Pubblicato il 10 Gennaio 2019
Ferrara e Bologna assieme per celebrare il quinto anniversario della scomparsa del grande Maestro
Grazie Claudio! ricordando Abbado redatto da Athos Tromboni

190110_Fe_00_GrazieClaudio_EzioBossoFERRARA - Sarà una "tre giorni" molto particolare quella che ricorderà - a cinque anni dalla scomparsa - il maestro Claudio Abbado: la città estense e Bologna, ultima residenza del Maestro scomparso il 20 gennaio 2014, hanno collaborato per una serie di eventi musicali con i quali coinvolgere il pubblico sia ferrarese che bolognese. L'iniziativa è stata illustrata presso la residenza municipale di Ferrara dal sindaco Tiziano Tagliani, da Alessandra Abbado, figlia di Claudio e animatrice dell'Associazione Mozart14 di Bologna, dal direttore d'orchestra Ezio Bosso, da Dario Favretti (direttore artistico di Ferrara Musica), da Roberta Ziosi (presidente del Teatro Abbado di Ferrara) e da Giuseppina Benassati e Roberta Cristofori dell'Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali dell' Emilia Romagna.
Si tratta di un omaggio doveroso, che sottolinea il contributo dato alla città dal grande direttore d’orchestra in venticinque anni di costante collaborazione e nello stesso tempo segnala la volontà di sostenere una politica culturale centrata su quelle caratteristiche di vivacità culturale, coraggio intellettuale, attenzione per le nuove generazioni e senso civile che ne hanno sempre guidato il percorso artistico.
Claudio Abbado, riconosciuto in tutto il mondo come uno dei più grandi direttori d’orchestra, è stato senza dubbio il principale protagonista della vita musicale ferrarese nell’ultimo quarto di secolo. Nel 1989 ha fondato Ferrara Musica con l’intento primario di creare una stagione concertistica di respiro internazionale che offrisse residenza stabile a giovani orchestre: prima la Chamber Orchestra of Europe e, dal 1998, anche la Mahler Chamber Orchestra, due delle realtà più brillanti del panorama musicale contemporaneo. Per ultima, ma non ultima, a queste formazioni si è affiancata l’anno scorso la European Union Youth Orchestra, in residenza a Ferrara Musica per il triennio 2018/2021.

190110_Fe_01_GrazieClaudio_facebook
190110_Fe_02_GrazieClaudio_ClaudioAbbado

Il primo degli eventi che commemorano la figura di Claudio Abbado è il concerto in programma martedì 15 gennaio 2019, che vedrà la Mahler Chamber Orchestra diretta da Daniele Gatti impegnata nell’esecuzione delle Sinfonie n. 2 e n. 4 di Robert Schumann, autore particolarmente caro sia a Claudio Abbado che a Gatti. La presenza di Daniele Gatti sottolinea inoltre anche il rapporto sempre più intenso che lo unisce alla Mahler Chamber Orchestra, di cui è diventato dal 2016 consulente artistico.
La seconda iniziativa per ricordare Claudio Abbado è la serie di prove aperte del concerto “Grazie Claudio!” che si svolgerà domenica 20 gennaio al Teatro Manzoni di Bologna. Una formazione orchestrale di cinquanta musicisti provenienti da tutta Europa diretta da Ezio Bosso, a cui si aggiungerà la partecipazione straordinaria di Silvio Orlando, darà vita a un programma di grande richiamo che prevede l'esecuzione dell’Ouverture dall’opera Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, Pierino e il lupo di Sergej Prokof’ev, favola sinfonica per bambini “narrata” da Silvio Orlando, e la Sinfonia n. 7 di Ludwig van Beethoven. Il concerto è organizzato dall’Associazione Mozart14, presieduta da Alessandra Abbado, per raccogliere fondi a sostegno delle attività nel sociale volute da Abbado: i Laboratori di Tamino e il Coro Papageno.
Le prove aperte del grande concerto bolognese sono programmate nel Teatro Comunale di Ferrara e si svolgeranno giovedì 17 gennaio, alle ore 14 e alle 18; e venerdì 18 gennaio alle 10 e alle 14. Per desiderio esplicito di Ezio Bosso saranno destinate in particolar modo al pubblico dei bambini e dei giovani; potranno inoltre partecipare gli abbonati alla stagione di Ferrara Musica e alla stagione Lirica del Teatro Comunale di Ferrara.
Gli appuntamenti legati al concerto “Grazie Claudio!”, realizzati in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna e con il Teatro Comunale Claudio Abbado di Ferrara, si avvalgono del sostegno di Sipro e del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e dei Comuni di Bologna e Ferrara.
Completa la serie di iniziative in memoria del maestro Abbado la mostra "Il viaggio a Reims. Memorie di uno spettacolo": si tratta di una selezione delle immagini realizzate da Marco Caselli Nirmal in occasione dell’allestimento rossiniano presentato a Ferrara nel 1992 con la direzione di Claudio Abbado e la regia di Luca Ronconi; il repertorio fotografico è affiancato da alcuni dei bozzetti di scena creati dalla scenografa  Gae Aulenti per lo spettacolo. La mostra, curata dalla Benassati e dalla Cristofori, sarà inaugurata alle ore 16,30 di venerdì 18 gennaio 2019 al termine delle prove aperte dirette dal maestro Bosso;  realizzata a cura dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e con il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna, resterà aperta fino al 26 marzo nel Ridotto del Teatro Comunale: all'inaugurazione sarà presente il governatore della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini.

