Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

Grande concerto a Musica a Marfisa d'Este 2021 con l'Orchestra Antiqua Estensis

Trapani Fabbriciani Cellini Canelles poker di stelle

servizio di Edoardo Farina

Pubblicato il 27 Agosto 2021

20210727_Fe_00_MusicaMarfisa_AntiquaEstensis_CanellesFabbricianiTrapaniCellini_MatteoFanniCanellesFERRARA - “Musica a Marfisa d’Este” nello splendido loggiato rinascimentale, residenza signorile ferrarese del XVI° secolo e delizia ducale sita in Corso Giovecca 170 a Ferrara, organizzata dal Circolo Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Città Teatro e altre associazioni cittadine,  il cui incasso dovuto all’ingresso a offerta libera viene interamente devoluto a vari sodalizi umanitari, l’ultimo appuntamento del 25 luglio 2021  ha avuto come protagonista sul palco la prestigiosa Orchestra “Antiqua Estensis”. Realtà ferrarese d’eccezione nata nel 2009 nell’ambito dei corsi di Musica d’Insieme Barocca del locale Conservatorio di Musica “G.Frescobaldi”, sotto la guida di Enrico Casazza, successivamente si è sviluppata autonomamente svolgendo attività concertistica prediligendo repertori che vanno dal Seicento al Romanticismo. Formata principalmente da giovani musicisti e alcuni componenti della consociata Orchestra a plettro “Gino Neri”, molti di loro si sono già distinti a livello nazionale collaborando con importanti ensembles perfezionandosi presso accademie musicali europee, supportati da altri strumentisti in possesso di maggiore esperienza affiancandoli e contribuendo alla preparazione e organizzazione degli eventi.
Diretta per l’occasione dal M° Matteo Fanni Canelles, pianista e compositore triestino, apertura di programma con il Concerto per archi e basso continuo in Sol minore RV 156 di Antonio Vivaldi (1678 – 1741), facente parte di un cospicuo gruppo costituito da una sessantina di concerti e sinfonie a suo tempo mai dati alle stampe, caratterizzato da evidenti ritmi sincopati e stilemi impetuosi. Convenzionale forma tripartita nei movimenti Allegro in cui il concertato è affidato solo alle due parti dei violini mentre le viole si limitano a sostenere le armonie, segue un Adagio in stile quasi “corelliano” armonizzato con qualche ritardo e dissonanza mentre il basso, mosso per crome, giunge al nuovo Allegro conclusivo in 3/8 la cui concertazione, in stile concitato, è stato eseguito con il giusto estro e creatività presente in tutte le sue opere.
Ancora del Prete Rosso sono seguiti due concerti solistici supportati al cembalo di Renzo Rossi, il Concerto per flauto, archi e basso continuo in Sol maggiore op. 10 n. 6 RV 437 avente nel primo di questi come ospite d’eccezione e per la prima volta a Ferrara il flautista aretino Roberto Fabbriciani, internazionalmente riconosciuto tra i migliori versatili interpreti, artefice in grado di moltiplicare con la ricerca personale le possibilità sonore del suo strumento per merito anche della tipologia iperbasso da lui inventato, prototipo e unico esemplare costruito dall’artigiano toscano Francesco Romei. Iniziati gli studi musicali nel 1957 sotto la guida del maestro Mario Gordigiani, grande erede e innovatore della tradizione flautistica, è divenuto nel 1964 allievo di Severino Gazzelloni pioniere della riscoperta moderna del flauto in Italia, quindi solista nell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

20210727_Fe_01_MusicaMarfisa_AntiquaEstensis-Canelles_facebook

20210727_Fe_02_MusicaMarfisa_OvazioniPerFabbricianiELauraTrapani 20210727_Fe_03_MusicaMarfisa_OvazioniPerCanellesERinaCellini

