Pubblicato il 09 Novembre 2018
Partita allo 'Spirito' di Vigarano Mainarda la rassegna autunno-vernina del Gruppo dei 10
Tutte le direzioni con Max e Ellade servizio di Athos Tromboni

181109_Vigarano_00_Gruppo10_MaxChiarellaVIGARANO (FE) - La serata in ricordo di Federico ‘Chico’ Franchella, già presidente del Gruppo dei 10, e Antonio Fogli, socio, amico, e storico gestore del Bar Ragno di Comacchio, si è svolta al ristorante ‘Spirito’ di Vigarano Mainarda ieri, 8 novembre. Scomparsi entrambi da pochi mesi, furono anima e cuore della rassegna “Tutte le direzioni” che d’autunno e d’inverno prende piede a Vigarano Mainarda nel noto ristorante-music hall; e d’estate al Bar Ragno di Comacchio.
Cena e poi concerto, con numerosi intervenuti allo ‘Spirito’.
Purtroppo non ha potuto essere presente il crooner e cantante siciliano Gaetano Riccobono, colpito in mattinata da influenza e dissenteria; così il presidente del Gruppo dei 10, Massimo Cavalleretti, e il direttore artistico, Alessandro Mistri, hanno “ripiegato” sul trio che avrebbe accompagnato Riccobono; un “ripiego” niente affatto sminuente la serata musicale, perché Oscar Zenari (piano), Francesco Angiuli (contrabbasso) e Max Franchella (batteria), sono jazzisti che ci sanno fare. Certo, il programma era stravolto rispetto alle aspettative; e non potendo più contare sulle calde atmosfere del mediterranean-jazz si è allora sviluppato sulle suadenti atmosfere del mainstream e degli evergreen come All too soon e Prelude to a kiss (Duke Ellington) o su brani originali per il trio piano-basso-batteria (Holy land di Cedar Walton) e mutuati dalle hit anche pop degli ultimi decenni come il motivo conduttore della colonna sonora di La vita è bella di Nicola Piovani (Smile) e altri quali Oblivion e All day long e Blue rose.

181109_Vigarano_01_Gruppo10_ElladeBandiniL’ambiente dello ‘Spirito’ si è comunque acclimatato immediatamente sul temperato caldo, anche perché il concerto si svolgeva contemporaneamente alla cena e nulla può competere con l’estasi di un’agape vera (amicizia-cibo-musica-poesia).
Nel merito, mi sento di sostenere che il motore trainante del trio fosse Max Franchella: ciò sia detto senza nulla togliere a Zenari e Angiuli, né al bell’amalgama per gli attacchi post-improvvisazioni, o per i crescendi perfettamente sincroni in ritmo e dinamica delle parti d’assieme. Però Franchella, con quel suo drumming alla Max Roach ha incitato, ispirato, guidato. Parola del critico.
A metà serata, Franchella ha chiamato alla batteria Ellade Bandini, presente alla cena, che non si è fatto pregare: «Cosa suoniamo?» dice Zenari, per l’improvvisata jam-session. «Quello che volete» risponde Bandini. E il clima è come trasmutato dal finissimo fraseggio alla Max Roach al deciso e perentorio suono alla Billy Cobham… (cioè, voglio dire, alla Bandini).
La serata si è conclusa con il ritorno di Franchella alla batteria e la concessione di richiestissimi e numerosi bis.
Il prossimo appuntamento con il Gruppo dei 10, sempre allo ‘Spirito’ di Vigarano Mainarda, è per sabato 24 novembe ore 21, con Spike Wilner al pianoforte, Tyler Mitchell al contrabbasso e Anthony Pinciotti alla batteria: sarà una serata dedicata al mitico ‘Smalls’, il jazz club al 183 West 10th Street, Greenwich Village, New York City.

181109_Vigarano_02_Gruppo10_ZenariAngiuliChiarella_facebook

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: il batterista Max Franchella
Al centro: il batterista Ellade Bandini
Sotto: il trio Zenari-Angiuli-Franchella in azione





Pubblicato il 14 Agosto 2018
Bel successo di pubblico per la formazione ferrarese alla rassegna Musica a Marfisa d'Este
Look Mama dalle canzoni al jazz servizio di Edoardo Farina

