Pubblicato il 31 Maggio 2022
Diciotto titoli: presentata la stagione di Prosa 2022-2023 del Comunale
A teatro vive il sogno illuminista servizio di Athos Tromboni

20220531_Fe_00_PresentazioneProsa2022-2023_MichelePlacidoFERRARA - È stata presentata la stagione di prosa 2022-2023 del Teatro Comunale "Claudio Abbado": saranno 12 spettacoli in abbonamento che spaziano dai grandi classici, agli autori internazionali, alle nuove drammaturgie. A questi appuntamenti (in programma il venerdì e il sabato alle 20,30 e di domenica alle ore 16), si aggiungono anche i 6 spettacoli del programma EXTRA, fuori abbonamento, che avranno per protagonisti giornalisti, uomini di teatro, musicisti e comici. Un totale di 18 spettacoli, tra l'inaugurazione del 7 ottobre 2022 e l'ultimo spettacolo del 13 maggio 2023.
La conferenza stampa, condotta dal direttore artistico Marcello Corvino, ha visto presenti l'assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Marco Gulinelli, il direttore generale del Teatro Abbado, Moni Ovadia, e in collegamento video il presidente dello stesso teatro, Michele Placido.
Per Gulinelli «A teatro vive il sogno illuminista. Per questo l'amministrazione comunale è impegnata a favorire la crescita quantitativa e qualitativa della produzione culturale di questa città.»
Poi l'assessore alla Cultura si è sbilanciato annunciando la novità, ancora comunque da dettagliare, della scelta del Comune di Ferrara riguardante la trasfornazione del cinema Boldini (sito nell'omonima piazza) in un teatro e cinema della capienza di 250 - 300 posti, spazio e luogo ottimali per le piccole produzioni soprattutto di realtà emergenti e/o giovanili.
Moni Ovadia aveva stimolato lo "sbilanciamento" dell'assessore annunciando la volontà di impegnarsi in prima persona per costruire a Ferrara «... un'alleanza fra le generazioni per dare spazio ai giovani, per dare un futuro al teatro, perché nulla riesce a rappresentare l'umano come è in grado di fare proprio il teatro.»
Dal canto suo il presidente Michele Placido, dopo aver elogiato e ringraziato tutte le maestranze per l'attaccamento e la professionalità dimostrate, ha parlato dello spettacolo che sta portando in scena con successo in tutta Italia, La bottega del caffè, di Carlo Goldoni (sarà in scena a Ferrarail 31 marzo 2023, e l'1 e 2 aprile) e della sua personale gioia di poterlo recitare anche nella città estense