Al suo tempo, il termine “flauto” si riferiva alla catalogazione “dolce”, mentre il flauto “traverso” che nel giro di pochi anni avrebbe spodestato quello a “becco” per la sonorità più penetrante e per le maggiori possibilità tecniche e dinamiche, era comunemente chiamato “traversiere”. Vivaldi scrisse per entrambi, rimanendoci infatti tredici concerti per “traverso” dei quali tre incompleti e due per quello “dritto”. A questi vanno aggiunti i tre concerti per “flautino”, un concerto per due flauti traversi e una decina di “concerti da camera” nei quali tutte le classificazioni vengono impiegate in diverse combinazioni orchestrali.
Esatta lettura filologica, dinamismo, eccellente tenuta di suono e intonazione da parte di Fabbriciani, già confermatesi dopo avere eseguito un brano scritto dallo stesso Canelles, Pater et filli per flauti soli dal tono  meditativo e introspettivo, ha proseguito con il secondo, Concerto per due flauti traversieri, archi e basso continuo in Do maggiore op. 47 n. 2 RV 533 in duo con una delle suoe migliori collaboratrici concertistici, Laura Trapani, non avente bisogno di particolari presentazioni al pubblico ferrarese data l’enorme attività  didattica e capacità organizzativa nell’ambito di diverse opportunità musicali italiane, tra cui i medesimi  concerti alla Marfisa. Ottima intesa, dialogo e portamento sono state le caratteristiche peculiari nell’esecuzione riuscendo a regalarci in maniera concertante un perfetto interscambio di emozioni senza soluzione di continuità, dettate dal fraseggio posto sulla medesima lunghezza d’onda privo di alcuno dislivello percepibile dando le giuste sonorità nella identica dimensione temporale, come se ne tracciassero entrambi gli esecutori simultaneamente passi di danza in perfetto sincronismo.
Conclusione di programma con il Concerto per pianoforte e orchestra in Re maggiore Hob: XVIII n. 11 di Franz Joseph Haydn (1732 – 1809), solista Rina Cellini, artista assai amata e nota nella nostra città, nata a Venezia dove si è formata sia dal punto di vista culturale che da quello professionale studiando al Conservatorio “Benedetto Marcello” con Sergio Lorenzi e Gino Gorini diplomandosi a pieni voti. Nel corso della carriera ha tenuto concerti in Italia e all’estero come solista, in duo pianistico in varie formazioni sia orchestrali sinfoniche che con clavicembalo, spaziando il repertorio dalla musica rinascimentale alla classica e contemporanea.
Nella dozzina di opere per strumento a tastiera composte dal più importante esponente del Classicismo austriaco, il concerto qui eseguito scritto presumibilmente alla fine del Settecento e certamente tra i più conosciuti (e a suo tempo tra i preferiti dal celebre pianista Arturo Benedetti Michelangeli) godendo di una meritata popolarità dovendo la sua fortuna a una particolare freschezza melodica, a una chiara architettura, alla raffinatezza delle armonie. Dal momento in cui il manoscritto non è giunto sino noi e l’autore non lo ha annotato nel catalogo delle sue composizioni, il musicologo Piero Rattalino considerandone i tratti stilistici, ne ha proposto di retrodatarne la scrittura di un paio d’anni al 1782, facendolo quindi precedere all’esplosione degli almeno sette Concerti di Mozart composti ed eseguiti in pubblico sulla scena viennese tra lo stesso anno e il luglio del 1784. Ma non sono solo queste le attrattive dell’opera: Haydn sembra qui sentire l’influenza delle stesure mozartiane nel sottile trattamento dell’orchestra e nel gioco che il solista intrattiene con gli archi e i fiati, perfettamente esemplificato dall’elegante cesello del movimento centrale in tempo lento (Un poco adagio) dopo l’Allegro iniziale assai vivace e la chiusura affidata al Rondò all’ungherese dal ritmo frizzante e pirotecnico, commisto a qualche elemento della forma sonata. Il riferimento allo stile magiaro non è casuale volendo egli seguire una moda fortunata di quell’epoca quando la musica dei gitani d’Ungheria e dei paesi balcanici destava l’interesse generale venendo imitata anche riguardo il repertorio colto.