Crediti fotografici: Fototeca gli Amici della Musica.Net
Nella miniatura in alto: il maestro Ezio Bosso
Al centro, da sinistra, il tavolo della conferenza stampa: Tiziano Tagliani (sindaco di Ferrara), Alessandra Abbado (Associazione Mozart 14), il maestro Ezio Bosso, Dario Favretti e Roberta Ziosi (direttore artistico di Ferrara Musica e presidente del Teatro Abbado)
Sotto: una bella immagine di Claudio Abbado sorridente con una delle sue orchestre





Pubblicato il 01 Dicembre 2018
Il Teatro Alessandro Bonci di Cesena ha varato il calendario dei prossimi spettacoli
Guardati intorno č la nuova stagione servizio di Edoardo Farina

181201_Cesena_00_TeatroBonci_Franco PolliniCESENA - Conferenza stampa del Teatro Comunale “Alessandro Bonci” promossa da  ERT, Comune di Cesena ove in data 21 settembre 2018 è stata definita la nuova programmazione della  stagione invernale 2018/19 caratterizzata da un luogo inteso come confronto, esplorazione e dialogo,  spazio che si fa filtro e racconto del nostro vivere, offrendo una visione il più possibile ampia della scena contemporanea italiana e internazionale.  Alla presenza di alcuni artisti, “Guardati intorno”, analogo titolo del teatro Arena del Sole di Bologna, è l’invito con cui si inaugura “Un cartellone - come afferma il direttore Claudio Longhi - teso a ricomporre la complessa geografia di emozioni e relazioni su cui si tesse l’impalpabile trama del nostro vivere; a tratteggiare il ‘panorama interessante’ che ci circonda, osservando a Oriente e Occidente nel nostro strano rispecchiarsi, ai luoghi di margine e confine dove le identità inquiete cercano il proprio posto, alle più diverse forme del desiderio e ai conflitti che si portano dietro, nello scontro tra generazioni, tra maschile e femminile…a raccontare, insomma, il giro ‘glocale’ del nostro orizzonte: quel groviglio ingarbugliato di contrade lontane mai così vicine e di un palpitante qui e ora in cui viviamo immersi. Una serie di proposte  tutte tese a ricomporre la complessa geografia di emozioni e relazioni, se il teatro è il luogo della contemplazione e del confronto motto delle nostre esplorazioni, sarà allora un semplice e diretto invito suadente alla libertà del guardare rimuovendo freni e inibizioni, ostacoli e censure per ritrovare se stessi in ciò che ci circonda o al fondo del nostro io. Un incoraggiamento a esplorare la realtà e a scoprirla nelle sue molte pieghe e nelle sue tante contraddizioni, grazie a una scelta tesa a ricomporre la complessa geografia di emozioni e relazioni …”  Sostiene, inoltre, il presidente Giuliano Barbolini:  “C’è un valore profondo, una linfa vitale, custodita nella dimensione territoriale di Emilia Romagna Teatro Fondazione radicata in sette teatri, in cinque città e nel suo profilo di Teatro Stabile Pubblico Regionale e Teatro Nazionale: teatri che esprimono una risorsa delle rispettive comunità e che insieme formano un capitale di eccellenza. In questo quadro, la funzione di ERT a Cesena è quella di essere in rapporto con la vivacità culturale della città e con le sue importanti realtà artistiche. Infatti, in sintonia con l’Amministrazione comunale, chiara è la nostra volontà di costruire significativi rapporti, realizzare progetti e attività necessari alla vita culturale e civile della collettività cesenate e di riferimento per la realtà romagnola. Mi auguro inoltre che si rafforzi la soddisfazione e l’affezione del pubblico e che cresca il riconoscimento della risorsa ERT come soggetto protagonista, non solo sul piano culturale e dello spettacolo, ma anche nel contesto delle politiche di coesione e nelle sfide, per le grandi opportunità, con cui la città che abitiamo è e sarà chiamata a misurarsi”.

