Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

Il fisarmonicista accolto con entusiasmo nello spettacolo proposto da Erf

Galliano espugna la Rocca

servizio di Attilia Tartagni

Pubblicato il 18 Luglio 2019

190718_Imola_00_Galliano_phVincentCatalaIMOLA - L’Emilia Romagna Festival nel suo ricco programma dal 6 luglio al 7 settembre 2019 ha mappato la regione individuando luoghi in grado di accogliere le tipologie di spettacoli in programma, dall’esibizione solistica all’ensemble alla grande orchestra. A Imola il 17 luglio, nel cuore della città, all’interno della Rocca Sforzesca fra torri incombenti e antichi bastioni, si è svolto l’atteso concerto Richard Galliano & Friends che ha azzerato le distanze fra la musica classica e la musica contemporanea. Mai il concerto per violino e  archi “L’estate” di Antonio Vivaldi e quello in La minore per violino e archi di Johann Sebastian Bach sono parsi così attuali,  e mai brani contemporanei come “Jade” e “Opale” composti da  Richard Galliano stesso, e brani di Piazzolla sono sembrati senza tempo.
Semplicemente la musica bella vive in ogni tempo e in ogni spazio. C’è però il ruolo giocato dalla fisarmonica, strumento imponente, concertante, monopolizzante soprattutto quando a riempirla di impulsi sonori è un fuoriclasse come il francese di origini italiane Richard Galliano. Strumento italiano anche nelle origini, evoca danze popolari ed è centrale nella storia del tango e della milonga, ma nelle mani sapienti di Galliano compete con i classici nell’esalare il respiro arcano di  Bach costruendo sublimi architetture che puntano al cielo ed è anche lo strumento che meglio declina il valzer musette parigino e che fluisce con facilità verso il jazz, l’unica dimensione del musicista appena sfiorata in questo concerto. Intanto Galliano, cittadino del mondo,  continua a esplorare la musica, incuriosendosi delle sue forme nuove e studiando i classici.  Oggi  il musette è diventato “New Musette”, un genere proprio di Galliano anche su consiglio di Astor Piazzolla, uno dei suoi maestri, inventore del New Tango.  
La fisarmonica è impegnativa e molto pesante, anche per un singolo concerto, ma Galliano, che l’ha tradita soltanto per un cameo con un’armonica a bocca con tastiera, l’abbraccia come una fedele compagna di vita. Figlio di un fisarmonicista con cui ha pubblicato un metodo per lo strumento, la suona fin da bambino, poi un lungo percorso di formazione alla musica e gli incontri che cambiano l’esistenza con nomi importanti del jazz e quello fondamentale con Piazzolla, che ha monopolizzato l’ultima parte del concerto con la malinconica suggestione di  “Oblivion”  (vincitore di un Grammy Award nel 1993 nella sua declinazione per fisarmonica e archi) e, come fuori programma, l’ossessione sonora di “Libertango”. E’ davvero un’esperienza unica sentire dal vivo Galliano, fusione uomo-strumento certo non unica ma straordinaria.
E’ anche autoironico: «Quanto sarebbe più agevole per me suonare  il violino?». Ma il destino di Galliano e quello della fisarmonica sono irrimediabilmente  intrecciati e nessuno ha fatto quanto lui per valorizzarla e inserirla nell’élite degli strumenti nobili in grado di declinare la musica d’ogni tempo. Polistrumentista, egli la riempie del suo senso musicale e la fa vivere e respirare come un alter ego.