20210727_Fe_04_MusicaMarfisa_OvazioniPerCanellesERinaCellini

L’esecuzione straordinaria da parte della Cellini, sempre dotata di grande capacità interpretativa e velocità idonea alla perfetta espressione musicalmente richiesta, supportata dal gesto plastico e preciso di Canelles in grado di rapportare l’orchestra alla giusta coordinazione, hanno felicemente concluso questa seguitissima edizione estiva 2021 portando tutte le serate regolarmente al sold out, confermandosi ancora una volta come una delle stagioni regionali più riuscite in assoluto.
«Vorrei ringraziare in modo particolare gli insegnanti messisi a disposizione, gli sponsor e i musicisti – afferma la Trapani – E’ stato un impegno davvero considerevole avendo avuto ospiti artisti importanti ove tra l’altro ho avuto l’opportunità di rivedere e suonare con il caro amico Roberto Fabbriciani, maestro che ammiro stimo e amo, Matteo Fanni Canelles fondatore dell’Accademia Ars Nova di Trieste,  i cori dell’Alto Adige, il tutto per merito di  Assicoop Modena & Ferrara, AMA, Legacoop, il Condominio Giardino, Arci, Mibact, Comune, Musei Civici e il Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini. Arrivederci alla prossima estate ove in occasione del 50esimo anniversario della fondazione del Circolo Frescobaldi, festeggeremo attraverso un calendario costituito da numerosi concerti, cercando di ingaggiare i più importanti nomi appartenenti a tutti i generi musicali sia italiani che internazionali.»

Crediti fotografici: Franco Sartori e Archivio Circolo Frescobaldi
Nella miniatura in alto: il maestro
Matteo Fanni Canelles
Sotto: il maestro Canelles sul podio dell’Orchestra Antiqua Estensis per Musica a Marfisa d’Este
Al centro in sequenza: Laura Trapani con Roberto Fabbriciani e Matteo Fanni Canelles con Rina Cellini
In fondo: le ovazioni del pubblico per la pianista Rina Cellini e il direttore Canelles






< Torna indietro

Concorsi e Premi Soci Uncalm


Parliamone
Pipistrello bello ma non tutto fila
intervento di Rossana Poletti FREE

20220715_Ts_00_IlPipistrello_NikolasNageleTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. L’operetta è genere brillante ma impervio. Richiede grandi doti canore, perché i compositori che vi ci sono cimentati non risparmiano salite verticali a soprani e tenori e altrettante discese. Per riuscire esige dagli artisti qualcosa di più, il sapere stare in scena, con molto brio e con una recitazione piuttosto eccellente, in molti ruoli anche recitazione comica, e saper far ridere è sempre difficile. L’operetta, che è indubbiamente tanta musica con alcune arie straordinarie e Il Pipistrello scritto da Johann Strauss jr.né è uno dei massimi esempi, in Italia è considerata dal FUS (Fondo unico per lo spettacolo) alla stregua di commedia, musicale ma pur sempre commedia, e non viene riconosciuta nei programmi dei teatri lirici, che pur hanno orchestre, coro e balletto,
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Personaggi
Alessandra Volpe si confida
intervista di Ramón Jacques FREE

20220730_00_Personaggi_AlessandraVolpeCon una lunga e interessante carriera che l'ha portata a calcare importanti palcoscenici di vari paesi europei come Italia, Spagna, Germania, Svizzera, Norvegia, Inghilterra, Portogallo eccetera, e in Nord America negli Stati Uniti, Canada o Messico, in ruoli diversi nel belcanto, nei ruoli verdiani e rossiniani, solista in varie opere orchestrali, e soprattuttocon la Carmen di Bizet
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Sud
Tappe dell'opera: l'Ottocento e il Novecento
servizio di Giuliano Danieli FREE

MARTINA FRANCA (TA) - Facciamo seguito alle precedenti recensioni già publicate su questa testata giornalistica on-line (per leggere il servizio premere qui), pubblicando la seconda parte delle nostre cronache musicali dal Festival della Valle d'Itria di Martina Franca.

20220731_ValleDItria_00_MicheleSpotti_phMarcoBorrelliVincenzo Bellini
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Sud
Tappe dell'opera: il Barocco e il Settecento
servizio di Giuliano Danieli FREE

20220729_ValleDItria_00_EkaterinaProtsenko_phClarissaLapollaMARTINA FRANCA (TA), 21-27 luglio 2022 – Per la prima edizione del Festival della Valle d’Itria sotto la sua egida, il direttore artistico Sebastian F. Schwarz ha selezionato cinque titoli rari o inediti in grado di rappresentare alcune delle tappe fondamentali della storia dell’opera, dal Seicento ai giorni nostri. Questa scelta asseconda con giusto rispetto le logiche decennali di una rassegna
...prosegui la lettura

Personaggi
Anja Harteros compie cinquant'anni
servizio di Fabiana Crepaldi FREE

20220723_Personaggi_00_AnjaHarterosQuesto 23 luglio 2022, Anja Harteros, uno dei più grandi soprani dell'inizio di questo secolo, compie cinquant'anni. L'appuntamento è scandito dal silenzio della diva, sempre discreta nella sua vita personale, ma sempre sfolgorante sul palco. Figlia di padre greco e madre tedesca, Anja Harteros è nata a Bergneustadt, in Germania, nella regione di Colonia. La sua
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Concerto Grosso per Luis Bacalov
servizio di Athos Tromboni FREE