180814_Fe_00_MusicaAMarfisa_LookMama_DavideZabbariFERRARA - La rassegna “Musica a Marfisa d’Este” nel giardino della splendida loggia rinascimentale, mirabile esempio di residenza signorile ferrarese del XVI° secolo, ove l’edizione 2018 ancora una volta è stata in grado di confermare l’interessante iniziativa estiva organizzata dal Circolo Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara, Città Teatro e altre associazioni cittadine attraverso la direzione artistica di Athos Tromboni. Tra gli ultimi appuntamenti conclusi a Ferragosto, i Look Mama sono tornati per una divertente serata tenutasi la domenica del 12 agosto dopo il grande successo di pubblico degli anni precedenti.
Costituiti nel 2012, i componenti della band provengono da diverse esperienze artistiche che, fondendosi in un unico gruppo, hanno dato voce a una delle formazioni ferraresi tra le più poliedriche e apprezzate.
L’accattivante performance proposta ha coinvolto in un mix di standard soul, jazz, bossa nova e cantautori, tratta dal repertorio italiano con rimandi anche ai brani più celebri che hanno scalato le hit-parade degli anni '80 e '90 del secolo scorso: insomma jazz mainstream e pop-rock di grande qualità, per una serata un po’ all'insegna dei “migliori anni della nostra vita” grazie alla bella interpretazione dei numerosi musicisti presenti sul palco.
Atteso concerto inevitabilmente dal tutto esaurito per seguire diverse vecchie colonne sonore appartenute ai non più giovanissimi, soprattutto la generazione che ricorderà le produzioni discografiche francesi di Frank Pourcel, quelle tedesche di James Last con le loro grandi orchestre di musica leggera, in Italia Santo e Johnny, Mario Pezzotta e i celebri album Raccolta di Fausto Papetti, quando riproducevano fedelmente nelle versioni oggi dette cover molti di questi brani rispettivamente al sax alto, alle chitarre hawaiane e al trombone a tiro realizzandone una forma d’arte suggestiva e sognante. Era anche musica di intrattenimento, da ballo, da filodiffusione o da sottofondo in auto che ascoltavamo tramite le vecchie musicassette e cartucce Stereo 8 di allora, senza annoiarci praticamente mai.
Inizio dei vari revival  con Paolo Conte, in Via con me poi Gino Paoli da  Il cielo in una stanza, passando per alcuni ritmi carioca dell’America latina quali Mahna the carnaval, di Luiz Bonfá e Antônio Maria, Que me importa el mundo, scritto da Louis Bacalov, Wave e ancora One note samba di Antonio Jobim e Newton Mendonça, alternandosi con Kenny Dorham e una insolita versione di Guarda che luna cantata a suo tempo da Fred Buscaglione inframezzata sia all’inizio che alla fine da un arrangiamento tratto dalla Sonata al chiaro di luna di Beethoven per concludere, tra gli altri autori in programma, con Edoardo Bennato, Lorenz Hart e Pino Daniele dal suo blues napoletano dal tono unico e irripetibile.

180814_Fe_00_MusicaAMarfisa_LookMama_facebook

Barbara Felisatti, splendida voce in grado di impersonare abilmente cantanti originali sia maschili che femminili spesso difficili ove il rischio del confronto spietato è inevitabile, Cecilia Bertacchini alternandosi facilmente dal sassofono tenore alle percussioni, Simona Squarzoni, che con grande maestria ha suonato indistintamente il sax alto e soprano in diversi brani sostenendone le varie parti melodiche, riconoscendosi in una precisa intonazione e ottima tenuta di fiato senza manifestare alcun segno di stanchezza, poi Davide Zabbari, chitarra, proveniente da una formazione prevalentemente classica ma in grado comunque di affrontare assai bene tempi solisti e sincopati  in parte lontani dalle sue note tradizionali, infine Roberto Baiocchi, basso elettrico, Enrico Samaritani, tastiera e pianoforte e Stefano Guarisco, batteria dai supporti davvero ineccepibili. Tutti hanno contribuito a rappresentare una sintesi stilistica fra le forme musicali sia della canzone d’autore che corrente, essendo in grado di riassumere al meglio e assai esplicitamente l’arte del loro tempo, regalandoci momenti di grande impatto emotivo.
Luci ed effetti  audio dal sound convincente hanno fatto il resto, sapendo rendere con grande espressività la migliore qualità tecnica della scrittura strumentale e vocale esposta, complice una platea attenta che ha amato ascoltare compilation ove le note “assai note” delle pagine eseguite, hanno proiettato in un'atmosfera piacevole all’interno di un viaggio tra varie   melodie assai caratteristiche, evergreen datate ma senza tempo rispetto a eventuali musiche nuove, scaturendone come spesso avviene di norma un successo assicurato… e qui direi perfettamente riuscito.

