Pubblicato il 07 Marzo 2018
Allargato ai Comuni di Modena e Ferrara un affermato concorso che promuove i giovani
Varato il bando del Premio Alberghini redatto da Athos Tromboni

180307_Galliera_00_ConcorsoAlberghini_CristianoCremoniniSAN GIORGIO DI PIANO (BO) - Ha preso il via la terza edizione del Premio per i giovani musicisti e compositori della Città metropolitana di Bologna, Comuni di Ferrara e Modena, intitolato a Giuseppe Alberghini. questa competizione musicale è stata istituita e promossa dall'Unione Reno Galliera per sostenere e valorizzare i giovani talenti del territorio . Sin dalla prima edizione (che si rivolgeva ai giovani musicisti e compositori dei soli Comuni dell’Unione), il Premio Alberghini ha suscitato grande interesse e partecipazione. La seconda edizione, del 2017, ha registrato oltre 160 iscrizioni e rilasciato ai vincitori numerosi riconoscimenti, fra cui borse di studio e menzioni speciali. Non solo: la collaborazione con importanti istituzioni musicali nazionali ha consentito l’attivazione di scambi culturali internazionali, come quello italo-russo avviato dall'Accademia del Maggio Musicale Fiorentino, che ha permesso a tre vincitori del Premio Alberghini della passata edizione, di partecipare a uno stage di alto perfezionamento del repertorio musicale russo presso alcuni dei maggiori istituti di formazione moscoviti, tra i quali la Russian Gnesins Academy e il Conservatorio Chajkovskij di Mosca.
L'edizione 2018 registra un ulteriore allargamento del bacino di riferimento e si rivolge ai giovani musicisti e compositori residenti o domiciliati nella Città Metropolitana di Bologna come pure nei due Comuni di Modena e Ferrara. Le iscrizioni sono gratuite e il termine è fissato al 3 aprile 2018.
Il bando include quest’anno una nuova sezione, l’ottava, dedicata alla musica jazz. Queste nel dettaglio le sezioni previste:
I. Pianoforte
II. Archi solisti
III. Fiati solisti
IV. Chitarra classica
V. Folk solisti
VI. Jazz solisti
VII. Formazioni cameristiche
VIII. Composizione. 

180307_Galliera_01_ConcorsoAlberghini_facebook

E queste le categorie di età:
• Per le prime 4 sezioni: minori di anni 11, 15, 18, 26.
• Per la V sezione fino a anni 15 -26
• Per la VI sezione fino ad anni 26
• Per la VII sezione: duo sino a 15 anni - duo fino a 26 anni - altre sino a 26 anni
• Per VIII sezione fino a 35 anni

La Giuria potrà assegnare un premio al vincitore di ogni categoria e sarà composta, oltre che da un rappresentante dei Lions Club e dal Presidente dell’Unione Reno Galliera, da professionisti di comprovata esperienza individuati con apposito atto tra musicisti della Fondazione Teatro Comunale di Bologna, dell’Accademia Pianistica Internazionale di Imola "Incontri col Maestro", docenti di Conservatorio, operatori musicali, musicologi e giornalisti. Il premio si avvale della direzione artistica del tenore Cristiano Cremonini, mentre gli altri rappresentanti del Premio sono Fulvio Adamo Macciardi (Sovrintendente Fondazione Teatro Comunale di Bologna), Belinda Gottardi (Presidente Unione Reno Galliera e Sindaco di Castel Maggiore), Bruno Borsari (Direttore Fondazione Musica Insieme di Bologna), Valentino Corvino (Direttore Servizi Musicali per il Territorio Fondazione Teatro Comunale di Bologna), Gianfranco Guerini Rocco (Coordinatore Lions Club Città Metropolita di Bologna, Comuni di Ferrara e Modena per il Premio Alberghini).

Crediti fotografici: Luca Bolognese per l'Ufficio stampa del Premio Alberghini
Nella miniatura in alto: il tenore e direttore artistico del Premio, Cristiano Cremonini
Sotto: il tavolo durante la conferenza stampa di presentazione del Premio Alberghini





Pubblicato il 10 Novembre 2017
Si č disputata al Teatro De Micheli la finale per la scelta di voci da destinare a Verdi e Mozart
Un concorso per Nabucco servizio di Athos Tromboni