20220531_Fe_01_PresentazioneiProsa2022-2023_CorvinoGulinelliOvadia_facebook

Infine il direttore artistico Marcello Corvino ha illustrato i contenuti del cartellone di prosa 2022-2023 che così sintetizziamo.
La stagione si apre con un grande classico: Il mercante di Venezia di William Shakespeare con Franco Branciaroli (7-8-9 ottobre 2022) e la regia di Paolo Valerio. Lo spettacolo debutta a teatro proprio a Ferrara dopo l’anticipazione estiva al Festival Shakespeariano di Verona. Oltre al Mercante di Venezia, altri tre saranno i grandi classici messi in scena a Ferrara: Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello, che avrà come protagonista Gabriele Lavia (3-4-5 febbraio); Spettri di Henrik Ibsen con Andrea Jonasson (24-25-26 febbraio), Balasso fa Ruzante con Natalino Balasso (24-25-26 marzo) e, apunto, La bottega del caffè di Carlo Goldoni, spettacolo interpretato da Michele Placido (31 marzo e 1-2 aprile).
A questi 5 appuntamenti con i grandi classici del teatro, seguiranno tre spettacoli scritti da autori di fama internazionale: Le nostre anime di notte dello scrittore statunitense Kent Haruf, interpretato da Lella Costa ed Elia Schilton (16-17-18 dicembre); Il compleanno di Harold Pinter (13-14-15 gennaio), con la regia di Peter Stein, che vede protagonista Maddalena Crippa; Europeana. Breve storia del XX secolo (28-29-30 aprile) dello scrittore, poeta e drammaturgo ceco Patrik Ouředník con Lino Guanciale.
Completano il panorama dei 12 titoli della stagione di Prosa in abbonamento, quattro nuove drammaturgie: Oylem Goylem di Moni Ovadia, che sarà sul palco con la Stage Orchestra (25-26-27 novembre), Pane o libertà di e con Paolo Rossi (11 e 12 febbraio), Chiedimi se sono di turno di e con Giacomo Poretti (5-6-7 maggio) e SANI! Teatro fra parentesi di e con Marco Paolini (12-13-14 maggio), che chiude anche la stagione.
Accanto a queste proposte, si aggiunge il cartellone di spettacoli EXTRA, fuori abbonamento. La prima data in programma è il 28 ottobre con Matteotti Medley un racconto di e con Maurizio Donadoni sull’eccidio di Giacomo Matteotti, al quale parteciperanno anche le scuole del territorio. Lo spettacolo sarà interpretato a cent’anni esatti dalla Marcia su Roma (era il 28 ottobre 1922), evento che cambierà la storia d'Italia con la presa del potere da parte di Benito Mussolini.
Pif e Francesco Piccolo saranno protagonisti l’11 dicembre (ore 16) di Momenti di trascurabile (IN)felicità, una bella riflessione che parte dai libri dell’autore Premio Strega. Agli EXTRA appartiene anche il nuovo spettacolo di Teresa Mannino, in programma il 31 gennaio, mentre il 10 febbraio, dalla penna di Aldo Cazzullo nasce Il duce delinquente, che il giornalista del Corriere della Sera interpreterà sul palco con Moni Ovadia.
E ancora, Arturo Brachetti, grande trasformista e uomo di teatro, sarà sul palco del teatro di Ferrara il 18 febbraio 2023 con il suo show Solo. Chiude la stagione EXTRA un originale lavoro ideato da Elisabetta Sgarbi, Extralishow. Una storia punk ai confini della balera con gli Extraliscio e Davide Toffolo, in programma l’1 marzo.

Campagna abbonamenti e vendite biglietti
Gli abbonamenti alla Stagione di Prosa previsti sono due: un turno completo a 12 titoli e un turno a scelta Carnet 6. La scelta dei titoli potrà essere effettuata su tutte le date dei 12 spettacoli in programma.
L'inizio della vendita del turno completo è previsto per venerdì 3 giugno alle ore 10. Un'ora prima verranno distribuite contromarche valevoli anche nei giorni successivi. Da sabato 18 giugno alle ore 10 inizierà la vendita dei Carnet 6, sempre con contromarche che saranno distribuite un'ora prima e valevoli per i giorni successivi. È possibile l'acquisto di non più di 6 abbonamenti per persona. A partire da giovedì 22 settembre saranno in vendita i biglietti dei singoli spettacoli.
Biglietti per la Stagione di Prosa da 32 a 8 euro (prezzi interi); sono previste scontistiche particolari per chi ha meno di 30 anni e più di 65 anni. La novità di quest’anno: gli studenti fino a vent’anni pagano il biglietto a 10 euro (in qualsiasi ordine). 
Per gli spettacoli EXTRA: per Matteotti Medley e Il duce delinquente i biglietti variano da 25 a 8 euro; per Momenti di trascurabile (in)felicità da 32 a 8 euro; per il nuovo spettacolo di Teresa Mannino da 43 a 23 euro; per Solo da 50 a 27 euro e per Extralishow da 32 a 18 euro.

La biglietteria: orari di apertura e recapiti
La biglietteria è aperta il martedì e mercoledì dalle ore 16 alle 19, giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Lunedì, domenica e festivi chiuso. Chiusura estiva da sabato 30 luglio, riapertura martedì 23 agosto. 
Per informazioni: biglietteria@teatrocomunaleferrara.it - tel. 0532.202675

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica Uncalm
Nella miniatura in alto: Michele Placido, presidente del Teatro Comunale "Claudio Abbado" di Ferrara
Sotto, da sinistra: Marcello Corvino, Marco Gulinelli e Moni Ovadia durante la presentazione della stagione di Prosa