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatua in alto: il chitarrista Davide Zabbari
Sotto: i Look Mama al saluto finale fra gli applausi del pubblico





Pubblicato il 28 Luglio 2018
Bruno Laudato e Riccardo Farolfi protagonisti di un suggestivo concerto della sei corde
Interpretando Paco de Lucia servizio di Edoardo Farina

180728_Fe_00_PacoDeLuciaFERRARA - Musica a Marfisa d’Este nel giardino della splendida loggia rinascimentale, tra i migliori esempi di residenza signorile ferrarese del XVI° secolo, idonea sede in grado di ospitare una piacevole  iniziativa estiva organizzata dal Circolo Culturale Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Musei Civici - Arte Antica e altre associazioni cittadine, sotto la direzione artistica di Athos Tromboni. Il ricavato dall’ingresso a offerta libera è stato interamente devoluto all’Associazione Malattia Alzheimer di Ferrara; nel merito del calendario complessivo della rassegna (31 concerti in poco più di un mese) ancora una volta non sono mancati prestigiosi appuntamenti che hanno compreso, tra gli altri, pagine dal Barocco al Romanticismo, Viaggi con i Cantastorie - voce, violino, fisarmonica… e la musica per due chitarre, poliedrico strumento in grado di proporsi attraverso le formule più diversificate, cresciuto negli ultimi decenni nella forma sia classica che in questo caso folkloristica con insospettata rapidità dando luogo a festival e rassegne concertistiche di prestigio.
Dopo il recital di Giordano Passini, promettente giovane concertista (tenutosi un paio di giorni prima), ecco che il 26 luglio 2018 è tornata la “sei corde” con Flamenco e non solo per una serata dedicata alla musica iberica attraverso una pirotecnica interpretazione delle musiche di Paco de Lucia, pseudonimo di Francisco Sánchez Gómez, nato ad Algeciras (Spagna) nel 1947 e deceduto a Cancún (Messico) nel 2014, colui che è stato sicuramente il più importante chitarrista del brillante genere ispirato al flamenco, costituendone una vera e propria scuola.  Sul palco, un affermato duo proveniente da Bologna formato da Bruno Laudato - ha studiato dapprima chitarra classica con il M° Franco Gregoretti di Napoli, partecipato a diverse edizioni del Ferrara Buskers Festival promuovendosi tra l’altro anche con il proprio trio "Guitarra española” accompagnato da percussioni e contrabbasso, oltre all'attività solistica - e Riccardo Farolfi -  chitarrista e didatta, ha tenuto negli Stati Uniti d’America concerti e conferenze-esecuzioni presso l’Università in Washington, Connecticut, Virginia e Massachussetts effettuato inoltre tournée in Austria, Svizzera e Germania, eseguito parecchi concerti per chitarra e orchestra con diverse formazioni vocali e strumentali da camera nell’ambito di numerose manifestazioni artistiche e culturali.
Volendo compiere un passo storicamente indietro, sappiamo che le origini del duo chitarristico possono risalire alla tradizione liutistica e vihuelistica delle corti italiane, francesi e spagnole del ’500, anche se prima di allora sicuramente erano esistite combinazioni fra strumenti a pizzico in generale. Ma una letteratura specifica attinente a una precisa formazione strumentale deve intendersi dal Rinascimento in poi, specialmente in Inghilterra i duetti per più cordofoni erano era considerati parte integrante della vita sociale di allora: nel teatro, nella poesia, in circostanze private e ufficiali dove i compositori sapevano dosare ritmiche complesse e ardite maestrie.
L'arte flamenca, le cui radici si incontrano nella Spagna del secolo XVI°, si sviluppa come espressione primitiva le cui origini tuttora sono sconosciute ed è l’unica danza al mondo ove sono i musicisti a seguire i ballerini e non il contrario. Infatti durante l’esibizione non avviene mai alcuna lettura delle parti eventualmente scritte, dovendo osservare costantemente i loro passi eseguendo tutto interamente a memoria oppure spesso improvvisando se si è solisti, ragione per cui musicalmente è stata tramandata per via orale nei secoli.

