamone_00_EuyoStringEnsemble_MatsZetterqvistFERRARA - E se fosse la chiave di volta per un ampliamento della musica sinfonica dal plurieseguito repertorio di tradizione alle eccellenze del Novecento? Questo ci si chiedeva sabato 22 settembre 2018 assistendo al concerto della formazione d’archi della European Union Youth Orchestra, una formazione di 20 archi guidati da due eccellenti musicisti della Chamber Orchestra of Europe ben noti ai ferraresi, perché molti dei presenti in teatro hanno seguito la Coe fin dal 1989, quando il maestro Claudio Abbado portò quell’orchestra in residenza nella città estense. Sul palcoscenico erano 18 ragazzi e ragazze della Euyo, queste ultime con le loro sciarpe azzurre stellate, guidati dall’esperto primo violino Mats Zetterqvist e dall’eccellente violoncellista Richard Lester. In aggiunta agli archi, per l’esecuzione del primo brano (autore Arvo Pärt, Cantus in memoriam Benjamin Britten) c’era il bravo percussionista Boris Bondinof
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Personaggi
Suor Angelica la vivrō da mamma...
intervista di Simone Tomei FREE

181021_Lu_00_AlidaBertiLUCCA - Eccoci come promesso al terzo appuntamento di questa maratona lucchese per presentarvi il terzo debutto nel dittico pucciniano Suor Angelica e Gianni Schicchi battistrada per la la stagione lirica del Teatro del Giglio 2018/2019; è la volta del soprano Alida Berti che affronta proprio il grande ruolo di Suor Angelica del quale ci parlerà in
...prosegui la lettura

Personaggi
Rosiello lusingato d'essere Schicchi
intervista di Simone Tomei FREE

181019_Lu_00_MarcelloRosielloLUCCA - Eccoci al secondo piacevole incontro, questa volta con il baritono Marcello Rosiello al suo debutto lucchese nel ruolo di Gianni Schicchi; anche per lui il racconto della nostra chiacchierata è preceduto dal suo curriculum.
Nato a Bari, studia canto con Lucia Naviglio e Pietro Naviglio e
...prosegui la lettura

Personaggi
Cerco nel personaggio la mia veritā
intervista di Simone Tomei FREE

181016_Lu_00_IsabelDePaoli_phFabioParenzanLUCCA - Vivere Giacomo Puccini ed ascoltare le sue opere nella città dove è nato, è sempre una grande emozione e da lucchese doc non posso che esprimere felicità nel poter vedere dei bravi interpreti debuttare i ruoli del “mio” compositore proprio nel Teatro di Lucca.
Inizierò quindi questo “Trittico” di debutti con il
...prosegui la lettura

Vocale
Missa Solemnis da applausi
servizio di Athos Tromboni FREE

181014_Fe_00_MissaSolemnisHofkapelleStuttgard_FriederBerniusFERRARA - Dopo un’ampia pagina dedicata con successo e grande soddisfazione alla Euyo (quattro concerti a partire dall’agosto scorso), il cartellone di Ferrara Musica è approdato il 12 ottobre 2018 al primo appuntamento con un’orchestra e un coro “non residenti”: la Hofkapelle Stuttgard e il Kammerchor Stuttgard entrambe dirette
...prosegui la lettura

Personaggi
Roberto de Candia prima della prima
intervista di Simone Tomei FREE

181005_No_00_RobertoDeCandiaNOVARA - Abbiamo incontrato il baritono Roberto de Candia che ci ha raccontato qualcosa di sé nell’imminenza del debutto nel ruolo di Rigoletto nell’omonima opera di Giuseppe Verdi al Teatro Coccia di Novara. Conosciamo un po’ meglio questo artista attraverso il suo curriculum.
Dopo aver iniziato gli studi come violoncellista
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Festival Verdi impressioni d'un cronista
Simone Tomei FREE