20220716_FE_00_ConcertoGrossoPerLuisBacalov_RosannaPavariniFERRARA - Un celebre compositore di canzoni e musica da film e due donne protagoniste del revival che lo riguarda: questo il sunto dello spettacolo musicale Concerto Grosso per Luis Bacalov che il Teatro Comunale “Claudio Abbado” ha prodotto coinvolgendo l’Orchestra Città di Ferrara (primo violino concertante e direttore Antonio Aiello) e il gruppo un po’ pop, un po’ rock
...prosegui la lettura

Eventi
Lirica danza concerti Venezia riparte
redatto da Giuliano Danieli FREE

20220714_Ve_00_StagioneLiricaESinfonica2022-2023_FortunatoOrtombinaVENEZIA - La Stagione Lirica e Balletto e la Stagione Sinfonica 2022-2023 del Teatro La Fenice sono state presentate mercoledì 13 luglio 2022 dal sovrintendente e direttore artistico Fortunato Ortombina e dal direttore generale Andrea Erri. Così il sovrintendente Ortombina: «Quattordici titoli d’opera, due di balletto e diciotto appuntamenti sinfonici
...prosegui la lettura

Operetta and Musical
Qualcosa di marcio Shakespeare!
servizio di Athos Tromboni FREE

20220710_Fe_00_QualcosaDiMarcio_RiccardoRossiniFERRARA – Trionfo di pubblico nel Teatro Comunale “Claudio Abbado” per il musical Qualcosa di Marcio (Something Rotten), libretto di Karey Kirkpatrick e John O’Farrell, musica di Wayne Kirkpatrick, in scena per la prima europea proprio sul palcoscenico di Ferrara con tre rappresentazioni: la sera di sabato 9 luglio 2022 e due repliche oggi, domenica 10 luglio (ore 16 e 21).
...prosegui la lettura

Prosa
Destinatario sconosciuto ossia la rivalsa
servizio di Athos Tromboni FREE

20220707_Fe_00_FerraraOff-MariaPaiatoFERRARA - Quattro modi per scrivere lettere. Quattro appuntamenti nel cortile e nel parco della Biblioteca Ariostea di via Scienze 17. Si tratta di una rassegna teatrale ideata da Ferrara Off, con testi scelti da Giulio Costa, Monica Pavani e Margherita Mauro. In pratica è un modo (riuscito) di fare teatro affidandosi solamente a dialoghi epistolari.
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Don Giovanni domatore tra le fiere
servizio di Athos Tromboni FREE

20220704_Fe_00_DonGiovanni_AdrianSchvarzsteinFERRARA - Il Don Giovanni di Mozart ha debuttato al Teatro Comunale "Claudio Abbado" venerdì 1 luglio, 2022 con replica domenica 3 luglio. Entrambe le rappresentazioni hanno visto il teatro gremito fino al tutto esaurito. Il progetto partiva da lontano: affidare al maestro Leone Magiera il compito di selezionare e preparare giovani cantanti per
...prosegui la lettura

Eventi
La Filarmonica di Suvereto ha due secoli
FREE

20220704_Suvereto_00_LaFilarmonicaDiSuveretoHaDueSecoli_PeppeServilloSUVERETO (LI) - Si inaugurano sabato 9 luglio 2022 alle 21.30 nel giardino della Rocca Aldobrandesca le celebrazioni per il Bicentenario della Società Filarmonica di Suvereto, a cura dell’Ente Musicale e Culturale Filarmonica “G. Puccini”, che ne raccoglie la storia e l’identità. È, infatti, proprio dal 1823 che la Società Filarmonica lavora
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Omaggio a Franco Battiato
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220704_Ra_00_OmaggioAFrancoBattiato_NicolaCisterninoRAVENNA - Al Pala De Andrè il 2 luglio 2022 si è compiuto un riuscito “Omaggio a Franco Battiato” con l’evocazione di una delle sue tante anime spese nella Musica, quella più intima e profonda dell’artista siciliano nato nel 1945 e scomparso nel 2021. Come ha dichiarato fra una canzone e l’altra il poliedrico Simone Cristicchi che se ne ritiene
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Notte rosa in Certosa
servizio di Athos Tromboni FREE