171109_Copparo_00_RossiNicola_ConcorsoCittaDiFerraraCOPPARO (FE) - Alla presenza del sindaco Nicola Rossi e del tenore copparese Daniele Barioni si è svolta mercoledì 8 novembre 2017 al Teatro De Micheli la fase finale del Concorso lirico internazionale "Città di Ferrara" organizzato dall'Associazione OperiAmo e patrocinato, oltre che dalla locale Amministrazione comunale, anche dal Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara. Numerosi i giovani partecipanti provenienti da diverse nazioni europee ed extraeuroppe: in palio c'erano i ruoli per l'opera Nabucco di Giuseppe Verdi, che andrà in scena a Copparo all'inizio del prossimo anno, il 16 febbraio 2018, e verrà replicata nel cortile del Castello Estense durante l'estate, quale appuntamento clou della rassegna "Lirica in Castello". Ma gli organizzatori dell'Associazione OperiAmo ricercavano anche una voce per la Regina della notte del Flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart per una ripresa dello spettacolo "ridotto" per le scuole del terrirtorio, già mandato in scena con successo durante il precedente anno scolastico.
«Sono particolarmente orgoglioso di ospitare questo concorso lirico - ha detto dal palco il sindaco di Copparo, Nicola Rossi, in apertura di serata - e mi auguro che le giovani voci finaliste qui stasera possano essere scelte per il Nabucco del nostro Teatro De Micheli e che questa serata sia per loro una tappa verso una bella carriera artistica.»
171109_Copparo_11_RossiNicolaBarioniDanieleOstiMariaCristina_ConcorsoCittaDiFerraraInsieme al sindaco Rossi, sul palco, c'era anche il maestro Daniele Barioni, il quale ha ricordato al pubblico che durante la serata lui personalmente avrebbe attribuito il "Premio Daniele Barioni 2017" alla più giovane voce e migliore interprete della serata.
La serata finale era condotta dal soprano e regista Maria Cristina Osti, coadiuvata da Irene Signorino. Direttore musicale del concerto era il maestro Amedeo Salvato, accompagnatore al pianoforte.
I finalisti, in ordine di apparizione come risultato dal sorteggio, erano il soprano Su A Park, il mezzosoprano Maria Ermolaeva, il tenore Zhang Chao Jun, il soprano Francesca Pacini, il soprano Stefanica Dorina Baitan, il mezzosoprano Asami Fuji Shimizu, il baritono Kang Jooho, il soprano Francesca Cucuzza e il soprano Erika Peder.
La cantante Su A Park, coreana di Seoul, vive attualmente in Belgio; dopo la laurea in canto nella sua città ha conseguito il diploma anche al Conservatorio Martini di Bologna: concorreva per il ruolo della Regina della notte ed ha eseguito l'aria di Astrifiammante Der holle rache. Voce graziosa e musicalissima, tende più al "tipo" leggero di coloratura piuttosto che al lirico d'agilità. Buona la sua performance, ma troppo acerba e innocente come personalità per una Regina della notte che in verità è figura malvagia del Flauto magico.
La Maria Ermolaeva, originaria di Mosca, vive attualmente in Italia, dove ha conseguito il diploma di canto al Conservatorio Verdi di Milano; precedentemente si era laureata in canto lirico nella sua città. Tipica vocalità russa, generosa e piena, concorreva per il tuolo di Fenena, e se lo è aggiudicato, intepretando bene l'aria O dischiuso è il firmamento.
Il tenore cinese Zhang Chao Jun, diversamente dagli altri concorrenti, ha presentato a richiesta della giuria due arie: Pourquoi me réveiller dal Werther di Jules Massenet e Tu che m'hai preso il cuor  dall'operetta Il paese del sorriso di Franz Lehár, aggiudicandosi il ruolo di Abdallo per il Nabucco di prossimo allestimento.
Il soprano Francesca Pacini, ligure nata a Chiavari e tuttora residente in Liguria, si è diploamta in canto al Conservatorio Puccini di La Spezia. Ha presentato l'aria Io son l'umile ancella tratta dall' Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea: voce di lirico puro in piena formazione, si è aggiudicata il ruolo di Anna per il Nabucco.
Il soprano Stefanica Dorina Baitan è rumena e attualmente risiede a Firenze; diplomatasi in Canto e Musica corale alla Scuola popolare d'arte ''Ion Irimescu'' di Suceava (Romania), si è poi diplomata in canto al Conservatorio Cherubuni del capoluogo toscano. Personalità forte e volitiva, vocalità robusta ed agile, si è aggiudicata il ruolo di Regina della notte interpretando anche lei l'aria pirotecnica Der holle rache.


171109_Copparo_01_SuAPark_ConcorsoCittaDiFerrara171109_Copparo_02_ErmolaevaMaria_ConcorsoCittaDiFerrara171109_Copparo_03_ZhangChaoJun_ConcorsoCittaDiFerrara
171109_Copparo_04_PaciniFrancesca_ConcorsoCittaDiFerrara171109_Copparo_05_BaitanStefanieca_ConcorsoCittaDiFerrara171109_Copparo_06_AsamiFujiShimizu_ConcorsoCittaDiFerrara
171109_Copparo_07_KangJooHo_ConcorsoCittaDiFerrara171109_Copparo_08_CucuzzaFrancesca_ConcorsoCittaDiFerrara171109_Copparo_09_PederErica_ConcorsoCittaDiFerrara