181201_Cesena_01_TeatroBonci_facebook

“Anche nella stagione a venire -  dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Cesena Christian Castorri - il Teatro Bonci conferma la sua vocazione all’eccellenza culturale, grazie alle scelte di alto livello messe a punto da ERT - Emilia Romagna Teatro Fondazione che intendono porsi nel solco di quell’impegno produttivo, gestionale e formativo di grande valore da tempo intrapreso da ERT e che il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha premiato quest’anno con il punteggio di qualità più alto nella graduatoria dei Teatri Nazionali. Ma c’è un altro aspetto a cui attribuiamo grande importanza. E’ la capacità del teatro cesenate di dialogare con la città, di mettersi in rete con le altre istituzioni culturali locali per offrire occasioni sempre nuove di conoscenza, riflessioni, confronto.  Alla luce di questi risultati, è evidente come, per il Bonci e per Cesena, far parte della rete teatrale di ERT rappresenti un’opportunità formidabile, in grado di allargare gli orizzonti del nostro Teatro e renderlo protagonista della scena culturale non solo locale, come dimostrano le  numerosissime prenotazioni provenienti anche da fuori sede, che ogni anno lo gremiscono”.
“Un calendario composto da 34 titoli e da 63 repliche, tra prosa, danza e concerti, che pone il Teatro come ente motore di domande e linguaggi, animato da un dialogo con gli artisti e da una vicinanza con gli spettatori e con il proprio territorio. Ciascuna serata ha una sua virtù, ciascuna ha un suo pubblico.  Nel presente “liquido”, caratterizzato dalla precarietà in cui siamo immersi, il Teatro chiama a raccolta tutti, alla ricerca di una nuova visione comune. Facendo tesoro della propria storia, radicato nella tradizione, diventata un banco di prova di valori e punti di vista, a misura di città. Siamo convinti di avere preparato una stagione di valore e di qualità a tal punto da poter ospitare come è di tradizione e concept, spettatori provenienti da un territorio vasto come la Romagna o anche più, convinti che una serata al Bonci valga la pena di essere vissuta e che i singoli appuntamenti inseriti assicurino le emozioni e le riflessioni che vanno e che andiamo cercando ” -  ha infine concluso il direttore Franco Pollini.
Nasce quindi da questa vocazione un cartellone “plurale” che, contaminando stili e generi, affronta temi comuni parlando tanti linguaggi. I giganti della letteratura drammatica e le drammaturgie del presente, la musica classica, l’opera, il jazz e i ritmi etnici, la giocoleria, il balletto e la danza urbana: non manca nulla in questa esplorazione vivace del panorama artistico internazionale. E, a margine degli spettacoli, nuove iniziative che, in collaborazione con le altre istituzioni culturali della città, il Bonci mette in campo per chiamare a raccolta gli appassionati: performance, atelier, letture e incontri che coinvolgeranno ogni età.  Poco accattivante però ancora una volta la grafica pubblicitaria utilizzata per il manifesto e locandine esposte recanti la cronologia degli eventi, costituita da disegni piuttosto infantili dai colori pastello non attirando a mio avviso e non associando gli inviti connessi a un teatro comunale bensì più facilmente a una mostra presso un istituto d’arte...
Caratteristica assai originale del “Bonci” rimane sempre l’acustica generata dall’ampio fondo alla platea, una delle migliori tra i teatri d’Italia certamente a favore della concertistica che finalmente ha avuto un incremento delle date a essa dedicata, mentre le proposte continuano a essere estremamente limitate per quanto concerne un autentico spazio dedicato all’Opera… non più di due titoli attivi per stagione… quest’anno solamente La Traviata  interpretata dai vincitori del Concorso “Primo Palcoscenico” e Tosca per merito de l’ “Associazione La Pomme” al di fuori dal programma ufficiale, scelta come tale del tutto irrisoria; insomma si rimane nuovamente in attesa di un “colpo di scena” che consenta anche alla splendida cornice malatestiana  di non essere ingiustamente meno rispetto agli analoghi contesti della regione.
Info: http://cesena.emiliaromagnateatro.com/la-stagione-2018-2019/

Crediti fotografici: Ufficio stampa Teatro Bonci di Cesena
Nella miniatura in alto: il direttore Franco Pollini





Pubblicato il 03 Novembre 2018
Cinque date da novembre a dicembre per la nuova edizione della rassegna targata il Gruppo dei 10
Tutte le Direzioni in Falltime 2018 redatto da Athos Tromboni

181103_Fe_00_TutteLeDirezioni2018_GaetanoRiccobonoVIGARANO MAINARDA (FE) - Torna come ogni anno la rassegna musicale d'autunno del Gruppo dei 10, l'ormai proverbiale Tutte le direzioni in Falltime: il ciclo di concerti nell'accogliente sala del ristorante-music hall "Lo Spirito" di Vigarano Mainarda (in via Rondona 11d) partirà giovedì 8 novembre prossimo e proseguirà fino alla fine dell’ anno, il 29 dicembre 2018.
«Il Gruppo dei 10 è un gruppo che propone musica non solo jazz, ma proprio 'in tutte le direzioni' - spiega il direttore artistico Alessandro Mistri - e le scomparsa prima del presidente "Chico" Franchella e poco tempo dopo anche del titolare del Bar Ragno di Comacchio, Antonio Fogli, parte della squadra e soprattutto amici, ha lasciato un grande vuoto. La musica, però, è la nostra grande sfida: per questo vogliamo continuare a proporla per la città. La rassegna non ha sponsor, ma si alimenta del supporto e delle possibilità di ogni componente del Gruppo dei 10, senza dimenticare l’impegno, anche finanziario, dello "Spirito" di Vigarano Mainarda, che crede e dà spazio a queste iniziative.»
«Saranno cinque concerti - continua Massimo Cavalleretti, neopresidente del Gruppo dei 10 - che rispettano la qualità espressa nella stagione estiva, con tutta la voglia di portare alla città eventi di grande rilevanza.»
C’è una novità legata alla formula: non più cena e concerto come gli altri anni, ma un momento conviviale prima «per non obbligare le persone alla cena legata al concerto - sottolinea Mistri - abbiamo optato per una proposta più conviviale, riprendendo delle simpatiche usanze dal passato.»
«Abbiamo voluto mettere la musica davanti a tutto - aggiunge Stefano Pariali, titolare dello "Spirito" - per renderla fruibile a pubblici differenti.»
Il locale aprirà l’american bar alle ore 20, il concerto inizia alle 21: «Con 20 euro - ha aggiunto Pariali - si avrà a disposizione, oltre al concerto, una consumazione (cocktail o calice di vino) con stuzzicheria artigianale e, a fine spettacolo, la ‘spaghettata di mezzanotte’, un momento conviviale e informale per stare insieme. Rimarrà però anche la possibilità di avere l’abituale accoglienza al ristorante con menu alla carta. Tutti i concerti inizieranno alle 21. È consigliabile prenotare il tavolo. Per informazioni e prenotazioni, i miei numeri di telefono sono 0532 436122 e 339 4365837» ha concluso Pariali.