Pubblicato il 15 Ottobre 2021
Terzo e ultimo appuntamento della 'Trilogia d'Autunno' al Teatro Alighieri di Ravenna
Il pulviscolo luminoso del Paradiso servizio di Attilia Tartagni

20211015_Ra_00_ParadisoXXXIII_ElioGermanoTehoTeardoRAVENNA - Paradiso XXXIII  terzo e ultimo appuntamento della 2Trilogia D’Autunno 2021" nei giorni 11, 12 e 13 ottobre, ha celebrato l’incontro fra la parola dantesca creatrice di mondi trascendenti, la musica in grado evocarli e la luce che per delinearli si fa orizzonte, atmosfera, arte visuale.
Elio Germano con il Ravenna Festival ha già avuto modo di farsi interprete della poetica dantesca, questa stessa cantica l’ha recitata davanti al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dunque non si può considerare un neofita della materia. Si tratta di un bravo attore polivalente che si divide con successo fra cinema, televisione e teatro; e che a Ravenna si è fatto portavoce più volte del verbo del divino poeta.
Paradiso XXXIII , sessanta minuti di spettacolo, iniziati nell’oscurità quasi totale della scena dove peraltro si agitavano pulviscoli di luce in una vibrazione frenetica non ancora in grado di farsi forma. La luce, infatti,  è la grande protagonista di questo allestimento, insieme alla sinuosa onnipresenza della musica creata da Theo Teardo. In questo contesto la parola di  Dante si fa scenica come avviene nel teatro, abbandonando quasi del tutto i canoni della lettura,  assumendo forme e valenze per esprimere l’inesprimibile apparente, il trascendente, ciò che l’umano non ha mai esplorato, ma che esiste.

20211015_Ra_03_ParadisoXXXIII_Panoramica_facebook

20211015_Ra_01_ParadisoXXXIII_FerrariHelbaek

Gli elementi fondanti parola, luce e suono, trascinano il pubblico in un “altrove” svincolato dal reale, un passaggio segnato da un trasversale varco di luce. La parola, appesantita, faticosa, dolente, diventa agile mano a mano che le immagini in perpetuo movimento si susseguono a ritmo serrato, prima in bianco e nero, poi diluite in un magma di colore in perenne vibrazione e in forme che alludono anche allo scorrere reale del tempo. Tutto ciò dentro ad una forma contenitiva con veli fluttuanti che richiama le Madonna in trono medioevali alludendo all’incontrastabile vitalità del trascendente paradisiaco.
Il pubblico, totalmente inondato di luce, ha fatto un’esperienza sensoriale singolare, dove i versi del XXXIII Canto del Paradiso dantesco fungevano da propulsori e da filo conduttore per le incomparabili suggestioni sonore di Teho Tehardo con la sua musica scevra di etichette e per le visioni di poeti dello sguardo come Simone Ferrari e Lulu Helbæk che richiamano la magia del Cirque du Soleil.
Spiega Simone Ferrari:  «Da un punto di vista semantico e drammaturgico c’è già tutto nel canto, si tratta di metterci la testa, gli occhi, le orecchie e farsi trasportare in un viaggio incredibile…»
Ed è proprio un viaggio quello che si ha l’impressione di avere fatto come spettatori dentro un mondo minuziosamente descritto da versi di settecento anni fa, entrati di diritto nell’immaginario collettivo, resi ancora più vivi e pulsanti dagli strumenti visivi contemporanei e dalla musica che non conosce confini di tempo e di spazio.

Crediti fotografici: Ufficio stampa del Teatro Alighieri di Ravenna
Nella miniatura in alto: Elio Germano e Theo Teardo
Al centro: panoramiche sullo spettacolo e sul Teatro Alighieri
Sotto: Simone Ferrari
e Lulu Helbæk





Pubblicato il 15 Giugno 2021
Il Teatro del Giglio ha riaperto dopo i lavori e il lockdown con una prima nazionale di successo
Vita di Moličre in scena servizio di Nicola Barsanti