Il mezzosoprano Asami Fuji Shimizu, giapponese con laurea in canto lirico conseguita a Tokio e diploma di master class in Italia presso l'Accademia International Opera Studio di Pesaro, ha presentato pure lei l'aria O dischiuso è il firmamento. Promettente il timbro da mezzosoprano per il repertorio italiano, comunque per il ruolo di Fenena le è stata preferita la Ermolaeva.
Il baritono Kang Jooho è coreano di Seoul ed attualmente vive in Italia. Ha presentato l'aria Eri tu tratta da Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi. Voce potente ma con problemi di intonazione e di corretta accentazione per il repertorio italiano.
Il soprano Francesca Cucuzza è siciliana, di Palermo. Nella città natale ha conseguito il diploma in pianoforte e direzione canto corale. Attualmente studia canto lirico al Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. La giovane età (22 anni) e una voce molto interessante, robusta, versatile, da drammatico d'agilità, le hanno fruttato il Premio Daniele Barioni 2017, consegnatole personalmente dal grande tenore copparese; la Cucuzza ha interpretato con ottimo esito l'aria di Donna Elvira, Mi tradì quell'alma ingrata, tratta dal Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart.
Infine il soprano Erika Peder, nata a Verona, si è diplomata in corno e in canto al Conservatorio Marcello di Venezia; voce possente da drammatico d'agilità, scura, tendente al mezzosopranile, si è aggiudicata il ruolo di Abigaille interpretando efficacemente proprio l'aria Anch'io dischiuso un giorno.

171109_Copparo_10_Giuria_ConcorsoCittaDiFerrarafacebook

Gli organizzatori non hanno trovato voci adatte agli interpreti dei ruoli principali (tenore, baritono, basso) e ricorreranno come consuetudine al "richiamo" di vincitori o finalisti delle passate edizioni del Concorso "Città di Ferrara". La giuria era composta dal tenore Daniele Barioni, presidente, Maria Cristina Osti, soprano e regista, Dario Favretti, pianista e vicedirettore del Teatro Claudio Abbado di Ferrara, Mario Menicagli, Riccardo Boeretto e Mauro Perissinotto, direttori d'orchestra, Giovanni Montanari, agente teatrale, Luciano Bonsi, baritono, Cesare Lana, basso, e Giovanni Polo, clarinettista e presidente dell'Orchestra Città di Ferrara.
La serata è stata salutata da un pubblico non numeroso ma molto caloroso.

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: il sindaco di Copparo, Nicola Rossi
Sotto da sinista: il sindaco Rossi, il tenore Daniele Barioni e il soprano e regista Maria Cristina Osti
Al centro in sequenza: il soprano Su A Park, il mezzosoprano Maria Ermolaeva, il tenore Zhang Chao Jun, il soprano Francesca Pacini, il soprano Stefanica Dorina Baitan, il mezzosoprano Asami Fuji Shimizu, il baritono Kang Jooho, il soprano Francesca Cucuzza e il soprano Erika Peder.
In fondo: i rappresentanti della giuria sul palco per la premiazione





Pubblicato il 21 Marzo 2017
All'Auditorium del grazioso paese romagnolo una domenica indimenticabile
A Bagnara non solo lirica servizio di Attilia Tartagni

