Archivio giornale www.gliamicidellamusica.net

Ripresa dell'opera di Giacomo Puccini giā in scena al Maggio Musicale Fiorentino nel 2017

Ritorno di Bohčme, primo e secondo cast

servizio di Simone Tomei

Pubblicato il 05 Gennaio 2020

200105_Fi_00_LaBoheme_FrancescoIvanCiampa_phMicheleMonastaFIRENZE - Di questa produzione di Bohème, andata in scena al Teatro del Maggio Fiorentino nello scorso periodo natalizio, già parlai nel settembre del 2017 (qui potete leggere il mio intervento). Sebbene in questa ripresa il posizionamento delle scene sembri essere più funzionale alla drammaturgia, i problemi strutturali del palcoscenico fiorentino non rendono certamente le cose facili e, nonostante alcune correzioni, i quadri della soffitta (primo e quarto atto) soffrono ancora una distanza troppo marcata con la buca e la platea, pregiudicando così la resa vocale. Nel complesso, però, la visione registica di Bruno Ravella, le scenografie di Tiziano Santi, i costumi di Angela Giulia Toso e le luci di D.M. Wood (riprese in questa occasione da Vincenzo Apicella) ricostruiscono con eleganza gli ambienti in cui si snoda il capolavoro di Giacomo Puccini.
La sera del 21 dicembre 2019, nel ruolo del poeta Rodolfo si è cimentato Alessandro Scotto di Luzio, del quale possiamo apprezzare un timbro meraviglioso e una luminosità degli acuti davvero sfolgorante. Il tenore napoletano latita però nel fraseggio e nell'armonicità che il personaggio richiede. Il suo canto è quindi spesso piuttosto limitato alla mera esecuzione delle note, orfano di sentimento e di empatia.

200105_Fi_01_LaBoheme_facebook_phMicheleMonasta

Jessica Nuccio è una Mimì musicalmente elegante e corretta, ma la sua vocalità non rende giustizia al personaggio, trasformando la parte in una sorta di esibizione "belcantista" con ottime messe di voce ed eleganti filati in acuto, ma povera del pathos sentimentale della sfortunata fioraia.
Il Marcello di Alessandro Luongo non fatica ad emergere per potenza vocale e per fascino attoriale, disegnando amabilmente l'ars amatoria del pittore.
Una Musetta frizzante ma talvolta insolente al rigo musicale quella di Nikoleta Kapetanidou: la voce è piacevole, la verve pure, ma alcune intemperanze hanno fatto capolino nella scrittura pucciniana.

200105_Fi_02_LaBoheme_QuadroSecondo_phMicheleMonasta 200105_Fi_03_LaBoheme_QuadroQuarto_phMicheleMonasta

Presente e adeguato il Colline di Adriano Gramigni: un artista in continua ascesa che trova l'occasione di migliorarsi in ogni produzione fiorentina
Meno convincente seppur corretto Min Kim (Schaunard).
Completavano egregiamente il cast: William Hernàndez (Benoit), Francesco Samuele Venuti (un ben caratterizzato Alcindoro), Davide Ciarrocchi (Parpignol), Antonio Montanesi (Sergente dei Doganieri), Giovanni Mazzei (Doganiere) e Fabrizio Falli (Un venditore ambulante).
La sera del 3 gennaio 2020 cambia la coppia dei protagonisti e, nei panni di Mimì, ecco entrare in scena il soprano Eva Kim Maggio, che mette in luce ottime qualità vocali ed interpretative tratteggiando un personaggio mite, docile e passionale, che trasmuta nell'emissione i sentimenti propri della drammaturgia. Un'artista che spero di ascoltare nuovamente perché mi ha tramesso belle emozioni.
Francesco Pio Galasso subentra nel ruolo di Rodolfo e, a causa delle sue condizioni di salute (febbre alta e influenza), mi astengo da qualsivoglia giudizio.
Il Coro della fondazione fiorentina preparato e diretto dal M° Lorenzo Fratini (a cui si è unito quello delle voci bianche) non manca il bersaglio, regalando un frizzante e spassoso secondo atto, luminoso e brioso non solo per l'aspetto scenografico.
Il M° Francesco Ivan Ciampa si dimostra, ancora una volta, uno dei direttori più preparati del panorama musicale italiano, trovando il modo di stupire e affascinare nonostante la musica di Giacomo Puccini contenga già tutti gli ingredienti per conquistare mente e cuore dello spettatore. Ciò non rende più facile il cimento, anzi lo guida verso un terreno ancor più accidentato, nel quale la bravura del concertatore deve riuscire ad avere il predominio sull'ovvio. Ecco quindi che i "quattro quadri" si impreziosiscono dei colori di cui si intinge la bacchetta  ed ogni momento si trasforma in quell'oasi (talora intima, talaltra festosa e infine drammatica) che fa vivere la musica in simbiosi con la drammaturgia pucciniana.

