Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

L'atteso concerto della Chicago Symphony Orchestra ha infiammato il Teatro dell'Opera di Firenze

Riccardo Muti e la Cso un trionfo

servizio di Nicola Barsanti

Pubblicato il 22 Gennaio 2020

200122_Fi_00_RiccadoMuti-Cso_miniaturaFIRENZE - Grandi ovazioni da parte del pubblico hanno accolto il Maestro Riccardo Muti, tornato sul podio del Maggio Musicale Fiorentino con la sua fidata Chicago Symphony Orchestra, compagine orchestra che  mancava da Firenze dal lontano 20 settembre 1974 (per l’occasione aveva suonato al Teatro Comunale sotto la direzione di Sir Georg Solti).
Come lo stesso maestro Muti ricorda in un breve discorso al termine del concerto: «Ogni volta che torno a Firenze devo esprimere un senso di gratitudine perché in questa città, non solo sono nati i miei figli, ma grazie a questo teatro ho iniziato la mia carriera e le mie battaglie per la cultura. È dunque motivo di grande orgoglio tornare non più ventisettenne com’ero un tempo, ma fiero di avere questa grande orchestra che negli ultimi dieci anni mi ha dato gioia e felicità.»
Un’allusione anche al suo debutto, avvenuto proprio nella buca del Maggio nel 1968, un anno dopo la vincita del prestigioso concorso “Cantelli” di Milano.
Il concerto sinfonico ha inizio sulle note dell’Ouverture dell’opera di Richard Wagner Der fliegende Holländer, per poi proseguire con la Sinfonia Mathis der Maler di Paul Hindemith e giungere al termine con la Sinfonia n. 3 in Do minore Op.44 di Sergej Prokof’ev.

200122_Fi_01_RiccadoMuti-Cso_phToddRosenberg

A distanza di un anno dalla prima stagionale del 2019, l’avvincente musica di Wagner torna protagonista al Maggio e già dall’Ouverture si coglie un Wagner che inizia gradualmente a mettere a fuoco la propria poetica, anticipando, talvolta, motivi e soluzioni riconoscibili nei drammi successivi (ad esempio in Tristan und Isolde) sia per il ricorso a un ricco corredo di Leitmotiv, sia per la decisa svolta nella direzione del mito.
Tutti gli elementi caratterizzanti la specificità wagneriana emergono infatti nell’affresco sonoro del mare in tempesta, in cui si susseguono i temi della redenzione (melodia associata a Senta, la donna che, sacrificandosi per amore, libererà l’Olandese dalla sua maledizioni) e del coro dei marinai. Diviene dunque evidente che il mezzo massimo di cui Wagner si avvale per attuare il suo mondo sinfonico è quello della “variazione”, non tanto fondata sullo sviluppo dei frammenti, quanto su trasposizioni tematiche in atmosfere armoniche, ritmiche e timbriche sempre diverse. L’abbandono improvviso di un’idea per farne intervenire un’altra, anche sporadicamente, è anche conseguenza di un modo di comporre del tutto personale, per cui il ricorso all’uso dei Leitmotiv sta in rapporto di reciprocità con il dramma e si basa su complessi collegamenti psicologici che dobbiamo senza dubbio definire freudiani.
Terminato il primo brano in programma, la Chicago Symphony Orchestra, forte di una ammirevole sonorità, soprattutto per quanto riguarda gli ottoni (rivelatisi chiari e precisi e per questo acclamati dal pubblico), continua sulle note di Paul Hindemith. Il compositore aveva concepito Mathis der Maler come opera in sette quadri nel 1931 e l’aveva portata a termine nel 1935, ma era riuscito a farla eseguire solo nel 1938 a Zurigo, in quanto, in Germania, il suo nome era finito nella lista nera dei nazisti (accusato da Goebbels di “Bolscevismo culturale” e di “Spirito non Ariano” ). Contemporaneamente, Hindemith ne aveva fatto una Sinfonia, i cui tre movimenti rimandano al polittico realizzato da Matthias Grünewald per l’altare della chiesa di Issenheim.
Il compositore evoca così le atmosfere religiose del dipinto, legate al periodo storico della riforma Luterana e delle guerre di religione, aggiungendo, talvolta, citazioni di melodie Gregoriane e di canti tedeschi sacri e profani.
Conclusa la seconda composizione, il Maestro Muti si appresta a dirigere l’ultima Sinfonia in programma, che peraltro già incise nel gennaio 1993 con la Philadelphia Orchestra per Philips/Polygram.
Sintesi strumentale dell’Angelo di fuoco, tale sinfonia si articola con uno stile estremamente ritmico e coloristico, accrescendo così il valore musicale, che viene ulteriormente arricchito attingendo a tutte le più raffinate sfumature sonore che la tavolozza strumentale possa offrire. Ed è qui che la maestria e la mano di Muti donano a chi ascolta un’esperienza musicale di straordinaria efficacia, un’estasi contemplativa di puro stupore e meraviglia.