190718_Imola_01_GallianoRichardMercelliMassimo_facebook

Galliano dunque è stata la star della serata, con l’ottimo supporto de “I solisti solisti aquilani” costituiti nel 1968 da Vittorio Antonellini e oggi apprezzati a livello internazionale, e con il concorso di Massimo Mercelli, flautista di  fama mondiale, Presidente e Direttore artistico del Erf. E’ stato Mercelli ad aprire con l’ensemble d’archi (due violini, viola, violoncello e contrabbasso) con il brano di Giovanni Sollima “Contrafactus” per flauto e archi in tre movimenti: lento, ritmico, moderato, giocato sulla prassi medioevale della contraffazione e basato su un frammento della venticinquesima variazione delle Goldberg di Bach. E’ ancora Mercelli a introdurre Galliano eseguendo con lui il brano "Jade", composto dall’italo-francese per l’Erf e a lui dedicato, come "Contrafactus". Lasciando la parola a Galliano: «Il primo movimento è un valzer ‘New Musette’, tinto di jazz e di swing. Il secondo, una pavana - metamorfosi di un’antica danza di corte -, esplora il suono soave del flauto basso e l’evocazione poetica di una malinconica melodia parigina. Immaginiamo sullo sfondo le più suggestive vedute di Parigi: Montmartre, le rive della Senna. Il terzo è un movimento perpetuo alla maniera del chorinho (un genere della musica strumentale tradizionale brasiliana) che sfrutta appieno sia il virtuosismo sia il ritmo, e mette in luce tutti i possibili dialoghi tra il flauto e gli archi. Jade è un’ode alla gioia di vivere, all’allegria, alla felicità.»  
Accade così che un concerto spalanchi le porte della percezione e il pubblico, grato,  risponda con ovazioni interminabili.

Crediti fotografici: Vincent Catalana
Nella miniatura in alto: Richard Galliano
Sotto: Galliano con Massimo Mercelli






< Torna indietro

Nuove Musiche Jazz Pop Rock Etno Classica Vocale


Parliamone
Ecco la Carmen venuta da Ravenna
intervento di Athos Tromboni FREE

200208_Fe_00_Carmen_MartinaBelli_phZaniCasadioFERRARA - Un successo annunciato, quello della Carmen di Georges Bizet proveniente dal Teatro Alighieri di Ravenna dove era andata in scena quale ultimo spettacolo della “Trilogia d’Autunno” nel novembre scorso. Si sapeva che il regista Luca Micheletti era un giovane baritono interprete anche del ruolo di Escamillo (peraltro non in scena a Ferrara nel Teatro Abbado dove ha lasciato il posto al collega Andrea Zaupa, limitandosi a fare la regia già proposta a Ravenna); si sapeva che il pubblico romagnolo aveva accolto quella regia con lunghi applausi e ovazioni, replicate qui dal pubblico ferrarese; si sapeva che nel ruolo eponimo aveva brillato una giovane promessa (promessa già mantenuta, diciamo oggi) che risponde al nome di Martina Belli.
Tutto questo si sapeva. E concordiamo con quanto scrisse
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Dischi in Redazione
Il doublebass di Valentina
recensione di Simone Tomei FREE

200607_00_Dischi_ValentinaCiardelliCopertina1CD audio “Music from the Sphinx”
Valentina Ciardelli contrabbasso, Alessandro Viale pianoforte
musiche di Ciardelli, Granados, Puccini, Schubert, Serra, R.Strauss, Tabakov, Viale, Zappa
Da Vinci Classics

Concettualmente la Sfinge
...prosegui la lettura

Eventi
Anna Maria Chiuri canta per Piacenza
intervista di Simone Tomei FREE

200423_Pc_00_Pc_AnnaMariaChiuri_ritrattoPIACENZA - Aprile 2020. Nel corso di un pomeriggio domenicale, mentre cerco di godere di qualche timido raggio di sole in questi giorni di “quarantena”, scambio alcuni messaggi con il mezzosoprano Anna Maria Chiuri. Visto che la conversazione si protrae e diventa ben più corposa di un semplice scambio di saluti e amenità,
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
La Benedizione di San Francesco
servizio di Athos Tromboni FREE

200411_00_PreghieraASanFrancesco_FeliciaBongiovanniBOLOGNA - In tempo di Covid-19 gli artisti sono fermi a casa. Come tanti di noi. Questo limita ma non impedisce la loro creatività, né il loro contributo, con i mezzi possibili, alla socializzazione della loro arte. È il caso del soprano Felicia Bongiovanni; durante una conversazione telefonica la Bongiovanni ci ha spiegato quello che ha fatto nel periodo pasquale di
...prosegui la lettura