200105_Fi_04_LaBoheme_QuadroSecondo_phMicheleMonasta

Non posso non ricordare proprio l'epilogo dove l'orchestra (con un marcato diminuendo) pare quasi annichilita dal dolore di Rodolfo, alla ricerca un riscatto che non c'è: la tensione è palpabile e il nodo in gola sale soffocante per poi sciogliersi nell'amaro pianto per la morte di Mimì.
Fazzoletti spiegati e singhiozzi più o meno marcati pervadono la sala assieme a fragorosi applausi in entrambe le serate.

Crediti fotografici: Michele Monasta per il Teatro dell'Opera di Firenze - Maggio Musicale Fiorentino
Nella miniatura in alto: il direttore Francesco Ivan Ciampa
Al centro e in fondo: momenti del Primo, Secondo, Terzo e Quarto Quadro dell'opera in scena a Firenze






< Torna indietro

Dal Nord-Ovest Dal Nord-Est Dal Centro-Nord Dal Centro e Sud Dalle Isole Dall' Estero


Parliamone
Progetti e proponimenti per il dopopandemia
redatto da Athos Tromboni FREE

201211_Fe_00_MoniOvadiaFERRARA - Teatro Comunale Claudio Abbado... lo spirito con il quale i promotori della conferenza stampa (tenutasi oggi, 11 dicembre 2020, nella Sala degli Arazzi della residenza municipale) per la presentazione del "teatrante" (come egli stesso si definisce)  Moni Ovadia quale nuovo direttore del principale teatro ferrarese, sembra essere quello dell'autunno 1989 quando, al Museo Poldi Pezzoli di Milano, venne presentato il "Progetto Abbado" dall'allora sindaco di Ferrara, Roberto Soffritti, insieme al management del Comunale e allo stesso direttore d'orchestra. Così nacque Ferrara Musica, associazione tuttora attiva, affiancata al Teatro - ma con una sua specifica autonomia - nella programmazione degli eventi concertistici in terra estense.
Quell'autunno 1989 e il decennio successivo videro lievitare l'interesse dei ferraresi
...prosegui la lettura

VideoCopertina
La Euyo prende residenza a Ferrara e Roma

Non compare il video?

Hai accettato la politica dei cookies? Controlla il banner informativo in cima alla pagina!

Ballo and Bello
Palpebra transustanziazione profana
servizio di Athos Tromboni FREE

201020_Fe_00_Palpebra-CollettivOCineticO_FrancescaPennini_phMarcoCaselliNirmalFERRARA - Tre giorni, sei spettacoli. Alla Sala della musica del Chiostro di San Paolo, il CollettivO CineticO ha presentato in anteprima mondiale il suo ultimo spettacolo di danza, Palpebra - site specific parte della ricerca «Esercizi di pornografia vegetale», secondo appuntamento del festival di danza contemporanea del Teatro Comunale "Claudio Abbado"
...prosegui la lettura

Pagina Aperta
Anfols lancia l'allarme
FREE

201016_Roma_01_ComunicatoAnfols_FrancescoGiambrone.JPGROMA - Allarme dell’Associazione Nazionale Fondazioni lirico-sinfoniche (ANFOLS) per le ricadute dell’emergenza sanitaria sui teatri d’opera. Nel 2021 minori incassi per oltre 60 milioni di euro dal botteghino. L'Anfols chiede adeguati interventi economici che permettano di proseguire le attività e la missione di servizio pubblico per le Fondazioni
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Aterballetto stavolta ha fatto centro
servizio di Athos Tromboni FREE

201010_Fe_00_AterballettoDonJuan_JohanIngerFERRARA - Aterballetto con Don Juan stavolta ha fatto centro. Questa lunga opera in danza, inventata dal coreografo ed ex ballerino Johan Inger sulla figura letteraria di Tirso de Molina, di Molière, di Bertold Brecht e dell’opera teatrale di Suzanne Lilar, è molto piaciuta al pubblico ferrarese e non c'è dubbio che essa rappresenta una coreografia che
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Domingo fa anche Nabucco
servizio di Nicola Barsanti FREE

201008_Fi_00_Nabucco_PaoloCarignaniFIRENZE – La florida attività del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino offre un cartellone denso di appuntamenti imperdibili, il che, considerando il difficile periodo attuale, lo rende uno dei teatri più attivi d’Europa. Fra cast stellari e artisti di fama internazionale, il Maggio promette una stagione ricca di emozioni e, insieme, lancia un messaggio di
...prosegui la lettura