181103_Fe_04_TutteLeDirezioni2018_GruppoDei10_facebook

Ecco le date e i protagonisti della rassegna Tutte le direzioni in Falltime 2018:

Giovedì 8 novembre ore 21: ‘Tuna, beans & onion’, una serata in ricordo di Federico ‘Chico’ Franchella, già presidente del Gruppo dei 10, e Antonio Fogli, socio, amico e storico gestore del Bar Ragno di Comacchio. Sarà il piglio vocale caldo e solare (spesso usato come strumento musicale) del cantante e musicista palermitano Gaetano Riccobono, a dare il via alla rassegna, seguito a stretto giro dalle note sofisticate ed eleganti create da Oscar Zenari al pianoforte, Francesco Angiuli al contrabbasso e Max Chiarella alla batteria. Crooning, scat e vocalese si alternano e si fondono con la musica, nella ricerca di chiavi interpretative sempre nuove e inattese. La pubblicistica (presentazioni, recensioni, interviste, ecc.) intorno al Gaetano Riccobono Quartet si può sintetizzare così: la qualità è assicurata pur nell’apparente semplicità, perché ogni componente esalta il sapore dell’ensemble jazz e ne diventa ingrediente insostituibile, come in ogni piatto ‘tonno, fagioli e cipolla’ che si rispetti.

Sabato 24 novembre: è una di quelle date da segnare in calendario. Lo Spirito chiama New York: ‘Smalls is back’ con Spike Wilner Trio (Spike Wilner al pianoforte, Tyler Mitchell al contrabbasso e Anthony Pinciotti alla batteria), per una serata dedicata al mitico Smalls, jazz club al 183 West 10th Street, Greenwich Village, New York City.

Giovedì 29 novembre: sarà un viaggio energetico in due città simbolo della musica, quello intrapreso con il corposo gruppo Giulio Di Nola, con “Napoli, New York e ritorno”. Il progetto di Giulio Di Nola, infatti, nasce dalla voglia di unire una grande cultura musicale d’oltreoceano alla tradizione napoletana classica, mondi distanti geograficamente, seppur uniti nel modo di intendere la musica. Il gruppo interpreta così alcuni capolavori evergreen napoletani, che si fondono a sonorità jazz. Saranno in pedana, oltre Di Nola (voce, pianoforte e tastiere), anche Rossella Di Donna (voce), Carlo Atti (sax tenore), Max Turone (basso elettrico), Leo ‘Pesto Duro’ Ghezzi (batteria) e Marco Catinaccio (percussioni).

Sabato 15 dicembre: si avvicina il Natale e il regalo sotto l’albero è già stato spedito dal Gruppo dei 10... Quella del 15 dicembre, infatti, sarà una serata pensata come un grande regalo per chi segue da tempo le attività del Gruppo e si è affezionato alle rassegne in programma: verrà consegnato il Premio ‘Tutte le Direzioni 2018’, un'onorificenza che viene attribuita ogni anno a personalità che si siano distinte per qualità artistiche e autonomia intellettuale, a una coppia di musicisti d’eccezione: Paolo e Giorgio Conte. La serata non finisce qui. A suonare sarà Tiger Dixie Band in concerto, spettacolare band che da anni opera nel settore della ricerca e delle riscoperta del jazz degli albori del '900 spaziando dal ragtime al charleston, dal blues al dixieland. Il suo repertorio è costituito sia da brani tradizionali che originali, eseguiti da Paolo Trettel alla tromba, Fiorenzo Zeni al sax tenore e clarinetto, Luigi Grata al trombone, Andrea Boschetti al banjo e chitarra, Miki Loesch al pianoforte, Giorgio Beberi al sax basso e Claudio Ischia alla batteria. Sarà presente anche il regista Pupi Avati, per ritirare il Premio ‘Tutte le Direzioni 2013’ a lui assegnato in occasione della prima edizione.