180930_Pr_00_GiuseppeVerdiPARMA - La fine del mese di settembre richiama melomani, critici e curiosi del mondo del melodramma in terra emiliana e più precisamente a Parma per l’atteso Festival Verdi che quest’anno ha raggiunto la sua maggiore età; un Festival preparato nei minimi dettagli e con una cura quasi certosina per i dettagli: prova ne è, tra le la altre, il
...prosegui la lettura

Classica
Euyo e Chamber Academy belle realtā
servizio di Edoardo Farina FREE

180928_Fe_00_HeloiseDeJenlisFERRARA - La corrente stagione sinfonica e cameristica di Ferrara Musica ha visto nel pomeriggio del 27 settembre 2018 la seconda giornata di concerti per quanto concerne  l’attività di Ferrara Chamber Academy, organizzata per la prima volta quest'anno da EUYO e Ferrara Musica al Teatro Comunale Claudio Abbado. L’Accademia ha
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Un ottimo Trovatore
servizio di Simone Tomei FREE

180924_Liegi_00_Trovatore_FabioSartori_phOperaRoyalDeVallonieLIEGI - Ogni volta che mi trovo ad ascoltare Il trovatore di Giuseppe Verdi non posso fare a meno di ammirarne la contraddittoria perfezione drammaturgica e musicale; il connubio tra Salvatore Cammarano ed il Cigno di Busseto ha creato uno dei capolavori che, a mio avviso, è da annoverare nell’olimpo del Teatro in Musica. La repetita
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Rivive d'Ambrosio ai Servi
redatto da Athos Tromboni FREE

180922_Lu_00_Animando_AlfredoDAmbrosioLUCCA - Risorgono due concerti per violino e orchestra di grande pregio musicale: nella città toscana, infatti, il 7 ottobre 2018, per iniziativa del Comitato per i Grandi Maestri di Ferrara e l’associazione musicale “Animando Lucca”, saranno eseguiti il Concerto n.1 per violino e orchestra in Si minore op.29 e il Concerto n.2 per violino e orchestra in
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Rigoletto e Trovatore tuoni e fulmini
servizio di Simone Tomei FREE

180919_Fi_00_Rigoletto-Trovatore_FabioLuisiFIRENZE - Tre giorni sono stati necessari per sbollire, freddare e decantare, ma anche assaporare e rielaborare le emozioni del mio fine settimana fiorentino in cui ho assistito alla rappresentazione di parte della Trilogia verdiana al Teatro del Maggio Musicale; sbollire, freddare, decantare, assaporare e rielaborare sono azioni rivolte a ciascuno degli
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Dolce sentire davanti la chiesa
servizio di Edoardo Farina FREE

180915_00_Scacchi_GruppoMandolinisticoCodigorese_RenatoVanziniLIDO DI SPINA (FE) - Concerti d’estate, dopo il prestigioso appuntamento presso l’incantevole Sala delle Stilate attigua l’Abbazia di Pomposa nell’ambito dell’omonima stagione “Musica a Pomposa”, il Gruppo Mandolinistico Codigorese da quest’anno sotto la direzione del maestro Renato Vanzini è tornato nella serata del 5 agosto 2018 al Lido di
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Successo per le Cartoline Pucciniane
servizio di Simone Tomei FREE

180922_Lu_00_CartolinePucciniana_YukoTsuchiyaLUCCA - Anche quest’anno nella splendida cornice di Piazza Cittadella nel centro della città e sotto le finestre della casa natale di Giacomo Puccini si sono tenute, come ormai consuetudine, le "Cartoline Pucciniane". La loro realizzazione è frutto della collaborazione tra Il Teatro del Giglio, la Fondazione Giacomo Puccini e il Comune di Lucca i quali
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
La Casa della Musica si presenta
redatto da Athos Tromboni FREE

180911_00_Vigarano_OstiMariaCristinaVIGARANO PIEVE (FE) - Settembre segna da anni il ritorno a scuola dei ragazzi e dei giovani; riparte la scuola dell'obbligo ma anche le altre scuole sono ai blocchi di partenza, comprese quelle di formazione e/o alto perfezionamento. In sintonia con il periodo, anche a Vigarano Pieve - nel Comune di Vigarano Mainarda (Ferrara) - è tutto pronto per
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Ecco le 'Carte' di Trioschi
servizio di Athos Tromboni FREE