180728_Fe_01_BrunoLaudatoRiccardoFarolfi_facebook

Il culto è il primo importante simbolo della tradizione, importanti scrittori del passato trattano nei loro libri la grande religiosità dei canti del popolo gitano, la loro voce passionale, profonda e intensa, costituisce l'unico mezzo per mantenere nel tempo le proprie filologie esprimendone  le inquietudini. All’ascolto, subito vengono in mente calde atmosfere supportate da un insieme di chitarre che accompagnano in seno alla gioia delle ballerine dai costumi pittoreschi. Per quanto sia, il flamenco, incredibile a dirsi, è fondamentalmente triste, raramente allegro, appartenente alla Spagna meridionale da dove ha origine ed è a distanza secolare tutt'oggi attivissimo  cantando sotto forma di inno alla vita la povertà, il carcere, la miseria... Già nel primo periodo barocco viene descritto come un’espressione piena di forti saghe, rituali e superstizioni ritenute magiche a quell'epoca, per giungere sul finire del '700 adottando la formula della poesia romanzata come strumento per parlare al popolo. La clandestinità viene dunque sostituita in modo più promiscuo a livello sociale, Siviglia e Cadice sono le due città più importanti per l'evoluzione, sino ad arrivare a rappresentare per antonomasia l’intera Penisola Iberica. La sofferenza, la  libertà, l'abilità del torero, il corteggiamento e la virilità si rivelano ingredienti sempre più considerati filosofia di vita, così come l'armonia dei movimenti, quindi il tipico utilizzo della chitarra, anche se solamente all'inizio secolo successivo.
Performance assai divertente per merito del repertorio tipico spagnolo comunemente noto e bene esposto,  complice una buona affinità e al simpatico utilizzo degli strumentini ritmici di vario genere azionati a piede da Laudato seguito dagli effetti percussivi di Farolfi, scaturendone un bell’effetto tipico, sostenuti anche dall’amplificazione che se da un lato ha tolto la vera natura e sensibilità intimistica della chitarra classica, in questo ambito si è resa praticamente necessaria dato il genere e il contesto all’aperto. Varietà di scelta delle pagine in programma partendo da Mañana de carnaval, Malagueña, Virgen de amor, Tomo y obligo, eseguite in duo poi alternate a brani altrettanto celebri in assolo, come Barrio la viña, Reflejo de Luna, La fuente de Granada, giungendo a Manuel de Falla con La vida breve, supportati da dotte spiegazioni da parte di entrambi, per terminare ancora in duo con il celebre Tico tico del brasiliano Zequinha de Abreu, scritto nel 1917.
Seppure in difficoltà a causa del consistente caldo estivo e l’illuminazione delle forti luci alogene, essi sono giunti abilmente al termine, caratterizzati da un recital indimenticabile che sebbene in parte lontano dall’autentica tradizione riservata ai veri flamenchisti andalusi, hanno comunque dimostrato conoscenza stilistica  attraverso espressività tecnica e riconosciuta professionalità.    
Il contributo che hanno inteso dare, quindi, gli amici e colleghi con questo insolito concerto costituito da ben 14 brani si concretizza in un lavoro a favore di quanto sicuramente è considerata la più importante e interessante forma chitarristica d’insieme: il Duo.

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: il dedicatario del concerto, Paco de Lucia
Sotto: Bruno Laudato e Riccardo Farolfi in pedana a Musica a Marfisa d'Este (Ferrara)






< Torna indietro

Nuove Musiche Jazz Pop Rock Etno Classica Vocale


Parliamone
La Euyo se fosse la chiave di volta?
intervento di Athos Tromboni FREE

180923_Parliamone_00_EuyoStringEnsemble_MatsZetterqvistFERRARA - E se fosse la chiave di volta per un ampliamento della musica sinfonica dal plurieseguito repertorio di tradizione alle eccellenze del Novecento? Questo ci si chiedeva sabato 22 settembre 2018 assistendo al concerto della formazione d’archi della European Union Youth Orchestra, una formazione di 20 archi guidati da due eccellenti musicisti della Chamber Orchestra of Europe ben noti ai ferraresi, perché molti dei presenti in teatro hanno seguito la Coe fin dal 1989, quando il maestro Claudio Abbado portò quell’orchestra in residenza nella città estense. Sul palcoscenico erano 18 ragazzi e ragazze della Euyo, queste ultime con le loro sciarpe azzurre stellate, guidati dall’esperto primo violino Mats Zetterqvist e dall’eccellente violoncellista Richard Lester. In aggiunta agli archi, per l’esecuzione del primo brano (autore Arvo Pärt, Cantus in memoriam Benjamin Britten) c’era il bravo percussionista Boris Bondinof
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Jazz Pop Rock Etno
Tutte le direzioni con Max e Ellade
servizio di Athos Tromboni FREE

181109_Vigarano_00_Gruppo10_MaxChiarellaVIGARANO (FE) - La serata in ricordo di Federico ‘Chico’ Franchella, già presidente del Gruppo dei 10, e Antonio Fogli, socio, amico, e storico gestore del Bar Ragno di Comacchio, si è svolta al ristorante ‘Spirito’ di Vigarano Mainarda ieri, 8 novembre. Scomparsi entrambi da pochi mesi, furono anima e cuore della rassegna “Tutte le direzioni” che
...prosegui la lettura

Libri in Redazione
Eroine rossiniane regine e vincenti
recensione di Athos Tromboni FREE

181108_Libri_00_RobertaPedrotti-LeDonneDiGioachinoRossini_Roberta Pedrotti
Le donne di Gioachino Rossini - Nate per vincere e regnar
Odoya Editore - giugno 2018, pagg. 416, euro 22
La Pedrotti è musicologa, critico musicale, fondatrice e direttrice responsabile della rivista on-line L'ape musicale. Questo libro, che reca una toccante prefazione di 
...prosegui la lettura