181103_Fe_01_TutteLeDirezioni2018_GaetanoRiccobono181103_Fe_02_TutteLeDirezioni2018_SpjkeWilner181103_Fe_03_TutteLeDirezioni2018_AlanFarrington
181103_Fe_05_TutteLeDirezioni2018_GiorgioEPaoloConte 181103_Fe_06_TutteLeDirezioni2018_GiulioDiNola

Sabato 29 dicembre 2018: il cerchio di Tutte le Direzioni in Fall 2018 si chiude con ‘Alan Farrington + Ellade Bandini Amazing Band’. La voce è quella di Alan Farrington, dall’inconfondibile timbro roco, ma prorompente; la batteria è quella di Ellade Badini, unico per la sua ferrea preparazione e creatività. L’acclamato cantante di origini inglesi, considerato uno dei maggiori jazz singer con sconfinamenti nel rhythm & blues, sarà sul palco con uno dei batteristi più apprezzati in Italia all'estero; con loro anche Silvio Uboldi alle tastiere e pianoforte, Simone Boffa alla chitarra elettrica e Nik Mazzucconi al basso elettrico.
La ‘Amazing Band’ si compone di cinque grandi musicisti, sulla scena in modo significativo da tantissimi anni, riuniti per la prima volta in questo gruppo con l’intenzione di presentare canzoni conosciute al grande pubblico e qualche volta trascurate, passando dal pop al soul, sconfinando nel territorio jazzistico, come si usava una volta nelle sale da ballo. In un certo senso una cover band di assoluta eccellenza.
«Mi piace vedere la gente che balla e si muove - racconta il musicista Ellade Bandini - per questo abbiamo pensato a una serata dove suonare dei bei brani, che facciano ballare e divertire, che sia puro divertimento con musicisti scelti con cura e un grande cantante jazz, del genere uno dei migliori in Italia.»

181103_Fe_07_TutteLeDirezioni2018_TigerDixieBand

Crediti fotografici: Ufficio stampa del Gruppo dei 10
Nella miniatura in alto: il cantante palermitano Gaetano Riccobono che inaugurerà la rassegna
Sotto: lo staff del Gruppo dei 10 durante la presentazione di Tutte le Direzioni in Fall 2018
Al centro in sequenza: ancora Gaetano Riccobono (8 novembre); Spike Wilner (24 novembre); Alan Ferrington (29 dicembre); Giorgio e Paolo Conte (15 dicembre); Giulio Di Nola (29 novembre)
In fondo: la Tiger Dixie Band che suonerà durante il conferimento del premio "Tutte le direzioni 2018" a Giorgio e Paolo Conte (15 dicembre)






< Torna indietro

Personaggi Approfondimenti Eventi Echi dal Territorio Pagina Aperta


Parliamone
Il viaggio di Roberto. Parliamone
intervento di Athos Tromboni FREE

181223_Fe_00_IlViaggioDiRoberto_GuidoBarbieriFERRARA - Su quale realtà italiana storicamente accertata si innesta Il viaggio di Roberto scritto da Guido Barbieri e musicato da Paolo Marzocchi? La recensione dello spettacolo la si può leggere qui (servizio di Attilia Tartagni dal Teatro Alighieri di Ravenna). A me preme, in questo Parliamone, focalizzare giornalisticamente la realtà storica e il momento più alto dell'antisemitismo (o meglio, del razzismo) italiano che approvò le infami leggi razziali del 1938 e organizzò di conseguenza il rastrellamento degli ebrei e la reclusione nei campi di concentramento italiani nell'anno cruciale 1943 e fino alla data di approvazione del cosiddetto "ordine del giorno Grandi" del 25 luglio: nel maggio di quell'anno il neoministro delle Corporazioni, Tullio Cianetti, approntava e faceva approvare un Regio Decreto Legislativo che all'articolo 1 diceva: «Il Ministero per le Corporazioni in relazione ai compiti ad esso spettanti in base al Testo Unico delle leggi sulla disciplina dei cittadini in tempo di guerra ...
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Personaggi
Alessandra Rossi si racconta
a cura di Simone Tomei FREE

190215_Vr_00_AlessandraRossiVERONA - Piove. Il cielo plumbeo non promette nulla di buono e, nonostante questo, non voglio che l’appuntamento sia rimandato. Ecco quindi che, dopo un viaggio tra le terre di Toscana, Emilia Romagna e Veneto, entro nella città scaligera, parcheggio e solo pochi passi mi separano dalla casa del soprano Alessandra Rossi de Simone.
...prosegui la lettura

Vocale
La Devia sa ancora incantare
servizio di Salvatore Aiello FREE

190202_Pa_00_DeviaMariella_phRosellinaGarboPALERMO - Si è inaugurata la Stagione dei Recital 2019 del Teatro Massimo, con l’attesissimo ritorno di Mariella Devia accompagnata al pianoforte da Giulio Zappa. La primadonna, che ha lasciato la scena teatrale, ancora offre il prodigio della sua arte con l’attività concertistica su ribalte internazionali. Fasciata in un bell’abito viola
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Falstaff allegra edizione monegasca
servizio di Simone Tomei FREE

190128_MonteCarlo_00_Falstaff_NicolaAlaimo_phAlainHanelMONTE-CARLO - «C'è un solo modo di finir meglio che coll'Otello ed è quello di finire vittoriosamente col Falstaff. Dopo aver fatto risuonare tutte le grida e i lamenti del cuore umano finire con uno scoppio immenso d'ilarità! C'è da far strabiliare!». Era il 1889 e Arrigo Boito scriveva questa lettera a Giuseppe Verdi con la quale ebbe ragione delle
...prosegui la lettura