180909_00_Fusignano_TrioschiMarinoFUSIGNANO (RA) - Si chiama Carte. Semplicemente Carte, la mostra di pittura che Marino Trioschi ha allestito quest’anno per la Festa della Madonna di Fusignano nelle stanze della residenza Ca’ Ruffo. Una breve personale, in parete dal 6 al 9 settembre 2018, perché tanto (o tanto poco) durano i “giorni della Madonna” di Fusignano,
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Fine stagione con mezza Aida
servizio di Simone Tomei FREE

180902_Vr_00_BarbiereDiSiviglia_NicolaAlaimo_FotoEnneviVERONA - Come un cerchio che si chiude è giunto al termine anche il 96.mo Festival lirico dell’Arena di Verona con le ultime repliche di alcune opere in cartellone e con nuovi interpreti di cui vi darò conto in questo scritto. Il Festival edizione 2018 ha avuto un più che favorevole andamento stagionale (dal punto di vista atmosferico), salvo
...prosegui la lettura

Personaggi
Vado dove mi porta la voce
a cura di Angela Bosetto e Simone Tomei FREE

180829_00_Personaggi_Mario Cassi_phFrancescoSquegliaVERONA - Incontriamo… ebbene sì “non son solo, siamo in due”, come direbbe il bohémien Rodolfo agli amici di ventura nel capolavoro pucciniano. Per questo ameno confronto con il baritono aretino Mario Cassi ho voluto accanto a me una cara amica e collega, Angela Bosetto, con la quale ho condiviso serate estive in Arena e pomeriggi
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Una tradizione musicale ferrarese
servizio di Edoardo Farina FREE

180828_Fe_00_GinoNeriFERRARA - Superato l’ambito traguardo dei 100 anni dalla fondazione avvenuto il 7 febbraio 1998 ove per l’occasione fu organizzato un prestigioso concerto presso il Teatro Comunale con altrettanti 100 mandolinisti, uno a rappresentarne ogni anno trascorso, il 2018 continua a proporsi all’insegna di numerose attività artistiche già
...prosegui la lettura

Vocale
Tante stelle ma brilla solo la Traviata
servizio di Simone Tomei FREE

180827_Vr_00_VerdiOperaNight_StefanoTrespidiVERONA - Ancora una serata di musica all'Arena di Verona: questa volta per il Verdi Opera Night tenutosi domenica 26 agosto 2018. I comunicati stampa avevano annunciato da tempo una «serata memorabile» dedicata a Giuseppe Verdi per suggellare ancor di più il legame indissolubile tra l’anfiteatro veronese ed il Cigno di Busseto; era stata
...prosegui la lettura

Pianoforte
Euyo e il pubblico va in delirio
servizio di Athos Tromboni FREE

180826_Fe_00_Euyo-GianandreaNoseda_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Introdotto da una conferenza stampa il 24 agosto, in pieno Buskers Festival 2018, è stato presentato il secondo concerto della European Union Youth Orchestra (per tutti, ormai, la “Euyo”) a coronamento della residenza ferrarese di questa orchestra giovanile europea. All’incontro con la stampa, oltre a un nutrito gruppo
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Barbiere, Nabucco, Aida, le repliche
servizio di Simone Tomei FREE

180820_Vr_00_Barbiere_MarioCassi_FotoEnneviVERONA - Ancora Arena nel pieno del 96.mo Opera Festival con un’incursione di metà agosto per tre serate di grande musica ascoltando i cast alternativi di tre grandi capolavori del Teatro in Musica in cui il genio di Gioachino Rossini si è sposato con quello di Giuseppe Verdi... ma andiamo con ordine, cominciando dal capolavoro buffo del pesarese.
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Didone abbandonata e... ritrovata
servizio di Simone Tomei FREE