Classica
Il Trio di Parma fa il pienone
servizio di Edoardo Farina FREE

181106_Fe_00_TrioDiParma_EnricoBronziFERRARA - Prosegue la stagione 2018/2019 di Ferrara Musica presso il Teatro Comunale Claudio Abbado; dopo gli entusiasmanti concerti  per opera della European Union Youth Orchestra e Kammerchor Stuttgart Hofkapelle, appuntamento inedito con uno dei più prestigiosi  ensemble  cameristici italiani, il Trio di Parma, preceduto
...prosegui la lettura

Eventi
Tutte le Direzioni in Falltime 2018
redatto da Athos Tromboni FREE

181103_Fe_00_TutteLeDirezioni2018_GaetanoRiccobonoVIGARANO MAINARDA (FE) - Torna come ogni anno la rassegna musicale d'autunno del Gruppo dei 10, l'ormai proverbiale Tutte le direzioni in Falltime: il ciclo di concerti nell'accogliente sala del ristorante-music hall "Lo Spirito" di Vigarano Mainarda (in via Rondona 11d) partirà giovedì 8 novembre prossimo e proseguirà fino alla fine dell’
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Schubert contro Gershwin in danza
servizio di Annarosa Gessi FREE

181031_Fe_00_EnricoMorelliFERRARA - Il terzo spettacolo del nuovo cartellone di danza del Teatro Comunale Claudio Abbado ha visto in scena la compagnia MM Contemporary Dance Company impegnata in due coreografie intitolate Schubert Frames (musica di Franz Schubert) e Gershwin Suite (musica di George Gershwin e Stefano Corrias).
Due lavori molto
...prosegui la lettura

Eventi
Sei titoli non era mai successo
servizio di Athos Tromboni FREE

181030_Fe_00_StagioneLirica_PaoloMarzocchiFERRARA - Solita partecipata conferenza stampa per la presentazione della stagione lirica del Teatro Abbado: oltre i giornalisti locali, erano in sala anche i dirigenti di numerose associazioni culturali della città, che sono il tessuto connettivo del pubblico ferrarese interessato all'opera. Il cartellone di sei titoli, mai così tanti negli ultimi vent'anni
...prosegui la lettura

Vocale
Gelmetti per un eccellente Stabat
servizio di Simone Tomei FREE

181028_Fi_00_StabatMaterRossini_GianluigiGelmettiFIRENZE - Il genio di Gioachino Rossini, scevro dagli impegni verso il Teatro d'opera da cui si era accommiatato anni prima, e la sequenza religiosa attribuita a Jacopone da Todi sono stati la materia prima con cui è stata confezionata la serata di apertura della XXXVIII stagione concertistica dell'Orchestra Regionale Toscana (ORT) al
...prosegui la lettura

Prosa
Profondo blu per Hester
servizio di Athos Tromboni FREE

181027_Fe_00_TheDeepBlueSea_LucaZingarettiFERRARA - Ma chi sarà quella morettina che rende bella, ancor più bella, la canzone Sognami di Biagio Antonacci? Era una domanda che mi ponevo nel 2007 quando uscì in videoclip proprio Sognami, canzone molto suggestiva in un periodo in cui si "scaricavano" ininterrottamente i filmati sul computer di casa trafficando in internet. Il videoclip non
...prosegui la lettura

Opera dalle Isole
Raccapricciante il Rigoletto di Turturro
servizio di Salvatore Aiello FREE

181024_Pa_00_Rigoletto_StefanoRanzaniPALERMO - Il verdiano Rigoletto ha segnato la ripresa della Stagione 2018 di Opere e Balletti del Massimo in un clima faticoso per la defezione del tenore Giorgio Berruggi e del soprano Maria Grazia Schiavo (presente quest'ultima in sole due recite, quella del 13 e quella del 17 ottobre), ambedue per sopravvenuti motivi di salute.  Il palcoscenico, incorniciato dai
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Il Dittico in attesa del Trittico
servizio di Simone Tomei FREE

181023_Lu_00_SuorAngelicaGianniSchicchi_MarcoGuidarini_phFilippoBrancoliPanteraLUCCA - Il Teatro del Giglio Ha aperto la sua stagione lirica 2018/2019 con il Dittico di Giacomo Puccini… ebbene sì, il “Dittico” e non il “Trittico”. Ma a tutto vi è una spiegazione: da tempo il teatro lucchese diretto dal M° Aldo Tarabella guarda lontano, punta alla vetta e lo fa trovando ampi spazi di manovra in collaborazioni nazionali e internazionali:
...prosegui la lettura