20220703_Fe_00_NotteRosaInCertosa_Smith_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Quando si parla di Piazza San Pietro a Roma e del colonnato del Bernini si dice che quel semicerchio architettonico significhi un grande abbraccio. Anche la Certosa di Ferrara, col suo austero tempio di San Cristoforo e lo sviluppo laterale a semicerchio delle ali, può essere inteso come un grande abbraccio. In più (diciamo in più, non
...prosegui la lettura

Eventi
Prosegue con successo il Varignana Festival
FREE

20220701_00_VarignanaMusicFestival_AlexanderRomanovskyVARIGNANA (BO) - Si sono conclusi tra gli applausi dei numerosi spettatori i primi due appuntamenti dell'VIII edizione del Varignana Music Festival, andati in scena presso la Terrazza Belvedere e l'Anfiteatro sul Lago di Palazzo di Varignana il 29 e 30 giugno 2022. Protagonisti del tradizionale Grand Opening l'Orchestra e il Coro del
...prosegui la lettura

Classica
Iván Fischer bacchetta che incanta
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220630_Ra_00_BudapestFestivalOrchestra-IvanFischer_phZani-CasadioRAVENNA -La Budapest Festival Orchestra con il concerto del 28 giugno al Pala De André ha confermato, se mai ve ne fosse bisogno, l’importanza della presenza delle grandi orchestre nella manifestazione ravennate, dando vita a un concerto di qualità e gradevolezza incentrato su due classici: la Terza Sinfonia di Johannes Brahms e la
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Peter Grimes sbarca in laguna
servizio di Giuliano Danieli FREE

20220627_Ve_00_PeterGrimes_JuraiValcuhaVENEZIA - La Fenice è stata certamente fra le istituzioni europee più ricettive nei confronti della produzione di Benjamin Britten. Qui nel 1954 è stata data la prima assoluta di The Turn of the Screw, riproposto nei decenni seguenti per ben 4 volte; e nel settembre 1973 ancora la Fenice di Venezia ha ospitato la prima “continentale” di Death
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
In principio era ŦLe Willisŧ
servizio di Simone Tomei FREE

20220621_Lu_00_LeWillis_SeleneZanetti_phImaginariumCreativeStudio.jpegLUCCA - Il genio compositivo giovanile di Giacomo Puccini si cimentava nel concorso Sonzogno con un libretto di Fernando Fontana dal sottotitolo “Le Willis - leggenda in un atto e due parti”. Il componimento teatrale del venticinquenne compositore lucchese non fu ritenuto all’altezza di figurare tra i cinque lavori degni di menzione; ebbero
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Let's Prog che spettacolo!
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220621_Ra_00_LetSProg_GiovanniSollima_phMarcoBorrelliRAVENNA - Non l’avevamo dimenticata, l’invasione della città nel Ravenna Festival 2016 a opera di una schiera di violoncellisti ossessionati dal proprio strumento con cui coinvolgere e trascinare il pubblico donando emozioni e creando nuove sensibilità. A volte ritornano e chissà se sono ancora gli stessi di sei anni fa. Di certo non sono cambiati
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Saccon e Génot un gioiello di esecuzione
servizio di Gianluca La Villa FREE

20220619_Lucca_00_SacconGenotLUCCA - Chiesa dei Servi, 18 giugno 2022. Raramente abbiamo partecipato e assistito a un concerto per violino e pianoforte con un programma così fascinoso, coinvolgente, stimolante il duo degli artisti a realizzare una naturale e viva comunicazione al pubblico della loro arte.
È successo con il violinista Christian Joseph Saccon e il
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Carmen torna accolta dal tripudio
servizio di Athos Tromboni FREE

20220618_Vr_00_Carmen_ClementineMargaine_EnneviFotoVERONA – Doveva essere kolossal per celebrare il regista Franco Zeffirelli, e kolossal lo è stata questa Carmen inaugurale dell’Arena Festival 2022 perché al di là degli esiti ricercati da puristi e “intenditori”, o da filologi e “integralisti”, per la Fondazione veronese ciò che più conta (attenzione: diciamo ciò che più conta, non ciò che solo conta)
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Interno Verde e Interno con Traviata
servizio di Athos Tromboni FREE