180818_00_Innsbruck_Didone_ViktorijaMiskunaite_phRupertLarlINNSBRUCK - Le mie trasferte estive mi hanno visto spettatore la sera del 14 agosto 2018 anche all’ Innsbrucker Festwochen Der Alten Music in occasione di una recita della Didone abbandonata di Giuseppe Saverio Mercadante, dramma per musica su libretto di Pietro Metastasio. Il mito di Didone prende le mosse dall’epica virgiliana nel libro IV
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Look Mama dalle canzoni al jazz
servizio di Edoardo Farina FREE

180814_Fe_00_MusicaAMarfisa_LookMama_DavideZabbariFERRARA - La rassegna “Musica a Marfisa d’Este” nel giardino della splendida loggia rinascimentale, mirabile esempio di residenza signorile ferrarese del XVI° secolo, ove l’edizione 2018 ancora una volta è stata in grado di confermare l’interessante iniziativa estiva organizzata dal Circolo Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in
...prosegui la lettura

Vocale
Mefistofele sotto la luna rossa
servizio di Attilia Tartagni FREE

180809_VillaRamona_00_FrancescoElleroDArtegna_phCarloMorgagniVILLA RAMONA (RA) - Grande successo per “Ricordando Arrigo Boito” il 27 luglio 2018 a Villa Ramona di San Pietro in Trento, location prestigiosa della provincia ravennate che accoglie ogni estate un concerto lirico organizzata dall’Assessorato al Decentramento del Comune di Ravenna, dall’Associazione culturale Villa Ramona e dal
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Aida e Carmen i cast alternativi
servizio di Simone Tomei FREE

180807_Vr_00_Aida_SusannaBranchini_FotoEnneviVERONA - Vengo a voi con un po' di ritardo nel darvi conto della mia “incursione” areniamo delle idi di agosto dove ho assistito ad una ripresa della Carmen di Bizet e dell’Aida di Giuseppe Verdi per ascoltare i cast alternativi di questa stagione estiva; l’elemento comune alle due serate è stato senza dubbio il caldo torrido che si è abbattuto
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Quarta Academy col Macbeth
servizio di Attilia Tartagni FREE

180806_Ra_00_Academy_MutiRiccardoRAVENNA - Il 2018 per Riccardo Muti è stato decisamente l’anno del Macbeth di Giuseppe Verdi. Dopo l’opera in forma di concerto con  il Maggio Musicale Fiorentino a Firenze e al Ravenna Festival, essa è stata materia di studio per l’alta formazione in direzione d’orchestra e in accompagnamento pianistico dei cantanti nella 4°
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Grande Nucci nel bel Barbiere
servizio di Simone Tomei FREE

180805_Vr_00_IlBarbiereDiSiviglia_LeoNucci_FotoEnneviVERONA - E con la sera del 4 agosto 2018 ecco che si invola sul palcoscenico dell’Arena di Verona il quinto titolo previsto per la 96.ma stagione nell’anfiteatro scaligero: Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini; nella ricorrenza delle celebrazioni per i centocinquanta anni dalla morte del compositore, il tributo dovuto al grande pesarese non
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Se Saccon suona in in a-solo
servizio di Gianluca La Villa FREE

180802_Levanto_00_SacconChristianJosephLEVANTO - Doveva trattarsi di un concerto revival del celebre esordio di Jascha Heifetz il 27 ottobre 1917 in Carnegie Hall, nella triade storica pensata dal Comitato per i Grandi Maestri,e che già vide nel Ridotto del Teatro di Ferrara, con il duo Christina Joseph Saccon-Luigi Di Ilio, i revivals di famosi concerti di Ferenc de Vecsey e Vasa Prihoda.
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Turandot, Aida, Nabucco di fine luglio
servizio di Simone Tomei FREE

180801_Vr_00_ArenaFineLuglio_Nabucco_RebekaLokar_phEnneviVERONA - L'incipit del Canto notturno di un pastore errante per l'Asia di Giacomo Leopardi ben si attaglia alle ultime tre sere del mese di luglio vissute dal sottoscritto in Arena a Verona; esse infatti sono state scandite proprio da un denominatore comune: la Luna. È stata proprio lei, la Luna, la protagonista sovra la Musica che ci ha accompagnato al suo
...prosegui la lettura