170321_Bagnara_00_ConcertoLirico_AnnaLolliBAGNARA (RA) - C’è luogo in Romagna dove assistere a un concerto lirico lascia un retrogusto speciale, a mezza strada tra l’incontro conviviale e l’evento degno di un grande teatro: è l’Auditorium della Chiesa Arcipretale di San Giovanni Battista e Sant’Andrea Apostolo a Bagnara di Romagna; quel luogo è conosciuto a livello nazionale come una ribalta lirica di primaria importanza da cui si sono affacciati noti e apprezzati interpreti e giovani talentuosi in cerca di affermazione.  Il radicamento dell’opera in questa landa della Bassa Romagna trae origine da una storia d’amore clandestina (ma non troppo) che vide protagonisti l’acclamato compositore, docente e direttore d’orchestra M° Pietro Mascagni  (Livorno 1863 – Roma 1945) e la molto più giovane e del tutto sconosciuta cantante-corista  Anna Lolli di Bagnara di Romagna (1888-1972), bella bruna dagli ammalianti occhi verdi che il maestro, coniugato e padre di numerosa prole, pare avesse profeticamente sognato la notte prima di incrociarla nel 1910 a Roma durante una rappresentazione lirica e rimanerne affascinato per sempre. I due vissero insieme solo pochi giorni, ma la relazione durò fino alla morte del maestro  di cui Anna divenne musa ispiratrice. Certo i tempi non erano favorevoli a storie del genere e quando Anna Lolli rientrò a Bagnara, si sentì tenuta a distanza  specialmente dalla parrocchia alla quale, in punto di morte, lasciò le preziose testimonianze della sua storia d’amore. Nacquero  così  prima  il Museo Mascagni che contiene un epistolario di 4600 lettere e reperti di vario genere del maestro, poi il Comitato Mascagnano organizzatore di eventi lirici, il Premio “Mascagni d’Oro” giunto l’anno scorso alla sua 35° edizione e una sequenza ininterrotta di concerti lirici di qualità.
L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto domenica 19 marzo 2017 e ha messo a confronto stili e culture musicali di un mondo globalizzato che si riversa in Italia, attratto dal nostro patrimonio operistico e dallo stile di canto. All’Auditorium hanno risuonato varie arie di Giacomo Puccini declinate appassionatamente dal soprano Minji Kim, coreana, e dal tenore peruviano Ivan Ayon Rivas. Da solisti o in duetto essi hanno rinnovato l’emozione di pagine piene di sentimento, forti di una grande estensione vocale  e di un’appassionata interpretazione. Il tenore, 25 anni,  allievo di Roberto Servile, è già in carriera in teatri italiani importanti ed è in possesso di una vocalità sicura e di una pronuncia perfetta. Minji Kim è fatalmente attratta da creature lunari come Rusalka di Dvorak e dalle  fragili eroine pucciniane, ma talvolta eccede in potenza vocale a scapito delle raffinatezze che Puccini reclama.  Julija Samsonova Khajet, lituana dalla voce brunita, è perfetta come Azucena del “Trovatore” quando evoca l’inferno vissuto in Condotta ell’era in ceppi, ma è credibilissima anche nella seduzione liquida di Mon Coeur s’ouvre a ta voix da Sansone e Dalila di Camille Saint-Saens, l’aria di presentazione prediletta dai mezzosoprani. Con quella sua voce duttile e intensa, con quei gesti essenziali, si impone con una teatralità innata giocata tutta sulla voce.

170321_Bagnara_01_ConcertoLiricofacebook

Completava il cast il giovane baritono (italiano finalmente) Federico Cavarzan (classe 1989), una vocalità bene impostata e una gran bella presenza, valore aggiunto nella multimedialità che invade anche il mondo della lirica (pensiamo ai Dvd e alle opere trasmesse al cinematografo). Egli ha affrontato con pari disinvoltura le diverse temperature  delle verdiane Dio di Giuda dal Nabucco e Di Provenza  il mar e il suol e la scherzosa Madamina, il catalogo… dal Don Giovanni mozartiano.
La musica non si può  esprimere a parole e l’opera che è sostanzialmente teatro va fruita dal vivo, raccontarla è un esercizio che potrebbe anche risultare sterile. Ma necessario. Preme dunque sottolineare l’impegno e la passione che gravita dentro all’Auditorium dove, superato il primo impatto, gli artisti danno il massimo di sé, il pubblico è calorosissimo e l’atmosfera emozionale si riscalda con l’avanzare del programma. In tutto questo ha grande merito il M° Enrico Zucca,  sia come accompagnatore delle voci che come solista,  quando si abbandona a virtuosismi o a interpretazioni originali riportando l’attenzione sul proprio strumento o prestandosi a duetti, come in questo caso , con l’oboista. Per il consueto intermezzo dello strumentista, il concerto ha accolto le evoluzioni  dell’oboista Fabrizio Oriani che ha fatto vibrare lo strumento di intensità ed espressività anche in brani non espressamente dedicati. Come diceva Giuseppe Verdi: «Gli strumenti devono agire come voci umane e le voci come strumenti». Sappiamo tutti quanto il compositore emiliano fosse attratto dallo studio della vocalità, quella che all’Auditorium di Bagnara di Romagna è protagonista e impera, grazie all’infaticabile Comitato Mascagnano “Amici della Lirica” e al Comune di Bagnara di Romagna che lo sostiene, richiamando i melomani romagnoli in una città che riserba anche altre sorprese, dalla splendida rocca medioevale ai musei alle iniziative culturali, senza disdegnare le sagre come quella primaverile del castrato fra aprile e maggio, una delle più apprezzate e longeve della Romagna. Info e prenotazioni prossimi concerti  0545 76131 e 333 9979488.