210615_Lu_00_VitaDiMoliere_AlessioBoniLUCCA - Dopo lunghi mesi di chiusura del Teatro del Giglio, dovuti alle misure di contenimento del contagio da Covid-19 e agli importanti lavori di ristrutturazione resi possibili grazie ai fondi stanziati dalla Regione Toscana e dal Comune di Lucca, lo stesso Teatro ha riaperto finalmente le porte con un’attesissima prima nazionale dal titolo: L’uomo che oscurò il re Sole - Vita di Molière di Francesco Niccolini, inaugurando così la stagione estiva che vedrà protagoniste le consuete Cartoline Pucciniane, gli spettacoli della rassegna Piazza del Giglio, il grande concerto sinfonico in Piazza San Martino e i laboratori Giglio Lab nel giardino della biblioteca Agorà.
Scritto dalla penna sicura di Niccolini, lo spettacolo si rivela un inno al teatro come luogo di indipendenza e libertà; la narrazione scorre fluida adottando saggiamente un modo innovativo ed efficace di raccontare vita, disavventure e morte di una delle personalità più sfolgoranti del teatro di tutti i tempi: Jean Baptiste Poquelin detto Molière.
Lo spettacolo di Niccolini è un racconto teatrale per voce e musica da vivere tutto d’un fiato come una strepitosa, lunghissima e tragicomica storia d’amore.
Interpreti in scena gli amatissimi Alessio Boni e Alessandro Quarta, due artisti d’eccellenza che sanno arrivare al cuore e all’anima di chi ascolta.
Alessio Boni, magistrale interprete nel ruolo del titolo è fra i più stimati attori italiani per teatro e schermo, formatosi all’accademia d’arte drammatica "Silvio D’Amico" a Roma si è nutrito dell’impagabile esperienza di maestri quali Giorgio Strehler e Luca Ronconi.

210615_Lu_01_VitaDiMoliere_facebook_

Niente meno Alessandro Quarta, ha accompagnato la narrazione con un discorso musicale estremamente efficace servendosi di un violino, di un pianoforte e talvolta di un clavicembalo. Tre strumenti che rivelano non solo la straordinaria versatilità dell’artista (acclamato nel 2013 dal CNN come “Musical Genius e premiato nel 2017 a Montecitorio come “Miglior eccellenza italiana nel mondo”), ma suggeriscono ad hoc tre sfumature e tre atmosfere diverse che si adattano perfettamente ad ogni momento serio e drammatico richiesto dallo spettacolo.
La serata si è rivelata un successo e ciò è significativo non solo per il teatro ma anche per la città di Lucca che dimostra di essere pronta a risollevarsi e a ripartire dopo un momento storico ed epidemiologico particolarmente drammatico.
(La recensione si riferisce alla prima nazionale del 13 giugno 2021)

 

Crediti fotografici: Ufficio-stampa del Teatro del Giglio di Lucca
Nella miniatura in alto: l'attore Alessio Boni
Sotto: Alessandro Quarta (violinista), Francesco Niccolini (drammaturgo) e Alessio Boni durante i saluti finali dello spettacolo






< Torna indietro

Ballo & Bello Operetta & Musical Musiche di Scena Prosa


Parliamone
Michelle Candotti non solo Chopin
intervento di Athos Tromboni FREE

20220513_Fe_00_MichelleCandotti_EnsembleMusikFestivalFERRARA - La pianista Michelle Candotti è ritornata a suonare nel Teatro Comunale "Claudio Abbado" otto mesi dopo il suo debutto nella città estense come concertista: nel settembre 2021 presentò un programma tutto incentrato su Fryderyk Chopin perché in quel periodo stava preparando la propria partecipazione al Concorso Internazionale Chopin di Varsavia, uno fra i più prestigiosi e difficili del mondo. Ebbene partecipò, arrivando fino alla semifinale: un risultato lusinghiero se si considera che già l'ammissione al concorso è uno scoglio niente affatto semplice da superare; e poi mediamente sono selezionati dai 150 ai 200 giovani pianisti da tutto il mondo, perciò la strada per arrivare alla finale è perigliosa e difficile e il raggiungimento almeno della semifinale è un risultato più che eccellente.
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Opera dal Nord-Est
Peter Grimes sbarca in laguna
servizio di Giuliano Danieli FREE