Opera dalle Isole
Ed eccovi la Turandot cyber
servizio di Salvatore Aiello FREE

190120_Pa_00_Turandot_FabioCherstichPALERMO - Turandot di Giacomo Puccini ha inaugurato il 19 gennaio scorso la Stagione 2019 di Opera e Balletto del Teatro Massimo di Palermo. Una Turandot cyber tra video, proiezioni e mondi fantastici, frutto della collaborazione del collettivo di artisti russi Aes + f, cui si dovevano costumi e scene, con la regia di Fabio Cherstich in coproduzione
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Magnifica Forza del destino
servizio di Simone Tomei FREE

190121_Pc_00_ForzaDelDestino_ItaloNunziataPIACENZA - Era il 1869 per l'esattezza il 27 febbraio a Milano al Teatro alla Scala! Oggi 20 gennaio 2019, sono passati centocinquantanni dalla prima rappresentazione italiana de La Forza del Destino... oddio! l'ho detto, l'ho scritto... anatema su me? A parte le battute e l'aneddotica che vuole questo componimento verdiano foriero delle più
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Convincente Meoni nel Nabucco
servizio di Rossana Poletti FREE

190121_Ts_00_Nabucco_ChristopherFranklinTRIESTE -  Ha debuttato al Teatro Verdi il Nabucco di Giuseppe Verdi, frutto di una coproduzione della fondazione lirica triestina con il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Grande di Brescia e il Teatro Fraschini di Roma. L’allestimento ha alcuni punti di forza: le scene imponenti, i grandi muri di pietra bianca del tempio dedicato a Jehova,
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Olmi ricama l'opera di Gounod
servizio di Attilia Tartagni FREE

190121_Ra_00_RomeoJiuliette_PaoloOlmi_phWolfgangLacknerRAVENNA - Se, come scriveva Charles Gounod,  “L'arte drammatica è un'arte da ritrattista”, allora Roméo et Juliette, opera in  cinque atti di Jules Barbier e Michel Carrè dalla tragedia di Shakespeare con musica di Charles Gounod che vi lavorò a lungo negli anni dopo il debutto, è la perfetta applicazione di questo principio. I due adolescenti innamorati
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Ottima regia per l'Otello
servizio di Simone Tomei FREE

190119_Lu_00_Otello_MikheilSheshaberidze_phAndreaSimiLUCCA - Otello conduce la mente ad una delle vette più assolute del melodramma verdiano e forse in assoluto del Teatro d’opera in cui “verbo” e musica si fondono come ferro e carbonio per creare l’acciaio più puro. È proprio dal “verbo” che voglio iniziare esaltando Arrigo Boito quale sopraffino librettista e promotore di una riforma dei
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Ballo in maschera di tradizione
servizio di Simone Tomei FREE

190114_Pr_00_BalloInMaschera_SaimirPirgu_phRobertoRicciPARMA - Quando si parla di Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi il pensiero prevalente nella mente dello studioso va alla gestazione travagliata di quell'opera; la rielaborazione/adattamento in versi italiani del Gustave III, ou Le Bal masqué di Eugène Scribe che andò in scena all'Opéra di Parigi il 27 febbraio 1883 con la musica di Daniel Auber
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Olandese Volante molto suggestivo
servizio di Simone Tomei FREE

190114_Fi_00_OlandeseVolante_FabioLuisiFIRENZE - Il tema della redenzione tramite il sacrificio di una donna rappresenta per Richard Wagner un motivo di stimolo e di fascino che emerge con forza nell' Olandese Volante che di fatto è, per il compositore tedesco, un lavoro di svolta nel suo percorso compositivo. Qui troviamo illustrate tempeste interne ed esterne in maniera viva e
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
E Nabucco scacciō il serpente
servizio di Athos Tromboni FREE

190112_Fe_00_Nabucco_SerbanVasile_phZaniCasadioFERRARA - Boa o non Boa in scena, il Nabucco proposto dalla regista Cristina Mazzavillani Muti ha incontrato il pieno favore del pubblico ferrarese. Prima di affrontare la recensione dello spettacolo, dobbiamo spiegare (ai nostri lettori di tutta Italia i quali, ovviamente, non possono usufruire delle notizie di cronaca locale) che la produzione
...prosegui la lettura

Jazz Pop Rock Etno
Tutte le direzioni in Springtime 2019
redatto da Athos Tromboni FREE

190110_Fe_00_GruppoDei10_SamyDaussatFERRARA - Il Gruppo dei 10 ha presentato presso il ristorante "Molto più che Centrale" il programma inverno-primavera di Tutte le direzioni in Springtime 2019, rassegna jazz (ma non solo) che si tiene nei locali dello Spirito, patron Stefano Pariali, di Vigarano Mainarda. Massimo Cavalleretti, presidente del Gruppo, Alessandro Mistri,
...prosegui la lettura

Eventi
Grazie Claudio! ricordando Abbado
redatto da Athos Tromboni FREE

190110_Fe_00_GrazieClaudio_EzioBossoFERRARA - Sarà una "tre giorni" molto particolare quella che ricorderà - a cinque anni dalla scomparsa - il maestro Claudio Abbado: la città estense e Bologna, ultima residenza del Maestro scomparso il 20 gennaio 2014, hanno collaborato per una serie di eventi musicali con i quali coinvolgere il pubblico sia ferrarese che bolognese. L'iniziativa
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Agostini e la novitā del 1° gennaio
servizio di Mario Del Fante FREE