200122_Fi_02_RiccadoMuti-Cso_facebook

Dopo le ovazioni del pubblico fiorentino, il Maestro si rivolge scherzosamente ai bambini delle prime file (coinvolti grazie al progetto "La Scala fa Scuola. Un Coro in Città"), affermando che dopo una Sinfonia terrificante come quella appena conclusasi è necessario ristabilire la quiete regalando agli spettatori qualcosa di dolcissimo.
Ed è così, che per concludere, offre al suo pubblico l’Intermezzo della Fedora di Umberto Giordano.
(Il servizio si riferisce alla serata del 20 gennaio 2020 )

Crediti fotografici: Todd Rosenberg per la Chicago Symphony Orchestra al Maggio Musicale Fiorentino
Nella miniatura in alto: e sotto: il Maestro Riccardo Muti sil podio della Cso






< Torna indietro

Nuove Musiche Jazz Pop Rock Etno Classica Vocale


Parliamone
Progetti e proponimenti per il dopopandemia
redatto da Athos Tromboni FREE

201211_Fe_00_MoniOvadiaFERRARA - Teatro Comunale Claudio Abbado... lo spirito con il quale i promotori della conferenza stampa (tenutasi oggi, 11 dicembre 2020, nella Sala degli Arazzi della residenza municipale) per la presentazione del "teatrante" (come egli stesso si definisce)  Moni Ovadia quale nuovo direttore del principale teatro ferrarese, sembra essere quello dell'autunno 1989 quando, al Museo Poldi Pezzoli di Milano, venne presentato il "Progetto Abbado" dall'allora sindaco di Ferrara, Roberto Soffritti, insieme al management del Comunale e allo stesso direttore d'orchestra. Così nacque Ferrara Musica, associazione tuttora attiva, affiancata al Teatro - ma con una sua specifica autonomia - nella programmazione degli eventi concertistici in terra estense.
Quell'autunno 1989 e il decennio successivo videro lievitare l'interesse dei ferraresi
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Ballo and Bello
Palpebra transustanziazione profana
servizio di Athos Tromboni FREE

201020_Fe_00_Palpebra-CollettivOCineticO_FrancescaPennini_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Tre giorni, sei spettacoli. Alla Sala della musica del Chiostro di San Paolo, il CollettivO CineticO ha presentato in anteprima mondiale il suo ultimo spettacolo di danza, Palpebra - site specific parte della ricerca «Esercizi di pornografia vegetale», secondo appuntamento del festival di danza contemporanea del Teatro Comunale "Claudio Abbado"
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Anfols lancia l'allarme
FREE

201016_Roma_01_ComunicatoAnfols_FrancescoGiambrone.JPGROMA - Allarme dell’Associazione Nazionale Fondazioni lirico-sinfoniche (ANFOLS) per le ricadute dell’emergenza sanitaria sui teatri d’opera. Nel 2021 minori incassi per oltre 60 milioni di euro dal botteghino. L'Anfols chiede adeguati interventi economici che permettano di proseguire le attività e la missione di servizio pubblico per le Fondazioni
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Aterballetto stavolta ha fatto centro
servizio di Athos Tromboni FREE

201010_Fe_00_AterballettoDonJuan_JohanIngerFERRARA - Aterballetto con Don Juan stavolta ha fatto centro. Questa lunga opera in danza, inventata dal coreografo ed ex ballerino Johan Inger sulla figura letteraria di Tirso de Molina, di Molière, di Bertold Brecht e dell’opera teatrale di Suzanne Lilar, è molto piaciuta al pubblico ferrarese e non c'è dubbio che essa rappresenta una coreografia che
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Domingo fa anche Nabucco
servizio di Nicola Barsanti FREE

201008_Fi_00_Nabucco_PaoloCarignaniFIRENZE – La florida attività del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino offre un cartellone denso di appuntamenti imperdibili, il che, considerando il difficile periodo attuale, lo rende uno dei teatri più attivi d’Europa. Fra cast stellari e artisti di fama internazionale, il Maggio promette una stagione ricca di emozioni e, insieme, lancia un messaggio di
...prosegui la lettura