20220627_Ve_00_PeterGrimes_JuraiValcuhaVENEZIA - La Fenice è stata certamente fra le istituzioni europee più ricettive nei confronti della produzione di Benjamin Britten. Qui nel 1954 è stata data la prima assoluta di The Turn of the Screw, riproposto nei decenni seguenti per ben 4 volte; e nel settembre 1973 ancora la Fenice di Venezia ha ospitato la prima “continentale” di Death
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
In principio era ŦLe Willisŧ
servizio di Simone Tomei FREE

20220621_Lu_00_LeWillis_SeleneZanetti_phImaginariumCreativeStudio.jpegLUCCA - Il genio compositivo giovanile di Giacomo Puccini si cimentava nel concorso Sonzogno con un libretto di Fernando Fontana dal sottotitolo “Le Willis - leggenda in un atto e due parti”. Il componimento teatrale del venticinquenne compositore lucchese non fu ritenuto all’altezza di figurare tra i cinque lavori degni di menzione; ebbero
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Let's Prog che spettacolo!
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220621_Ra_00_LetSProg_GiovanniSollima_phMarcoBorrelliRAVENNA - Non l’avevamo dimenticata, l’invasione della città nel Ravenna Festival 2016 a opera di una schiera di violoncellisti ossessionati dal proprio strumento con cui coinvolgere e trascinare il pubblico donando emozioni e creando nuove sensibilità. A volte ritornano e chissà se sono ancora gli stessi di sei anni fa. Di certo non sono cambiati
...prosegui la lettura

Soci Uncalm
Saccon e Génot un gioiello di esecuzione
servizio di Gianluca La Villa FREE

20220619_Lucca_00_SacconGenotLUCCA - Chiesa dei Servi, 18 giugno 2022. Raramente abbiamo partecipato e assistito a un concerto per violino e pianoforte con un programma così fascinoso, coinvolgente, stimolante il duo degli artisti a realizzare una naturale e viva comunicazione al pubblico della loro arte.
È successo con il violinista Christian Joseph Saccon e il
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Carmen torna accolta dal tripudio
servizio di Athos Tromboni FREE

20220618_Vr_00_Carmen_ClementineMargaine_EnneviFotoVERONA – Doveva essere kolossal per celebrare il regista Franco Zeffirelli, e kolossal lo è stata questa Carmen inaugurale dell’Arena Festival 2022 perché al di là degli esiti ricercati da puristi e “intenditori”, o da filologi e “integralisti”, per la Fondazione veronese ciò che più conta (attenzione: diciamo ciò che più conta, non ciò che solo conta)
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Interno Verde e Interno con Traviata
servizio di Athos Tromboni FREE

20220614_Fe_00_PresentazioneDanza2022_CarolynCarlsonFERRARA - Presentato oggi il Festival di Danza Contemporanea 2022 del Teatro Comunale "Claudio Abbado" che prosegue anche per la prossima stagione nel solco delle novità e delle riconferme: negli anni questo Festival ferrarese è divenuto un punto di riferimento per tutto il panorana di danza italiano ed europeo, essendosi distinto proprio per
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Pagliacci e Al Mulino dittico interessante
servizio di Rossana Poletti FREE

20220600_Ts_00_Pagliacci_AmadiLagha_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Un dittico interessante quello proposto dal Teatro Verdi di Trieste, ultima rappresentazione della stagione, con i Pagliacci di Ruggiero Leoncavallo e Al mulino di Ottorino Respighi, quest’ultima un’incompiuta del maestro, che completata si presenta quindi in prima esecuzione mondiale.
...prosegui la lettura

Eventi
Luglio a teatro 2022
servizio di Athos Tromboni FREE

20220607_Fe_00_LuglioATeatro2022_LeoneMagieraFERRARA - Finite le stagioni tradizionali di lirica, prosa, concertistica, danza, il Teatro Comunale Claudio Abbado non si ferma neanche a luglio; un po' per dare continuità a una stagione ricca di serate e novità, un po' per sperimentare anche il nuovo impianto di climatizzazione che l'amministrazione comunale, su insistenza del Teatro
...prosegui la lettura