190102_Fi_00_GalaDiCapodanno_MaurizioAgostiniFIRENZE - Sotto l’etichetta dell’Orchestra Regionale Toscana (Ort) e di Corso d’Opera, si è tenuto al Teatro Verdi di Firenze il Gala’ lirico di capodanno  con un grande riscontro di pubblico che ha gremito il  teatro ed ha applaudito lungamente tutto il concerto. Credo sia stato il primo concerto di capodanno che si tiene in un grande teatro fiorentino.
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Il viaggio di Roberto
servizio di Attilia Tartagni FREE

181218_Ra_00_IlViaggioDiRoberto_PaoloMarzocchiRAVENNA - E’ un tributo a Roberto Bachi, nato nel 1929 e scomparso ad Auschwitz, e un richiamo alla memoria della più immane tragedia del novecento “Il viaggio di Roberto, un treno verso Auschwitz”,  opera tornata al Teatro Alighieri a quattro anni dal suo debutto, tornato ma nella nuova versione rivista per orchestra da Paolo Marzocchi, autore
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
West Side Story sempre suggestivo
servizio di Simone Tomei FREE

181223_Fi_00_WestSideStory_LucaGiacomelliFerrariniCaterinaGabrieli_phCamillaRiccoFIRENZE - Non potevo chiedere una serata migliore per assistere al Musical West Side Story di Leonard Bernstein nel Teatro del Maggio Musicale Fiorentino; una musica che suscita emozioni del cuore, passione, festa, amore, gioia nonostante il finale tragico, ma si è ugualmente sposata bene con il clima degli imminenti giorni festivi.
...prosegui la lettura

Concorsi e Premi
Alla Taigi il Mascagni d'Oro 2018
servizio di Attilia Tartagni FREE

181212_Bagnara_00_38MascagniDOro_ChiaraTaigi_phMarcoMartiniBAGNARA (RA) - All’Auditorium di Bagnara di Romagna rinnovato nelle misure di sicurezza e nel palco (è sparito il trompe l’oeuil di fondo ed è migliorata l’illuminazione), è ritornato il 9 dicembre 2018 l’appuntamento più atteso dagli appassionati d’opera:  la consegna del Premio Mascagni d’Oro al soprano Chiara Taigi, già assegnataria del
...prosegui la lettura

Concorsi e Premi
Il Premio Alberghini diventa regionale
redatto da Athos Tromboni FREE

181219_San GiorgioDiPiano_00_PremioAlberghini2019_LogoSAN GIORGIO DI PIANO - E' stata presentata a Bologna la quarta edizione del Premio per Giovani Musicisti e Compositori "Giuseppe Alberghini" dell'Unione Reno Galliera; la conferenza stampa di lancio dell'iniziativa ha evidenziato che dopo il grande successo della terza edizione, culminata a fine maggio 2018 con il Concerto dei Vincitori, inserito
...prosegui la lettura

Nuove Musiche
Il Castello Incantato incanta
servizio di Antonio Ferdinando Di Stefano FREE

181218_Mo_00_IlCastellIncantato_MarcoTaralliMODENA - Domenica 16 dicembre 2018 è andata in scena presso il Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” la fiaba musicale di Marco Taralli con il libretto di Fabio Ceresa dal titolo Il Castello Incantato. Cominciamo subito dicendo che i dubbi relativi a quale tipo di operazione artistica stavamo per recensire si sono dissolti dopo i primi passi dell'ouverture
...prosegui la lettura

Opera dalle Isole
Ottima la ripresa di Bohčme
servizio di Salvatore Aiello FREE

181218_Pa_00_LaBoheme_DanielOrenPALERMO - La Stagione 2018 del Massimo si è conclusa, sotto le feste natalizie, con La Bohème opera di forte richiamo per le motivazioni che continuano a fare presa sui pubblici di tutto il mondo, in pieno contrasto con quanto la critica ebbe a dire alla prima nel 1896 a Torino : «Bohème opera mancata, non farà giro»; invece  Nappi, de La
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Luisa Miller ricamata da Benini
servizio di Simone Tomei FREE

181217_MonteCarlo_00_AleksandraKurzak_phAlainHanelMONTE-CARLO - Ho sempre creduto che Luisa Miller sia uno dei titoli più belli di Giuseppe Verdi:  Kabale und Liebe di Friedrich von Schiller è il tema su cui Salvatore Cammarano elabora il libretto per il Cigno di Busseto che sarà rappresentato la prima volta al Teatro San Carlo di Napoli l’8 dicembre 1849. E io ritengo che la Luisa Miller sia davvero
...prosegui la lettura

Pianoforte
Ecco la Carini, ecco Schumann
servizio di Athos Tromboni FREE

181216_Fe_00_MariaCristinaCariniFERRARA - La musica pianistica di Robert Schumann... e il recital di Maria Cristina Carini nel Ridotto del Teatro Comunale "Claudio Abbado" per la stagione cameristica del Circolo Frescobaldi. Ecco le due motivazioni che hanno indotto il pubblico ferrarese alla partecipazione dell'appuntamento musicale. Se poi si tratta del 18 pezzi caratteristici
...prosegui la lettura