Crediti fotografici: Attilia Tartagni
Nella miniatura in alto: Anna Lolli in un ritratto storico del pittore Bruno Croatto conservato al Museo Mascagni di Bagnara di Romagna (particolare)






< Torna indietro

Concorsi e Premi Soci Uncalm


Parliamone
La Euyo se fosse la chiave di volta?
intervento di Athos Tromboni FREE

180923_Parliamone_00_EuyoStringEnsemble_MatsZetterqvistFERRARA - E se fosse la chiave di volta per un ampliamento della musica sinfonica dal plurieseguito repertorio di tradizione alle eccellenze del Novecento? Questo ci si chiedeva sabato 22 settembre 2018 assistendo al concerto della formazione d’archi della European Union Youth Orchestra, una formazione di 20 archi guidati da due eccellenti musicisti della Chamber Orchestra of Europe ben noti ai ferraresi, perché molti dei presenti in teatro hanno seguito la Coe fin dal 1989, quando il maestro Claudio Abbado portò quell’orchestra in residenza nella città estense. Sul palcoscenico erano 18 ragazzi e ragazze della Euyo, queste ultime con le loro sciarpe azzurre stellate, guidati dall’esperto primo violino Mats Zetterqvist e dall’eccellente violoncellista Richard Lester. In aggiunta agli archi, per l’esecuzione del primo brano (autore Arvo Pärt, Cantus in memoriam Benjamin Britten) c’era il bravo percussionista Boris Bondinof
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Pianoforte
Ecco la Carini, ecco Schumann
servizio di Athos Tromboni FREE

181216_Fe_00_MariaCristinaCariniFERRARA - La musica pianistica di Robert Schumann... e il recital di Maria Cristina Carini nel Ridotto del Teatro Comunale "Claudio Abbado" per la stagione cameristica del Circolo Frescobaldi. Ecco le due motivazioni che hanno indotto il pubblico ferrarese alla partecipazione dell'appuntamento musicale. Se poi si tratta del 18 pezzi caratteristici
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Torna la Carmen che uccide
servizio di Simone Tomei FREE

181205_Fi_00_Carmen_MarinaComparatoFIRENZE - E' ormai lontano il termine delle polemiche e degli anatemi contro la Carmen che non muore andata in scena un anno fa al Teatro del Maggio che fu fonte di esagitati sproloqui per ogni dove; la Carmen di George Bizet, diventata oramai un titolo di repertorio della Fondazione Fiorentina, ha trovato nuovamente albergo sulle tavole del
...prosegui la lettura

Eventi
Guardati intorno č la nuova stagione
servizio di Edoardo Farina FREE

181201_Cesena_00_TeatroBonci_Franco PolliniCESENA - Conferenza stampa del Teatro Comunale “Alessandro Bonci” promossa da  ERT, Comune di Cesena ove in data 21 settembre 2018 è stata definita la nuova programmazione della  stagione invernale 2018/19 caratterizzata da un luogo inteso come confronto, esplorazione e dialogo,  spazio che si fa filtro e racconto del nostro vivere,
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Le due facce di Rigoletto
servizio di Attilia Tartagni FREE

181130_Ra_00_Rigoletto_AndreaBorghini_phZaniCasadioRAVENNA - Il Rigoletto del 28 novembre 2018 andato in scena al Teatro Alighieri è ambientato a Mantova, e possiede, come il suo ambiguo protagonista, due facce:  da una parte  la corte dei Gonzaga lussureggiante di pitture manieriste (la camera degli sposi di Mantegna incornicia il talamo in cui verrà sedotta Gilda rapita), dominata
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Ovazioni finali per l'Otello
servizio di Attilia Tartagni FREE

181126_Ra_00_Otello__phZaniCasadioRAVENNA - Il 25 novembre, giornata mondiale della violenza sulle donne,  è andato in scena al Teatro Alighieri il più celebre “femminicidio” operistico: Otello dall’omonimo testo teatrale di William Shakespeare, musica di Giuseppe Verdi, libretto di Arrigo Boito, antico detrattore verdiano che seppe riportare il maestro alla creazione a 16
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Trionfo per Samson et Dalila
servizio di Simone Tomei FREE

181126_MonteCarlo_00_SamsonEtDalila_AnitaRachvelishvili_phAlainHanelMONTE-CARLO - Ho scelto di iniziare il mio scritto con queste pennellate frutto dei miei studi e delle mie letture di approfondimento prima della visione dell’opera Samson et Dalila di Camille Saint-Saëns la cui rappresentazione si è concretizzata domenica 25 novembre 2018 al Grimaldi Forum - Salle de Princes quale titolo inaugurale della
...prosegui la lettura

Classica
Progetto Lauter per Courbet
servizio di Edoardo Farina FREE

171124_Fe_00_ProgettoLauter_NicolaBruzzoFERRARA - Curato dall’Associazione “Lauter”  in collaborazione con Ferrara Arte in occasione della mostra Courbet e la Natura allestita nel Palazzo Dei Diamanti, il 22 novembre 2018 presso il Teatro Comunale “Claudio Abbado” della città estense nell’ambito della stagione 2018/2019 di Ferrara Musica, è andato in scena un suggestivo concerto
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Nabucco molto molto bello
servizio di Attilia Tartagni FREE

181124_Ra_00_Nabucco_SerbanVasile_phZaniCasadioRAVENNA - È un Nabucco biblico-archeologico colossale che oltrepassa i confini della scena, azzera le barriere dello spazio e del tempo e scatena la fantasia ad aprire la "Trilogia d’Autunno 2018" del Teatro Alighieri. La prevaricazione del potere sull’individuo, il filo conduttore delle tre opere in programma, si configura in ogni tempo con la falsità dei
...prosegui la lettura