Eventi
Ripartire da Pollini
servizio di Athos Tromboni FREE

200930_Fe_00_StagioneFerraraMusica2020-2021_FrancescoMicheliFERRARA - Ripartire da Maurizio Pollini dopo il periodo di confinamento della musica (e della vita di tutti) è segno benaugurale per la stagione 2020/2021 di Ferrara Musica, perché nelle sue due altre apparizioni nel cartellone del Teatro Comunale (1999, recital pianistico; e 2012,  concerto per pianoforte e orchestra, sul podio Claudio Abbado
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Le 'Trame Sonore' di Padmore
servizio di Laura Gatti FREE

200922_Mn_00_MarkPadmoreRecitalMANTOVA - Largo spazio a Ludwig van Beethoven, nel 250° anniversario della nascita, al festival 'Trame Sonore' svoltosi dal 4 al 6 Settembre 2020 a cura dell’Orchestra da Camera di Mantova. Oltre alle splendide esecuzioni che hanno visto protagonista il celebre pianista Alexander Lonquich (di particolare rilievo
...prosegui la lettura

Eventi
Il 'range' da Shakespeare a Dario Fo
servizio di Athos Tromboni FREE

200921_Fe_00_StagioneDiProsa2020_MarioRescaFERRARA - Il presidente del Teatro Abbado, Mario Resca (in collegamento Zoom da Milano), gli assessori comunali Marco Gulinelli (Cultura) e Matteo Fornasini (Turismo), insieme a Marino Pedroni e Marcello Corvino hanno presentato oggi alla stampa la nuova Stagione di Prosa 2020/2021 che si articola in quattordici titoli
...prosegui la lettura

Personaggi
ŦIn scena con energia e passioneŧ
intervista di Ramón Jacques FREE

200920_Personaggi_00_MariangelaSicilia_phLorenzoPoliIn questa interessante conversazione il soprano Mariangela Sicilia Ci racconta della sua carriera, del suo repertorio e ci dà alcune sue riflessioni di come concepisce il canto e la situazione attuale.
Mariangela Sicilia, come ti sei avvicinata al canto? Perché hai scelto di diventare una cantante lirica?
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Tredici danze sul mutamento
FREE

200920_Fe_00_FestivalDanzaContemporanea2020_MarinoPedroniFERRARA - Mutevolmente in atto. Incertezze, perdita di punti di riferimento, nuovi modi di comunicare e di connettersi al mondo. Il 2020 è l’anno in cui tutto è cambiato. Come recepisce questo mutamento il mondo della danza contemporanea? La nuova Stagione di danza si apre, come di consueto, con il Festival di Danza Contemporanea, a cura
...prosegui la lettura

Eventi
Muti unisce Ravenna Bologna e Ferrara
servizio di Athos Tromboni FREE

200915_Bo_00_ConcertoMutiOrchestraCherubini_TizianaFerrari.JPGBOLOGNA - La necessità di contrastare anche sul piano delle attività culturali (oltre che sanitario) la pandemia da Covid-19 è stata richiamata da tutti gli interventi dei relatori nella conferenza stampa svoltasi presso Confindustria Emilia, durante la quale è stato presentato il doppio appuntamento concertistico (Bologna PalaDozza e
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Elisir di lunga vita di sė rara qualitā
servizio di Athos Tromboni FREE

200913_Fe_00_LElisirDAmore_DaveMonaco_phElisaCatozziFERRARA - Una bella edizione di L'elisir d'amore ha aperto ufficialmente la stagione lirica del Teatro Comunale 'Claudio Abbado'. Due date, 11 e 12 settembre 2020, hanno segnato una sostanziale anticipazione del cartellone prossimo venturo (di cui non si sanno ancora i titoli), cartellone che negli ultimi anni si apriva con una anteprima a dicembre
...prosegui la lettura

Vocale
Plácido Domingo per l'Arena
servizio di Angela Bosetto FREE

200911_Vr_00_PlacidoDomingoPerLArena_EnneviFotoVERONA – Quello fra Plácido Domingo e l’Arena è un rapporto che dura da oltre mezzo secolo. Dal 1969 (anno in cui il tenore madrileno debuttò nell’anfiteatro veronese come Calaf e Don Carlo), Domingo in Arena ha interpretato Des Grieux, Cavaradossi, Radamès, Turiddu, Canio, Otello, Nabucco e Germont, ha diretto Aida e Carmen, è stato nominato
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310