Personaggi
Suor Angelica la vivrō da mamma...
intervista di Simone Tomei FREE

181021_Lu_00_AlidaBertiLUCCA - Eccoci come promesso al terzo appuntamento di questa maratona lucchese per presentarvi il terzo debutto nel dittico pucciniano Suor Angelica e Gianni Schicchi battistrada per la la stagione lirica del Teatro del Giglio 2018/2019; è la volta del soprano Alida Berti che affronta proprio il grande ruolo di Suor Angelica del quale ci parlerà in
...prosegui la lettura

Personaggi
Rosiello lusingato d'essere Schicchi
intervista di Simone Tomei FREE

181019_Lu_00_MarcelloRosielloLUCCA - Eccoci al secondo piacevole incontro, questa volta con il baritono Marcello Rosiello al suo debutto lucchese nel ruolo di Gianni Schicchi; anche per lui il racconto della nostra chiacchierata è preceduto dal suo curriculum.
Nato a Bari, studia canto con Lucia Naviglio e Pietro Naviglio e
...prosegui la lettura

Personaggi
Cerco nel personaggio la mia veritā
intervista di Simone Tomei FREE

181016_Lu_00_IsabelDePaoli_phFabioParenzanLUCCA - Vivere Giacomo Puccini ed ascoltare le sue opere nella città dove è nato, è sempre una grande emozione e da lucchese doc non posso che esprimere felicità nel poter vedere dei bravi interpreti debuttare i ruoli del “mio” compositore proprio nel Teatro di Lucca.
Inizierò quindi questo “Trittico” di debutti con il
...prosegui la lettura

Vocale
Missa Solemnis da applausi
servizio di Athos Tromboni FREE

181014_Fe_00_MissaSolemnisHofkapelleStuttgard_FriederBerniusFERRARA - Dopo un’ampia pagina dedicata con successo e grande soddisfazione alla Euyo (quattro concerti a partire dall’agosto scorso), il cartellone di Ferrara Musica è approdato il 12 ottobre 2018 al primo appuntamento con un’orchestra e un coro “non residenti”: la Hofkapelle Stuttgard e il Kammerchor Stuttgard entrambe dirette
...prosegui la lettura

Personaggi
Roberto de Candia prima della prima
intervista di Simone Tomei FREE

181005_No_00_RobertoDeCandiaNOVARA - Abbiamo incontrato il baritono Roberto de Candia che ci ha raccontato qualcosa di sé nell’imminenza del debutto nel ruolo di Rigoletto nell’omonima opera di Giuseppe Verdi al Teatro Coccia di Novara. Conosciamo un po’ meglio questo artista attraverso il suo curriculum.
Dopo aver iniziato gli studi come violoncellista
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Festival Verdi impressioni d'un cronista
Simone Tomei FREE

180930_Pr_00_GiuseppeVerdiPARMA - La fine del mese di settembre richiama melomani, critici e curiosi del mondo del melodramma in terra emiliana e più precisamente a Parma per l’atteso Festival Verdi che quest’anno ha raggiunto la sua maggiore età; un Festival preparato nei minimi dettagli e con una cura quasi certosina per i dettagli: prova ne è, tra le la altre, il
...prosegui la lettura

Classica
Euyo e Chamber Academy belle realtā
servizio di Edoardo Farina FREE

180928_Fe_00_HeloiseDeJenlisFERRARA - La corrente stagione sinfonica e cameristica di Ferrara Musica ha visto nel pomeriggio del 27 settembre 2018 la seconda giornata di concerti per quanto concerne  l’attività di Ferrara Chamber Academy, organizzata per la prima volta quest'anno da EUYO e Ferrara Musica al Teatro Comunale Claudio Abbado. L’Accademia ha
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
La Traviata anche lei traviata
servizio di Simone Tomei FREE

180927_Fi_00_Traviata_ZuzanaMarkovaFIRENZE - L’epilogo di questa trilogia verdiana si è concluso con l’opera tratta dalla Signora delle camelie, il romanzo di Dumas fils: La Traviata, che è stata quindi in ordine di apparizione l’ultima delle “tre” con la firma del “progetto drammaturgico e regia” di Francesco Micheli, scene di Federica Parolini, costumi di Alessio Rosati e luci di Daniele Naldi.
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Un ottimo Trovatore
servizio di Simone Tomei FREE

180924_Liegi_00_Trovatore_FabioSartori_phOperaRoyalDeVallonieLIEGI - Ogni volta che mi trovo ad ascoltare Il trovatore di Giuseppe Verdi non posso fare a meno di ammirarne la contraddittoria perfezione drammaturgica e musicale; il connubio tra Salvatore Cammarano ed il Cigno di Busseto ha creato uno dei capolavori che, a mio avviso, è da annoverare nell’olimpo del Teatro in Musica. La repetita
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Rivive d'Ambrosio ai Servi
redatto da Athos Tromboni FREE