Diario
Lezione cantata sulla 'parola scenica'
Simone Tomei FREE

181119_Piombino_00_BrunoDeSimone_phFrancescoLiviPIOMBINO - Raccontare l’esperienza vissuta in un fine settimana a sud di Livorno è per me non solo piacevole ma anche motivo di orgoglio: nel pomeriggio di sabato 17 novembre 2018 ho infatti condiviso il palcoscenico del Teatro Metropolitan di Piombino con un grande artista che, come spesso ho avuto modo di affermare a voce e per iscritto
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Applauditissimi i Puritani
servizio di Rossana Poletti FREE

181118_Ts_00_Puritani_KatiaRicciarelliTRIESTE - Grande serata alla prima di I Puritani di Vincenzo Bellini al Teatro Verdi di Trieste, preceduta da una attesa carica di aspettative. L’aver scelto poi Katia Ricciarelli per la regia ha creato una forte esposizione mediatica. Il Verdi ha deciso questo titolo per l’avvio di stagione, l’ha affermato il sovrintendente Stefano Pace durante una delle
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
La bella Cenerentola della Iervolino
servizio di Simone Tomei FREE

181113_Fi_00_Cenerentola_TeresaIervolino_phMicheleBorzoniFIRENZE - Scrivevo nell'estate del 2017 dopo la visione della Cenerentola di Gioachino Rossini nel cortile di Palazzo Pitti: «... Un nuovo allestimento volto alla tradizionalità, ma al contempo non tradizionalista, che porta la firma della regista Manu Lalli; un allestimento che vede in campo una scenografia piuttosto semplice, ma funzionale curata da Roberta
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Tutte le direzioni con Max e Ellade
servizio di Athos Tromboni FREE

181109_Vigarano_00_Gruppo10_MaxChiarellaVIGARANO (FE) - La serata in ricordo di Federico ‘Chico’ Franchella, già presidente del Gruppo dei 10, e Antonio Fogli, socio, amico, e storico gestore del Bar Ragno di Comacchio, si è svolta al ristorante ‘Spirito’ di Vigarano Mainarda ieri, 8 novembre. Scomparsi entrambi da pochi mesi, furono anima e cuore della rassegna “Tutte le direzioni” che
...prosegui la lettura

Libri in Redazione
Eroine rossiniane regine e vincenti
recensione di Athos Tromboni FREE

181108_Libri_00_RobertaPedrotti-LeDonneDiGioachinoRossini_Roberta Pedrotti
Le donne di Gioachino Rossini - Nate per vincere e regnar
Odoya Editore - giugno 2018, pagg. 416, euro 22
La Pedrotti è musicologa, critico musicale, fondatrice e direttrice responsabile della rivista on-line L'ape musicale. Questo libro, che reca una toccante prefazione di 
...prosegui la lettura

Classica
Il Trio di Parma fa il pienone
servizio di Edoardo Farina FREE

181106_Fe_00_TrioDiParma_EnricoBronziFERRARA - Prosegue la stagione 2018/2019 di Ferrara Musica presso il Teatro Comunale Claudio Abbado; dopo gli entusiasmanti concerti  per opera della European Union Youth Orchestra e Kammerchor Stuttgart Hofkapelle, appuntamento inedito con uno dei più prestigiosi  ensemble  cameristici italiani, il Trio di Parma, preceduto
...prosegui la lettura

Eventi
Tutte le Direzioni in Falltime 2018
redatto da Athos Tromboni FREE

181103_Fe_00_TutteLeDirezioni2018_GaetanoRiccobonoVIGARANO MAINARDA (FE) - Torna come ogni anno la rassegna musicale d'autunno del Gruppo dei 10, l'ormai proverbiale Tutte le direzioni in Falltime: il ciclo di concerti nell'accogliente sala del ristorante-music hall "Lo Spirito" di Vigarano Mainarda (in via Rondona 11d) partirà giovedì 8 novembre prossimo e proseguirà fino alla fine dell’
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Schubert contro Gershwin in danza
servizio di Annarosa Gessi FREE

181031_Fe_00_EnricoMorelliFERRARA - Il terzo spettacolo del nuovo cartellone di danza del Teatro Comunale Claudio Abbado ha visto in scena la compagnia MM Contemporary Dance Company impegnata in due coreografie intitolate Schubert Frames (musica di Franz Schubert) e Gershwin Suite (musica di George Gershwin e Stefano Corrias).
Due lavori molto
...prosegui la lettura