Prosa
A teatro vive il sogno illuminista
servizio di Athos Tromboni FREE

20220531_Fe_00_PresentazioneProsa2022-2023_MichelePlacidoFERRARA - È stata presentata la stagione di prosa 2022-2023 del Teatro Comunale "Claudio Abbado": saranno 12 spettacoli in abbonamento che spaziano dai grandi classici, agli autori internazionali, alle nuove drammaturgie. A questi appuntamenti (in programma il venerdì e il sabato alle 20,30 e di domenica alle ore 16), si aggiungono anche i
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Omaggio ad Anna Lolli
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220531_Bagnara_00_OmaggioAdAnnaLolliBAGNARA DI ROMAGNA (RA) - È stato un vero piacere domenica 29 maggio 2022 alle 17,30 ritrovarsi come prima della pandemia nell’Auditorium di Bagnara di Romagna,  noi abituali frequentatori del decentrato tempio della lirica e un bel numero di giovani, per il primo omaggio ufficialmente dedicato alla bagnarese Anna Lolli (10 settembre
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Le immagini parlanti di Costantini
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220531_Ra_00_Bruchure_GianlucaCostantiniRAVENNA - Da almeno due anni Ravenna Manifestazioni si augurava “il ritorno alla normalità”. E la normalità è tornata con la consuetudine della presentazione in presenza del 23 maggio 2022 della brochure in formato tascabile del calendario della XXXIII edizione del Ravenna Festival, impreziosita dalle immagini parlanti di Gianluca Costantini.
...prosegui la lettura

Approfondimenti
Progetto Lauter per i giovani
servizio di Edoardo Farina FREE

20220513_Fe_00_ProgettoLauter_NicolaBruzzoFERRARA - Sipario sull'ultimo appuntamento della Stagione concertistica 2021-2022 di “Ferrara Musica” nel Teatro Comunale “Claudio Abbado”: dopo lo strepitoso concerto tenuto dall’Orchestre de Paris sotto la direzione di Esa-Pekka Salonen dodici giorni prima, il 10 maggio 2022 è tornato sul palcoscenico il “Progetto Lauter”, fortunata formazione
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Rigoletto ottimo il cast, ma...
servizio di Rossana Poletti FREE

20220508_Ts_00_Rigoletto_DevidCecconi_phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. Rigoletto è un uomo buono e cattivo allo stesso tempo. Un profondo cambiamento da quel cliché, che vuole che bene e male siano ben distinti, avviene per mano delle scelte musicali e di libretto da parte di Verdi con quest’opera. Il melodramma vive una svolta grazie al compositore di Busseto che osa,
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Les nuits barbares ou premiers matins
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220502_Ra_00_LesNuitsBarbares_HerveKoubicRAVENNA - Secondo e ultimo appuntamento della stagione ravennate “Opera-Danza” 2021-2022 con le sorprendenti creazioni del coreografo franco algerino Hervè Koubi, nominato nel 2015 Chevalier des Ars et des Lettres per la visione innovativa introdotta con il suo progetto coreutico. I quattordici danzatori si muovono in scena con potenza
...prosegui la lettura

Classica
Esa-Pekka Salonen e l'Orchestre de Paris
servizio di Edoardo Farina FREE

20220430_Fe_00_OrchestreDeParis-EsaPekkaSalonen_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Il penultimo concerto del filone orchestrale-sinfonico ospitato nella programmazione invernale 2021-2022 di “Ferrara Musica”, ha offerto il podio a uno dei più importanti direttori d’orchestra sulla scena internazionale, Esa-Pekka Salonen alla guida della ”Orchestre de Paris” presso il Teatro Comunale di Ferrara “Claudio Abbado”,
...prosegui la lettura

Classica
Marzadori e Freiles Animando Wolf Ferrari...
servizio di Gianluca La Villa FREE

20220425_Lu_00_MarzadoriEFreiesAnimandoWolfFerrari_AlanFreilesLUCCA - «Un concerto per lei, solo per lei» ... così Ermanno Wolf-Ferrari (1876-1948) dedicava nel 1943 a Guila Bustabo, violinista prodigio e sua ninfa Egeria della vecchiaia, il Concerto in re maggiore op.26 per violino e orchestra. E a distanza di quasi 80 anni l’afflato lirico che permea quasi ogni rigo di questo concerto è stato colto ed espresso da colei
...prosegui la lettura