180922_Lu_00_Animando_AlfredoDAmbrosioLUCCA - Risorgono due concerti per violino e orchestra di grande pregio musicale: nella città toscana, infatti, il 7 ottobre 2018, per iniziativa del Comitato per i Grandi Maestri di Ferrara e l’associazione musicale “Animando Lucca”, saranno eseguiti il Concerto n.1 per violino e orchestra in Si minore op.29 e il Concerto n.2 per violino e orchestra in
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Rigoletto e Trovatore tuoni e fulmini
servizio di Simone Tomei FREE

180919_Fi_00_Rigoletto-Trovatore_FabioLuisiFIRENZE - Tre giorni sono stati necessari per sbollire, freddare e decantare, ma anche assaporare e rielaborare le emozioni del mio fine settimana fiorentino in cui ho assistito alla rappresentazione di parte della Trilogia verdiana al Teatro del Maggio Musicale; sbollire, freddare, decantare, assaporare e rielaborare sono azioni rivolte a ciascuno degli
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Dolce sentire davanti la chiesa
servizio di Edoardo Farina FREE

180915_00_Scacchi_GruppoMandolinisticoCodigorese_RenatoVanziniLIDO DI SPINA (FE) - Concerti d’estate, dopo il prestigioso appuntamento presso l’incantevole Sala delle Stilate attigua l’Abbazia di Pomposa nell’ambito dell’omonima stagione “Musica a Pomposa”, il Gruppo Mandolinistico Codigorese da quest’anno sotto la direzione del maestro Renato Vanzini è tornato nella serata del 5 agosto 2018 al Lido di
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Successo per le Cartoline Pucciniane
servizio di Simone Tomei FREE

180922_Lu_00_CartolinePucciniana_YukoTsuchiyaLUCCA - Anche quest’anno nella splendida cornice di Piazza Cittadella nel centro della città e sotto le finestre della casa natale di Giacomo Puccini si sono tenute, come ormai consuetudine, le "Cartoline Pucciniane". La loro realizzazione è frutto della collaborazione tra Il Teatro del Giglio, la Fondazione Giacomo Puccini e il Comune di Lucca i quali
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
La Casa della Musica si presenta
redatto da Athos Tromboni FREE

180911_00_Vigarano_OstiMariaCristinaVIGARANO PIEVE (FE) - Settembre segna da anni il ritorno a scuola dei ragazzi e dei giovani; riparte la scuola dell'obbligo ma anche le altre scuole sono ai blocchi di partenza, comprese quelle di formazione e/o alto perfezionamento. In sintonia con il periodo, anche a Vigarano Pieve - nel Comune di Vigarano Mainarda (Ferrara) - è tutto pronto per
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Ecco le 'Carte' di Trioschi
servizio di Athos Tromboni FREE

180909_00_Fusignano_TrioschiMarinoFUSIGNANO (RA) - Si chiama Carte. Semplicemente Carte, la mostra di pittura che Marino Trioschi ha allestito quest’anno per la Festa della Madonna di Fusignano nelle stanze della residenza Ca’ Ruffo. Una breve personale, in parete dal 6 al 9 settembre 2018, perché tanto (o tanto poco) durano i “giorni della Madonna” di Fusignano,
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Fine stagione con mezza Aida
servizio di Simone Tomei FREE

180902_Vr_00_BarbiereDiSiviglia_NicolaAlaimo_FotoEnneviVERONA - Come un cerchio che si chiude è giunto al termine anche il 96.mo Festival lirico dell’Arena di Verona con le ultime repliche di alcune opere in cartellone e con nuovi interpreti di cui vi darò conto in questo scritto. Il Festival edizione 2018 ha avuto un più che favorevole andamento stagionale (dal punto di vista atmosferico), salvo
...prosegui la lettura

Personaggi
Vado dove mi porta la voce
a cura di Angela Bosetto e Simone Tomei FREE

180829_00_Personaggi_Mario Cassi_phFrancescoSquegliaVERONA - Incontriamo… ebbene sì “non son solo, siamo in due”, come direbbe il bohémien Rodolfo agli amici di ventura nel capolavoro pucciniano. Per questo ameno confronto con il baritono aretino Mario Cassi ho voluto accanto a me una cara amica e collega, Angela Bosetto, con la quale ho condiviso serate estive in Arena e pomeriggi
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Una tradizione musicale ferrarese
servizio di Edoardo Farina FREE