Eventi
Sei titoli non era mai successo
servizio di Athos Tromboni FREE

181030_Fe_00_StagioneLirica_PaoloMarzocchiFERRARA - Solita partecipata conferenza stampa per la presentazione della stagione lirica del Teatro Abbado: oltre i giornalisti locali, erano in sala anche i dirigenti di numerose associazioni culturali della città, che sono il tessuto connettivo del pubblico ferrarese interessato all'opera. Il cartellone di sei titoli, mai così tanti negli ultimi vent'anni
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Hey Gio' con Le Villi
servizio di Simone Tomei FREE

181030_Fi_00_HeyGioLeVilli_VittorioMontalti.jpegFIRENZE - Un audace accostamento quello che si è visto all’inaugurazione della stagione lirica 2018-2019 al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino; una ricerca di dialogo tra il presente, un passato prossimo ed  un passato remoto. L’opera del compositore contemporaneo Vittorio Montalti, Hey Gio'..., vuole essere un ricordo ed un omaggio
...prosegui la lettura

Vocale
Gelmetti per un eccellente Stabat
servizio di Simone Tomei FREE

181028_Fi_00_StabatMaterRossini_GianluigiGelmettiFIRENZE - Il genio di Gioachino Rossini, scevro dagli impegni verso il Teatro d'opera da cui si era accommiatato anni prima, e la sequenza religiosa attribuita a Jacopone da Todi sono stati la materia prima con cui è stata confezionata la serata di apertura della XXXVIII stagione concertistica dell'Orchestra Regionale Toscana (ORT) al
...prosegui la lettura

Prosa
Profondo blu per Hester
servizio di Athos Tromboni FREE

181027_Fe_00_TheDeepBlueSea_LucaZingarettiFERRARA - Ma chi sarà quella morettina che rende bella, ancor più bella, la canzone Sognami di Biagio Antonacci? Era una domanda che mi ponevo nel 2007 quando uscì in videoclip proprio Sognami, canzone molto suggestiva in un periodo in cui si "scaricavano" ininterrottamente i filmati sul computer di casa trafficando in internet. Il videoclip non
...prosegui la lettura

Opera dalle Isole
Raccapricciante il Rigoletto di Turturro
servizio di Salvatore Aiello FREE

181024_Pa_00_Rigoletto_StefanoRanzaniPALERMO - Il verdiano Rigoletto ha segnato la ripresa della Stagione 2018 di Opere e Balletti del Massimo in un clima faticoso per la defezione del tenore Giorgio Berruggi e del soprano Maria Grazia Schiavo (presente quest'ultima in sole due recite, quella del 13 e quella del 17 ottobre), ambedue per sopravvenuti motivi di salute.  Il palcoscenico, incorniciato dai
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Il Dittico in attesa del Trittico
servizio di Simone Tomei FREE

181023_Lu_00_SuorAngelicaGianniSchicchi_MarcoGuidarini_phFilippoBrancoliPanteraLUCCA - Il Teatro del Giglio Ha aperto la sua stagione lirica 2018/2019 con il Dittico di Giacomo Puccini… ebbene sì, il “Dittico” e non il “Trittico”. Ma a tutto vi è una spiegazione: da tempo il teatro lucchese diretto dal M° Aldo Tarabella guarda lontano, punta alla vetta e lo fa trovando ampi spazi di manovra in collaborazioni nazionali e internazionali:
...prosegui la lettura

Personaggi
Suor Angelica la vivrō da mamma...
intervista di Simone Tomei FREE

181021_Lu_00_AlidaBertiLUCCA - Eccoci come promesso al terzo appuntamento di questa maratona lucchese per presentarvi il terzo debutto nel dittico pucciniano Suor Angelica e Gianni Schicchi battistrada per la la stagione lirica del Teatro del Giglio 2018/2019; è la volta del soprano Alida Berti che affronta proprio il grande ruolo di Suor Angelica del quale ci parlerà in
...prosegui la lettura

Personaggi
Rosiello lusingato d'essere Schicchi
intervista di Simone Tomei FREE

181019_Lu_00_MarcelloRosielloLUCCA - Eccoci al secondo piacevole incontro, questa volta con il baritono Marcello Rosiello al suo debutto lucchese nel ruolo di Gianni Schicchi; anche per lui il racconto della nostra chiacchierata è preceduto dal suo curriculum.
Nato a Bari, studia canto con Lucia Naviglio e Pietro Naviglio e
...prosegui la lettura

Personaggi
Cerco nel personaggio la mia veritā
intervista di Simone Tomei FREE

181016_Lu_00_IsabelDePaoli_phFabioParenzanLUCCA - Vivere Giacomo Puccini ed ascoltare le sue opere nella città dove è nato, è sempre una grande emozione e da lucchese doc non posso che esprimere felicità nel poter vedere dei bravi interpreti debuttare i ruoli del “mio” compositore proprio nel Teatro di Lucca.
Inizierò quindi questo “Trittico” di debutti con il
...prosegui la lettura