Vocale
La Balbo splendida protagonista
servizio di Attilia Tartagni FREE

181210_Ra_00_RecitalElisaBalbo_phAngeloPalmieriRAVENNA - Il soprano Elisa Balbo,  incantevole Desdemona nell’Otello della Trilogia verdiana, è tornata a Ravenna per esibirsi nella Sala Corelli del Teatro Alighieri il 9 dicembre 2018 nei “Concerti della domenica” organizzati dall’Associazione Angelo Mariani, dimostrandosi perfettamente a proprio agio, quanto a duttilità vocale,  anche in un repertorio
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Torna la Carmen che uccide
servizio di Simone Tomei FREE

181205_Fi_00_Carmen_MarinaComparatoFIRENZE - E' ormai lontano il termine delle polemiche e degli anatemi contro la Carmen che non muore andata in scena un anno fa al Teatro del Maggio che fu fonte di esagitati sproloqui per ogni dove; la Carmen di George Bizet, diventata oramai un titolo di repertorio della Fondazione Fiorentina, ha trovato nuovamente albergo sulle tavole del
...prosegui la lettura

Eventi
Guardati intorno č la nuova stagione
servizio di Edoardo Farina FREE

181201_Cesena_00_TeatroBonci_Franco PolliniCESENA - Conferenza stampa del Teatro Comunale “Alessandro Bonci” promossa da  ERT, Comune di Cesena ove in data 21 settembre 2018 è stata definita la nuova programmazione della  stagione invernale 2018/19 caratterizzata da un luogo inteso come confronto, esplorazione e dialogo,  spazio che si fa filtro e racconto del nostro vivere,
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Le due facce di Rigoletto
servizio di Attilia Tartagni FREE

181130_Ra_00_Rigoletto_AndreaBorghini_phZaniCasadioRAVENNA - Il Rigoletto del 28 novembre 2018 andato in scena al Teatro Alighieri è ambientato a Mantova, e possiede, come il suo ambiguo protagonista, due facce:  da una parte  la corte dei Gonzaga lussureggiante di pitture manieriste (la camera degli sposi di Mantegna incornicia il talamo in cui verrà sedotta Gilda rapita), dominata
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Ovazioni finali per l'Otello
servizio di Attilia Tartagni FREE

181126_Ra_00_Otello__phZaniCasadioRAVENNA - Il 25 novembre, giornata mondiale della violenza sulle donne,  è andato in scena al Teatro Alighieri il più celebre “femminicidio” operistico: Otello dall’omonimo testo teatrale di William Shakespeare, musica di Giuseppe Verdi, libretto di Arrigo Boito, antico detrattore verdiano che seppe riportare il maestro alla creazione a 16
...prosegui la lettura

Opera dall Estero
Trionfo per Samson et Dalila
servizio di Simone Tomei FREE

181126_MonteCarlo_00_SamsonEtDalila_AnitaRachvelishvili_phAlainHanelMONTE-CARLO - Ho scelto di iniziare il mio scritto con queste pennellate frutto dei miei studi e delle mie letture di approfondimento prima della visione dell’opera Samson et Dalila di Camille Saint-Saëns la cui rappresentazione si è concretizzata domenica 25 novembre 2018 al Grimaldi Forum - Salle de Princes quale titolo inaugurale della
...prosegui la lettura

Classica
Progetto Lauter per Courbet
servizio di Edoardo Farina FREE

171124_Fe_00_ProgettoLauter_NicolaBruzzoFERRARA - Curato dall’Associazione “Lauter”  in collaborazione con Ferrara Arte in occasione della mostra Courbet e la Natura allestita nel Palazzo Dei Diamanti, il 22 novembre 2018 presso il Teatro Comunale “Claudio Abbado” della città estense nell’ambito della stagione 2018/2019 di Ferrara Musica, è andato in scena un suggestivo concerto
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Nabucco molto molto bello
servizio di Attilia Tartagni FREE

181124_Ra_00_Nabucco_SerbanVasile_phZaniCasadioRAVENNA - È un Nabucco biblico-archeologico colossale che oltrepassa i confini della scena, azzera le barriere dello spazio e del tempo e scatena la fantasia ad aprire la "Trilogia d’Autunno 2018" del Teatro Alighieri. La prevaricazione del potere sull’individuo, il filo conduttore delle tre opere in programma, si configura in ogni tempo con la falsità dei
...prosegui la lettura

Diario
Lezione cantata sulla 'parola scenica'
Simone Tomei FREE

181119_Piombino_00_BrunoDeSimone_phFrancescoLiviPIOMBINO - Raccontare l’esperienza vissuta in un fine settimana a sud di Livorno è per me non solo piacevole ma anche motivo di orgoglio: nel pomeriggio di sabato 17 novembre 2018 ho infatti condiviso il palcoscenico del Teatro Metropolitan di Piombino con un grande artista che, come spesso ho avuto modo di affermare a voce e per iscritto
...prosegui la lettura

Opera dal Nord-Est
Applauditissimi i Puritani
servizio di Rossana Poletti FREE

181118_Ts_00_Puritani_KatiaRicciarelliTRIESTE - Grande serata alla prima di I Puritani di Vincenzo Bellini al Teatro Verdi di Trieste, preceduta da una attesa carica di aspettative. L’aver scelto poi Katia Ricciarelli per la regia ha creato una forte esposizione mediatica. Il Verdi ha deciso questo titolo per l’avvio di stagione, l’ha affermato il sovrintendente Stefano Pace durante una delle
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310