180828_Fe_00_GinoNeriFERRARA - Superato l’ambito traguardo dei 100 anni dalla fondazione avvenuto il 7 febbraio 1998 ove per l’occasione fu organizzato un prestigioso concerto presso il Teatro Comunale con altrettanti 100 mandolinisti, uno a rappresentarne ogni anno trascorso, il 2018 continua a proporsi all’insegna di numerose attività artistiche già
...prosegui la lettura

Vocale
Tante stelle ma brilla solo la Traviata
servizio di Simone Tomei FREE

180827_Vr_00_VerdiOperaNight_StefanoTrespidiVERONA - Ancora una serata di musica all'Arena di Verona: questa volta per il Verdi Opera Night tenutosi domenica 26 agosto 2018. I comunicati stampa avevano annunciato da tempo una «serata memorabile» dedicata a Giuseppe Verdi per suggellare ancor di più il legame indissolubile tra l’anfiteatro veronese ed il Cigno di Busseto; era stata
...prosegui la lettura

Pianoforte
Euyo e il pubblico va in delirio
servizio di Athos Tromboni FREE

180826_Fe_00_Euyo-GianandreaNoseda_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Introdotto da una conferenza stampa il 24 agosto, in pieno Buskers Festival 2018, è stato presentato il secondo concerto della European Union Youth Orchestra (per tutti, ormai, la “Euyo”) a coronamento della residenza ferrarese di questa orchestra giovanile europea. All’incontro con la stampa, oltre a un nutrito gruppo
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Barbiere, Nabucco, Aida, le repliche
servizio di Simone Tomei FREE

180820_Vr_00_Barbiere_MarioCassi_FotoEnneviVERONA - Ancora Arena nel pieno del 96.mo Opera Festival con un’incursione di metà agosto per tre serate di grande musica ascoltando i cast alternativi di tre grandi capolavori del Teatro in Musica in cui il genio di Gioachino Rossini si è sposato con quello di Giuseppe Verdi... ma andiamo con ordine, cominciando dal capolavoro buffo del pesarese.
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Didone abbandonata e... ritrovata
servizio di Simone Tomei FREE

180818_00_Innsbruck_Didone_ViktorijaMiskunaite_phRupertLarlINNSBRUCK - Le mie trasferte estive mi hanno visto spettatore la sera del 14 agosto 2018 anche all’ Innsbrucker Festwochen Der Alten Music in occasione di una recita della Didone abbandonata di Giuseppe Saverio Mercadante, dramma per musica su libretto di Pietro Metastasio. Il mito di Didone prende le mosse dall’epica virgiliana nel libro IV
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
I plettro alla Marfisa e all'Archeologico
servizio di Edoardo Farina FREE

180816_Fe_00_MusicaMarfisa_GiorgioFabbriFERRARA - Anche quest’anno si è svolto “Musica a Marfisa d’Este” nel giardino della splendida loggia  rinascimentale, esempio di residenza signorile ferrarese del XVI° secolo, in grado di costituire un’ interessante iniziativa estiva organizzata dal Circolo Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in collaborazione con Fondazione Teatro Comunale di
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Look Mama dalle canzoni al jazz
servizio di Edoardo Farina FREE

180814_Fe_00_MusicaAMarfisa_LookMama_DavideZabbariFERRARA - La rassegna “Musica a Marfisa d’Este” nel giardino della splendida loggia rinascimentale, mirabile esempio di residenza signorile ferrarese del XVI° secolo, ove l’edizione 2018 ancora una volta è stata in grado di confermare l’interessante iniziativa estiva organizzata dal Circolo Amici della Musica “Girolamo Frescobaldi” in
...prosegui la lettura

Vocale
Mefistofele sotto la luna rossa
servizio di Attilia Tartagni FREE

180809_VillaRamona_00_FrancescoElleroDArtegna_phCarloMorgagniVILLA RAMONA (RA) - Grande successo per “Ricordando Arrigo Boito” il 27 luglio 2018 a Villa Ramona di San Pietro in Trento, location prestigiosa della provincia ravennate che accoglie ogni estate un concerto lirico organizzata dall’Assessorato al Decentramento del Comune di Ravenna, dall’Associazione culturale Villa Ramona e dal
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Aida nella Piazza Garibaldi
servizio di Edoardo Farina FREE

180808_Cervia_00_Aida_RaffaellaBattistini_phDanieleAngeliniCERVIA (RA) - Tra le proposte concertistiche estive della Romagna, organizzata dall’Associazione “La Pomme” e in collaborazione con il Comune di Cervia, nella Piazza Garibaldi il 4 agosto 2018 è andata in scena Aida di Giuseppe Verdi, adeguatamente allestita per i celebri quattro atti su libretto del poeta e scrittore Antonio Ghislanzoni, basati su
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310