Eventi
Ripartire da Pollini
servizio di Athos Tromboni FREE

200930_Fe_00_StagioneFerraraMusica2020-2021_FrancescoMicheliFERRARA - Ripartire da Maurizio Pollini dopo il periodo di confinamento della musica (e della vita di tutti) è segno benaugurale per la stagione 2020/2021 di Ferrara Musica, perché nelle sue due altre apparizioni nel cartellone del Teatro Comunale (1999, recital pianistico; e 2012,  concerto per pianoforte e orchestra, sul podio Claudio Abbado
...prosegui la lettura

Echi dal Territorio
Le 'Trame Sonore' di Padmore
servizio di Laura Gatti FREE

200922_Mn_00_MarkPadmoreRecitalMANTOVA - Largo spazio a Ludwig van Beethoven, nel 250° anniversario della nascita, al festival 'Trame Sonore' svoltosi dal 4 al 6 Settembre 2020 a cura dell’Orchestra da Camera di Mantova. Oltre alle splendide esecuzioni che hanno visto protagonista il celebre pianista Alexander Lonquich (di particolare rilievo
...prosegui la lettura

Eventi
Il 'range' da Shakespeare a Dario Fo
servizio di Athos Tromboni FREE

200921_Fe_00_StagioneDiProsa2020_MarioRescaFERRARA - Il presidente del Teatro Abbado, Mario Resca (in collegamento Zoom da Milano), gli assessori comunali Marco Gulinelli (Cultura) e Matteo Fornasini (Turismo), insieme a Marino Pedroni e Marcello Corvino hanno presentato oggi alla stampa la nuova Stagione di Prosa 2020/2021 che si articola in quattordici titoli
...prosegui la lettura

Personaggi
ŦIn scena con energia e passioneŧ
intervista di Ramón Jacques FREE

200920_Personaggi_00_MariangelaSicilia_phLorenzoPoliIn questa interessante conversazione il soprano Mariangela Sicilia Ci racconta della sua carriera, del suo repertorio e ci dà alcune sue riflessioni di come concepisce il canto e la situazione attuale.
Mariangela Sicilia, come ti sei avvicinata al canto? Perché hai scelto di diventare una cantante lirica?
...prosegui la lettura

Ballo and Bello
Tredici danze sul mutamento
FREE

200920_Fe_00_FestivalDanzaContemporanea2020_MarinoPedroniFERRARA - Mutevolmente in atto. Incertezze, perdita di punti di riferimento, nuovi modi di comunicare e di connettersi al mondo. Il 2020 è l’anno in cui tutto è cambiato. Come recepisce questo mutamento il mondo della danza contemporanea? La nuova Stagione di danza si apre, come di consueto, con il Festival di Danza Contemporanea, a cura
...prosegui la lettura

Eventi
Muti unisce Ravenna Bologna e Ferrara
servizio di Athos Tromboni FREE

200915_Bo_00_ConcertoMutiOrchestraCherubini_TizianaFerrari.JPGBOLOGNA - La necessità di contrastare anche sul piano delle attività culturali (oltre che sanitario) la pandemia da Covid-19 è stata richiamata da tutti gli interventi dei relatori nella conferenza stampa svoltasi presso Confindustria Emilia, durante la quale è stato presentato il doppio appuntamento concertistico (Bologna PalaDozza e
...prosegui la lettura

Opera dal Centro-Nord
Elisir di lunga vita di sė rara qualitā
servizio di Athos Tromboni FREE

200913_Fe_00_LElisirDAmore_DaveMonaco_phElisaCatozziFERRARA - Una bella edizione di L'elisir d'amore ha aperto ufficialmente la stagione lirica del Teatro Comunale 'Claudio Abbado'. Due date, 11 e 12 settembre 2020, hanno segnato una sostanziale anticipazione del cartellone prossimo venturo (di cui non si sanno ancora i titoli), cartellone che negli ultimi anni si apriva con una anteprima a dicembre
...prosegui la lettura

Vocale
Plácido Domingo per l'Arena
servizio di Angela Bosetto FREE

200911_Vr_00_PlacidoDomingoPerLArena_EnneviFotoVERONA – Quello fra Plácido Domingo e l’Arena è un rapporto che dura da oltre mezzo secolo. Dal 1969 (anno in cui il tenore madrileno debuttò nell’anfiteatro veronese come Calaf e Don Carlo), Domingo in Arena ha interpretato Des Grieux, Cavaradossi, Radamès, Turiddu, Canio, Otello, Nabucco e Germont, ha diretto Aida e Carmen, è stato nominato
...prosegui la lettura


Questo sito supporta PayPal per le transazioni con carte di credito.


Gli Amici della Musica giornale on-line dell'Uncalm
Via San Giacomo 15 - 44122 Ferrara (Italy)
direttore Athos Tromboni - webmaster byST
contatti: redazione@gliamicidellamusica.it - cell. +39 347 4456462
Il giornale č iscritto al ROC (Legge 249/1997) al numero 2310