Eventi
Il Maggio Fiorentino presenta il biennio
redatto da Athos Tromboni FREE

180731_Fi_00_IlMaggioFiorentinoPresentaIlBiennio_CristianoChiarotFIRENZE - Questi i contenuti della conferenza stampa di presentazione del "biennio fiorentino": saranno - i prossimi - due anni di intensa programmazione, con 34  titoli di lirica di cui 15 nuovi allestimenti,  balletti e 30 concerti sinfonici per un totale di 179 serate (143 di lirica, 6 di balletto e 30 di sinfonica). Il Maggio Musicale Fiorentino
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Interpretando Paco de Lucia
servizio di Edoardo Farina FREE

180728_Fe_00_PacoDeLuciaFERRARA - Musica a Marfisa d’Este nel giardino della splendida loggia rinascimentale, tra i migliori esempi di residenza signorile ferrarese del XVI° secolo, idonea sede in grado di ospitare una piacevole  iniziativa estiva organizzata dal Circolo Culturale Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale di
...prosegui la lettura

Classica
Passini sei corde di grande musica
servizio di Edoardo Farina FREE

180726_Fe_00_GiordanoPassini_Fe180724_03FERRARA - E' tornata la Musica a Marfisa d’Este nel giardino della splendida loggia rinascimentale. Non sono mancati fino a oggi, e non mancheranno nel futuro prossimo della rassegna (che si concluderà il 15 agosto), prestigiosi appuntamenti in un ricco programma che ha compreso l’Orquestra Típica Estetango, voce, pianoforte
...prosegui la lettura

Personaggi
Musica in memoria di Raoul Gardini
servizio di Attilia Tartagni FREE

180725_Ra_00_ConcertoInMemoriaRaoulGardini_RiccardoMuti_RaoulGardiniRAVENNA - Lunedì 23 luglio 2018, Sant'Apollinare, patrono di Ravenna, resterà nel ricordo dei ravennati come la giornata dedicata alla memoria dell’imprenditore Raul Gardini scomparso venticinque anni fa. Egli è stato ricordato, per volontà della famiglia e della relativa Fondazione, con una Messa e commemorato con un grande evento musicale
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Sud
Traviata degli specchi d'attualitā
servizio di Simone Tomei FREE

180723_Mc_00_LaTraviata_SalomeJicia_phAlfredoTabocchiniMACERATA - Ho volutamente aspettato qualche giorno per parlare della mia ultima avventura maceratese che mi ha visto partecipe dell'allestimento di La traviata di Giuseppe Verdi ad opera del regista Henning Brockhaus con le scenografie di Josef Svoboda; ebbene sì la mitica ed unica "Traviata degli specchi"; per me era
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Sud
Fresco e tonico Elisir d'amore
servizio di Simone Tomei FREE

180722_Mc_00_ElisirDAmore_DamianoMichielettoMACERATA - Se la prima serata del Macerata Opera Festival ha visto il "sacrifizio" della Musica a pro della regia, con L'elisir d'amore di Gaetano Donizetti del 21 luglio 2018 si è invece celebrata musicalmente l'assoluta fedeltà alla filologia e alla riscoperta di pagine ormai cadute nell'oblio dei tagli di tradizione; è così che sotto le mani dell’eclettico M°
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Byrne d'oggi oltre i Talking Heads
servizio di Attilia Tartagni FREE

180720_Ra_00_DavidByrne_phZani-CasadioRAVENNA - Un concerto-evento “American Utopia Tour” di David Byrne il 19 luglio 2018 al Pala De André, sold-out in ogni ordine di posti, con pubblico in fibrillazione e altissima percentuale giovanile nonostante il cantante-produttore-fotografo-regista-autore-musicista raffinato e poliedrico con propensione all’arte visuale, già assegnatario
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310