Vocale
Il Prete Rosso č tornato a Ferrara consacrato
servizio di Athos Tromboni FREE

20220424_Fe_00_SacroVivaldi_FrancescoPinamontiFERRARA - Sacro Vivaldi. Antonio Vivaldi bandito da Ferrara ai suoi tempi (gli fu impedito di mettere in scena la sua opera, Il Farnace, nel 1739 per la censura del Cardinale Ruffo, legato pontificio nella città estense, che ne vietò la rappresentazione a causa del presunto legame illecito tra il Prete Rosso e la sua cantante prediletta, Anna Girò. La messa
...prosegui la lettura

Vocale
Requiem bello da svenire
servizio di Athos Tromboni FREE

20220410_Vr_00_RequiemCherubini_MatteoBeltrami_phMarioFinottiVERONA - Do minore. La solennità mischiata al dolore, o almeno questa è l'impressione che domina la musica scritta in quella tonalità. E non è un caso se la nostra tradizione culturale, nella settimana santa che precede la Pasqua di resurrezione, riesce a percepire la solennità mischiata al dolore come espressione del tragico percorso della passione
...prosegui la lettura

Eventi
Grandi cast per Arena Festival 2022
servizio di Athos Tromboni FREE

20220409_Vr_00_CastArenaFestival2022_SboarinaFedericoVERONA - Doppia conferenza stampa: al mattino a Milano, Grand Hotel et de Milan Sala Puccini, il pomeriggio nel foyer del Teatro Filarmonico di Verona, per ripresentare pubblicammente i titoli del 99° Festival Arena di Verona 2022 e dare i nomi dei cast delle 46 serate in programma dal 17 giugno al 4 settembre. Particolarmente soddisfatto, nel
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Pinocchio storia di un burattino
servizio di Attilia Tartagni FREE

20220405_Ra_00_Pinocchio_JacopoRivaniRAVENNA - Teatro Alighieri. Pinocchio, creatura letteraria nata nel 1881-1882 dalla fantasia di Carlo Collodi e destinata all’infanzia, è entrata nell’immaginario collettivo di ogni generazione fino ai giorni nostri tradotta nel linguaggio cinematografico, fumettistico e della fiction televisiva. Il 26 e 27 marzo 2022 in versione operistica ha chiuso
...prosegui la lettura

Vocale
Requiem e altro in una sera d'aprile
servizio di Athos Tromboni FREE

20220404_Fe_00_RequiemFaure_BasilicaSanFrancesco_MarcoTitotto_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Buon afflusso di spettatori per il concerto a ingresso gratuito organizzato nella basilica di San Francesco ieri sera, 3 aprile 2022, dal Conservatorio di musica "Girolamo Frescobaldi" di Ferrara: come hanno precisato sia Mauro Vignolo (presidente del Coro Polifonico di Santo Spirito) che Fernando Scafati (direttore del Conservatorio
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Ernesto scappa sulla luna
servizio di Rossana Poletti FREE

20220403_Ts_00_DonPasquale__phFabioParenzanTRIESTE - Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”. «Ci siamo molto divertiti a mettere in scena questo Don Pasquale di Gaetano Donizetti» ha affermato il regista Gianni Marras alla presentazione dell’opera, avvenuta pochi giorni prima del debutto al Teatro Lirico ‘Giuseppe Verdi’ di Trieste. Ed è probabilmente questa la motivazione per cui l’allestimento
...prosegui la lettura

Concorsi e Premi
Premio alla carriera a Gabriele Sagona
FREE

20220328_Pd_00_PremioAllaCarrieraAGabrieleSagonaPADOVA - Sarà una domenica che i soci del Circolo della Lirica e del Circolo Unificato dell'Esercito non dimenticheranno quella del 27 marzo 2022, quando alla presenza di una sala gremita fino all'esaurito è stato conferito il Premio alla carriera al basso bergamasco (padovano di adozione) Gabriele Sagona, protagonista di un rapido e prestigioso
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310