20220614_Fe_00_PresentazioneDanza2022_CarolynCarlsonFERRARA - Presentato oggi il Festival di Danza Contemporanea 2022 del Teatro Comunale "Claudio Abbado" che prosegue anche per la prossima stagione nel solco delle novità e delle riconferme: negli anni questo Festival ferrarese è divenuto un punto di riferimento per tutto il panorana di danza italiano ed europeo, essendosi distinto proprio per
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Pagliacci e Al Mulino dittico interessante
servizio di Rossana Poletti FREE

20220600_Ts_00_Pagliacci_AmadiLagha_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Un dittico interessante quello proposto dal Teatro Verdi di Trieste, ultima rappresentazione della stagione, con i Pagliacci di Ruggiero Leoncavallo e Al mulino di Ottorino Respighi, quest’ultima un’incompiuta del maestro, che completata si presenta quindi in prima esecuzione mondiale.
...prosegui la lettura

Eventi
Luglio a teatro 2022
servizio di Athos Tromboni FREE

20220607_Fe_00_LuglioATeatro2022_LeoneMagieraFERRARA - Finite le stagioni tradizionali di lirica, prosa, concertistica, danza, il Teatro Comunale Claudio Abbado non si ferma neanche a luglio; un po' per dare continuità a una stagione ricca di serate e novità, un po' per sperimentare anche il nuovo impianto di climatizzazione che l'amministrazione comunale, su insistenza del Teatro
...prosegui la lettura

Prosa
A teatro vive il sogno illuminista
servizio di Athos Tromboni FREE

20220531_Fe_00_PresentazioneProsa2022-2023_MichelePlacidoFERRARA - È stata presentata la stagione di prosa 2022-2023 del Teatro Comunale "Claudio Abbado": saranno 12 spettacoli in abbonamento che spaziano dai grandi classici, agli autori internazionali, alle nuove drammaturgie. A questi appuntamenti (in programma il venerdì e il sabato alle 20,30 e di domenica alle ore 16), si aggiungono anche i
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Omaggio ad Anna Lolli
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220531_Bagnara_00_OmaggioAdAnnaLolliBAGNARA DI ROMAGNA (RA) - È stato un vero piacere domenica 29 maggio 2022 alle 17,30 ritrovarsi come prima della pandemia nell’Auditorium di Bagnara di Romagna,  noi abituali frequentatori del decentrato tempio della lirica e un bel numero di giovani, per il primo omaggio ufficialmente dedicato alla bagnarese Anna Lolli (10 settembre
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Le immagini parlanti di Costantini
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220531_Ra_00_Bruchure_GianlucaCostantiniRAVENNA - Da almeno due anni Ravenna Manifestazioni si augurava “il ritorno alla normalità”. E la normalità è tornata con la consuetudine della presentazione in presenza del 23 maggio 2022 della brochure in formato tascabile del calendario della XXXIII edizione del Ravenna Festival, impreziosita dalle immagini parlanti di Gianluca Costantini.
...prosegui la lettura

Approfondimenti
Progetto Lauter per i giovani
servizio di Edoardo Farina FREE

20220513_Fe_00_ProgettoLauter_NicolaBruzzoFERRARA - Ultimo appuntamento della Stagione concertistica 2021-2022 di “Ferrara Musica” nel Teatro Comunale “Claudio Abbado”: dopo lo strepitoso concerto tenuto dall’Orchestre de Paris sotto la direzione di Esa-Pekka Salonen dodici giorni prima, il 10 maggio 2022 è tornato sul palcoscenico il “Progetto Lauter”, fortunata formazione
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Rigoletto ottimo il cast, ma...
servizio di Rossana Poletti FREE

20220508_Ts_00_Rigoletto_DevidCecconi_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Rigoletto è un uomo buono e cattivo allo stesso tempo. Un profondo cambiamento da quel cliché, che vuole che bene e male siano ben distinti, avviene per mano delle scelte musicali e di libretto da parte di Verdi con quest’opera. Il melodramma vive una svolta grazie al compositore di Busseto che osa,
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Les nuits barbares ou premiers matins
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220502_Ra_00_LesNuitsBarbares_HerveKoubicRAVENNA - Secondo e ultimo appuntamento della stagione ravennate “Opera-Danza” 2021-2022 con le sorprendenti creazioni del coreografo franco algerino Hervè Koubi, nominato nel 2015 Chevalier des Ars et des Lettres per la visione innovativa introdotta con il suo progetto coreutico. I quattordici danzatori si muovono in scena con potenza
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310