Vocale
Missa Solemnis da applausi
servizio di Athos Tromboni FREE

181014_Fe_00_MissaSolemnisHofkapelleStuttgard_FriederBerniusFERRARA - Dopo un’ampia pagina dedicata con successo e grande soddisfazione alla Euyo (quattro concerti a partire dall’agosto scorso), il cartellone di Ferrara Musica è approdato il 12 ottobre 2018 al primo appuntamento con un’orchestra e un coro “non residenti”: la Hofkapelle Stuttgard e il Kammerchor Stuttgard entrambe dirette
...prosegui la lettura

Personaggi
Roberto de Candia prima della prima
intervista di Simone Tomei FREE

181005_No_00_RobertoDeCandiaNOVARA - Abbiamo incontrato il baritono Roberto de Candia che ci ha raccontato qualcosa di sé nell’imminenza del debutto nel ruolo di Rigoletto nell’omonima opera di Giuseppe Verdi al Teatro Coccia di Novara. Conosciamo un po’ meglio questo artista attraverso il suo curriculum.
Dopo aver iniziato gli studi come violoncellista
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Festival Verdi impressioni d'un cronista
Simone Tomei FREE

180930_Pr_00_GiuseppeVerdiPARMA - La fine del mese di settembre richiama melomani, critici e curiosi del mondo del melodramma in terra emiliana e più precisamente a Parma per l’atteso Festival Verdi che quest’anno ha raggiunto la sua maggiore età; un Festival preparato nei minimi dettagli e con una cura quasi certosina per i dettagli: prova ne è, tra le la altre, il
...prosegui la lettura

Classica
Euyo e Chamber Academy belle realtā
servizio di Edoardo Farina FREE

180928_Fe_00_HeloiseDeJenlisFERRARA - La corrente stagione sinfonica e cameristica di Ferrara Musica ha visto nel pomeriggio del 27 settembre 2018 la seconda giornata di concerti per quanto concerne  l’attività di Ferrara Chamber Academy, organizzata per la prima volta quest'anno da EUYO e Ferrara Musica al Teatro Comunale Claudio Abbado. L’Accademia ha
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
La Traviata anche lei traviata
servizio di Simone Tomei FREE

180927_Fi_00_Traviata_ZuzanaMarkovaFIRENZE - L’epilogo di questa trilogia verdiana si è concluso con l’opera tratta dalla Signora delle camelie, il romanzo di Dumas fils: La Traviata, che è stata quindi in ordine di apparizione l’ultima delle “tre” con la firma del “progetto drammaturgico e regia” di Francesco Micheli, scene di Federica Parolini, costumi di Alessio Rosati e luci di Daniele Naldi.
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Un ottimo Trovatore
servizio di Simone Tomei FREE

180924_Liegi_00_Trovatore_FabioSartori_phOperaRoyalDeVallonieLIEGI - Ogni volta che mi trovo ad ascoltare Il trovatore di Giuseppe Verdi non posso fare a meno di ammirarne la contraddittoria perfezione drammaturgica e musicale; il connubio tra Salvatore Cammarano ed il Cigno di Busseto ha creato uno dei capolavori che, a mio avviso, è da annoverare nell’olimpo del Teatro in Musica. La repetita
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Rivive d'Ambrosio ai Servi
redatto da Athos Tromboni FREE

180922_Lu_00_Animando_AlfredoDAmbrosioLUCCA - Risorgono due concerti per violino e orchestra di grande pregio musicale: nella città toscana, infatti, il 7 ottobre 2018, per iniziativa del Comitato per i Grandi Maestri di Ferrara e l’associazione musicale “Animando Lucca”, saranno eseguiti il Concerto n.1 per violino e orchestra in Si minore op.29 e il Concerto n.2 per violino e orchestra in
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Rigoletto e Trovatore tuoni e fulmini
servizio di Simone Tomei FREE

180919_Fi_00_Rigoletto-Trovatore_FabioLuisiFIRENZE - Tre giorni sono stati necessari per sbollire, freddare e decantare, ma anche assaporare e rielaborare le emozioni del mio fine settimana fiorentino in cui ho assistito alla rappresentazione di parte della Trilogia verdiana al Teatro del Maggio Musicale; sbollire, freddare, decantare, assaporare e rielaborare sono azioni rivolte a ciascuno degli
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Dolce sentire davanti la chiesa
servizio di Edoardo Farina FREE

180915_00_Scacchi_GruppoMandolinisticoCodigorese_RenatoVanziniLIDO DI SPINA (FE) - Concerti d’estate, dopo il prestigioso appuntamento presso l’incantevole Sala delle Stilate attigua l’Abbazia di Pomposa nell’ambito dell’omonima stagione “Musica a Pomposa”, il Gruppo Mandolinistico Codigorese da quest’anno sotto la direzione del maestro Renato Vanzini è tornato nella serata del 5 agosto 2018 al Lido di
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310