Diario
30 anni e non li dimostra
Athos Tromboni FREE

200331_Diario_00_30AnniENonLiDimostra_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Io c'ero. È così che si dice per solennizzare un momento storico? Per nobilitare sé stessi di fronte ad un avvenimento storico? Per vanità che affiora e mette in primo  piano l'io narrante nel contesto di un appuntamento storico? Sì, è così che si dice. Perché non c'è modo migliore di dirlo. Ebbene sì, io c'ero!                               
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Rai 5 perle di musica danza e opera
redatto da Athos Tromboni FREE

200329_Rai5_00_LaSettimanaTv_AlexanderMalofeevRai 5 ha comunicato spettacoli e interpreti di opera e musica nella settimana che va da lunedì 30 marzo a venerdì 3 aprile 2020: gli appuntamenti di spicco sono quelli con Roberto Bolle, le Orchestre della Rai e dell'Accademia di Santa Cecilia, la Manon Lescaut di Puccini e Hänsel e Gretel di Humperdinck. Tutti i giorni dalle 18
...prosegui la lettura

Dischi in Redazione
Archos Quartet e i quartetti di Sinigaglia
servizio di Gianluca La Villa FREE

200325_Cd_00_LeoneSinigagliaÈ stato impegno del ferrarese Comitato per i Grandi Maestri, prossimo alla conclusione della sua attività, proporre il Quartetto Archos, formato da giovani valenti musicisti europei, alla casa discografica Naxos per la prima incisione mondiale dell’opera quartettistica del compositore italiano Leone Sinigaglia (1868-1944).
...prosegui la lettura

Personaggi
Insieme ce la faremo
interviste a cura di Simone Tomei FREE

200323_00_AndraTuttoBeneIl mondo del Teatro, del Melodramma e dell’Arte in generale non è certo morto, ma in esso pulsa un cuore fatto di uomini e donne, che ardono di passione e soffrono per questo momento di inevitabile pausa imposta dagli eventi. In un periodo in cui il Covid-19, volgarmente detto Coronavirus, sembra abbia posto tutto sotto il suo dominio, per tanti amici
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Ecco il Carlo Felice in Opera
redatto da Athos Tromboni FREE

200317_Ge_00_OperaInStreaming_AndreaBattistoniGENOVA - Grande successo per i primi tre giorni di #musicalmenteiniseme, il palinsesto streaming con cui il Teatro Carlo Felice risponde alla chiusura obbligata dall’emergenza coronavirus. Ecco nel dettaglio, tutti gli spettacoli della settimana dal 16 marzo al 22 marzo 2020. Costretto a chiudere per l’emergenza coronavirus, giovedì 12 marzo il
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
La ''musica forte'' in onda su Rai5
redatto da Athos Tromboni FREE

200315_Rai5_00_LaMusica_HeinzHolligerIn tempi di "Io resto a casa" il servizio pubblico televisivo attraverso Rai Cultura e Rai5 amplia la propria offerta di musica colta ("musica forte" la definisce oggi qualche musicologo). Pubblichiamo integralmente il comunicato della Rai sapendo di fare un servizio gradito ai nostri lettori di tutta Italia. Ecco i cinque appuntamenti da non perdere:
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Fulvio Macciardi di nuovo sovrintendente
FREE

200312_Bo_00_NuovoConsiglioIndirizzo_FulvioMacciardiBOLOGNA - Si è insediato oggi, giovedì 12 marzo 2020, il nuovo Consiglio di Indirizzo della Fondazione Teatro Comunale di Bologna, presieduto dal sindaco della città e presidente del teatro, Virginio Merola. Nell’incontro, tenutosi nel pomeriggio, è stato preso atto dell’avvenuta nomina dei quattro componenti dell’organo da parte dei tre Fondatori
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310